Coppa America: Cile-Panamá e Argentina-Bolivia (martedì/mercoledì)

Coppa America Centenario 2016
I pronostici sulle partite di calcio della Coppa America Centenario 2016

Nel gruppo D di Coppa America Cile e Panamá si giocano la qualificazione ai quarti (e il Cile può anche pareggiarla e passa lo stesso); l’Argentina è già qualificata e quasi certamente prima.

CILE – PANAMÁ | mercoledì ore 02:00

Dopo la sconfitta contro l’Argentina per 2-1 nella prima partita e la seguente vittoria per 2-1 contro la Bolivia, il Cile è riuscito ad arrivare alla terza e ultima partita con due possibilità su tre di accedere ai quarti di finale di Coppa America: pur avendo in classifica gli stessi punti del Cile (3), Panamá ha preso cinque gol contro l’Argentina e si ritrova quindi con una differenza reti che la penalizzerebbe in ogni caso rispetto al Cile in caso di pareggio. Come previsto dopo la vittoria per 2-1 contro la Bolivia, Panamá è tornata a mostrare contro l’Argentina tutti i limiti tecnici della rosa, le cui qualità sono imparagonabili rispetto a quelle dell’Argentina e anche rispetto a quelle del Cile, per quanto male se la stia passando la squadra allenata da Juan Antonio Pizzi.

Per questa ragione, l’unica possibilità a disposizione di Panamá per ottenere la qualificazione ai quarti – una vittoria contro il Cile – sembra un’eventualità alquanto remota. Il Cile conta di recuperare Marcelo Díaz e di poterlo schierare dal primo minuto, dopo che il mediano del Celta Vigo ha saltato la partita contro la Bolivia per infortunio (è rimasto in panchina). Bolillo Gomez, allenatore di Panamá, che già farebbe fatica a giocarsela contro il Cile in condizioni normali, ha anche cinque titolari assenti, quattro squalificati (tra cui il più importante in attacco: Blas Perez) e un infortunato. Non dovrebbe però cambiare approccio alla partita rispetto a quello visto contro l’Argentina, in una partita in cui – come ribadito da Bolillo – Panamá aveva “resistito” relativamente bene fino a venti minuti dalla fine, prima di rimanere con un giocatore in meno, espulso.

La partita si giocherà al “Lincoln Financial Field” a Filadelfia, alle 20:00 (ora locale). L’arbitro sarà l’ecuadoriano Roddy Zambrano, che ha già arbitrato la partita della seconda giornata del Gruppo A tra Stati Uniti e Costa Rica, vinta 4-0 dagli Stati Uniti (due ammonizioni). È anche quello che ha arbitrato la prima partita delle qualificazioni CONMEBOL al Mondiale in Russia tra Cile e Brasile, l’ottobre scorso, vinta dal Cile 2-0 con gol di Edu Vargas e Alexis Sanchez (solo due ammonizioni anche in quella occasione).

Le probabili formazioni:
CILE: Bravo; Isla, Medel, Jara, Beausejour; Marcelo Diaz, Vidal, Aranguiz; Orellana, Edu Vargas, Sanchez.
PANAMÁ: Penedo; Machado, Cummings, Miller, Henriquez; Pimentel, Gabriel Gomez, Cooper, Quintero; Tejada, Arroyo (o Gabriel Torres).

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 + OVER 1,5 (1.60, Betfair)




 

ARGENTINA – BOLIVIA | mercoledì ore 04:00

Molto probabilmente l’Argentina sfrutterà la situazione di vantaggio in classifica – è al primo posto con +6 di differenza reti (il Cile è ha 0 e Panamá a -4) – per continuare a permettere ad alcuni titolari di riposare, e presentarsi in forma migliore per la partita dei quarti di finale di sabato prossimo. La brutta notizia, confermata con un comunicato dalla Federazione calcistica argentina, è che per una contusione alla gamba destra Di Maria potrebbe non esserci prima della finale del 26 giugno, qualora l’Argentina dovesse arrivarci. L’ipotesi più verosimile è che Gerardo Martino, con lungimiranza, eviterà anche di schierare contro la Bolivia una serie di giocatori già ammoniti (Gaitan, Mascherano, Augusto Fernandez e Rojo), in modo da evitare squalifiche e averli certamente a disposizione per i quarti di finale. Potrebbero quindi avere qualche possibilità di giocare Lavezzi, finora infortunato, così come Kranevitter a centrocampo e Lamela al posto di Di Maria.

La Bolivia ha perso dopo la partita contro Panamá anche quella contro il Cile (2-1), forse quella in cui avrebbe meritato meno la sconfitta (Vidal ha segnato a tempo regolamentare più che esaurito: erano stati dati dieci minuti di recupero a causa di una lunga interruzione per soccorrere un difensore boliviano infortunato). Sono sei le sconfitte consecutive della Bolivia, in una serie di dieci sconfitte complessive nelle ultime undici partite ufficiali. In questa ultima partita dovrà anche fare a meno del terzino sinistro Marvin Bejarano, infortunato.

La partita si giocherà a Seattle, al “CenturyLink”, alle 22:00 (ora locale). L’arbitro sarà il peruviano Victor Carillo, già arbitro di Giamaica-Venezuela, finita 1-0 per il Venezuela (quattro ammonizioni e un’espulsione, al giamaicano Rodolph Austin al 24° per un’entrata molto dura a centrocampo, nel tentativo di anticipare un trequartista avversario).

Le probabili formazioni:
ARGENTINA: Romero; Cuesta, Otamendi, Mori, Mercado; Kranevitter, Lamela, Lavezzi, Banega; Messi, Aguero (o Higuain).
BOLIVIA: Lampe; Saavedra, Eguino, Zenteno, Gutierrez, Diego Bejarano; Arce, Melean, Smedberg, Azogue; Duk.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1X + NO GOL (1.66, Paddy Power)