Euro 2016: Spagna-Repubblica Ceca (lunedì)

È il momento del debutto per la Spagna, che è una delle nazionali più attese e ha vinto le ultime due edizioni dei Campionati Europei: a Tolosa, lunedì alle 15, la squadra allenata da Vicente Del Bosque affronta la Repubblica Ceca.

SPAGNA – REPUBBLICA CECA | lunedì ore 15:00

 
Spagna e Repubblica Ceca si affronteranno lunedì alle 15, allo “Stadium Municipal” di Tolosa (la partita sarà trasmessa su Sky, non sulla Rai). Le due squadre sono inserite nel gruppo D di Euro 2016, insieme con Turchia e Croazia. 

Come si presenta la Spagna

Il 9 ottobre di due anni fa, nella seconda giornata delle qualificazioni a Euro 2016, la Spagna è stata clamorosamente sconfitta dalla Slovacchia per 2-1. Poi, però, non ha più sbagliato nulla ed è approdata in Francia chiudendo il girone C in prima posizione, come era lecito attendersi da una nazionale fortissima, che ha vinto le ultime due edizioni dei Campionati Europei e insegue ora uno storico tris. Battere la concorrenza anche in questa occasione non sarà facile, ma Vicente Del Bosque ha a disposizione una rosa straordinaria: si è potuto permettere il lusso di ignorare Diego Costa, Fernando Torres, Pepe Reina, José Maria Callejon e Juan Mata – che non sono stati nemmeno inclusi nell’iniziale lista dei venticinque pre-convocati – e ha poi rinunciato anche a Isco e Saul Niguez, rimasti fuori dall’elenco definitivo.

Come si presenta la Repubblica Ceca

La Repubblica Ceca ha vinto il girone A delle qualificazioni, davanti a Islanda e Turchia. Il c.t. Pavel Vrba guida dalla panchina una squadra interessante, in cui calciatori esperti affiancano talenti più giovani. L’organizzazione tattica e l’abilità nel sorprendere i propri avversari in contropiede sono le due migliori caratteristiche di questa formazione, che potrebbe qualificarsi per gli ottavi di finale come una delle quattro migliori terze, viste le difficoltà di spodestare Spagna e Croazia dai primi due posti nel gruppo D. La buonissima tradizione della Repubblica Ceca nei Campionati Europei merita di essere ricordata: clamorosa, in particolare, la finale raggiunta nel 1996 e persa solo al golden gol contro la Germania, che fu capace di ribaltare lo svantaggio iniziale e di imporsi grazie a Oliver Bierhoff.

Il modulo e i giocatori della Spagna

Non è ancora certo se Del Bosque sceglierà come portiere titolare Iker Casillas – in fase calante da alcune stagioni a questa parte – o David De Gea, che è reduce da un’annata strepitosa con la maglia del Manchester United, ma nelle ultime ore è salito agli onori delle cronache in merito a un presunto scandalo sessuale, perciò rischia di non essere abbastanza sereno. Difesa a quattro: sulla fascia destra, Juanfran verrà presumibilmente preferito al pur bravo Hector Bellerin, ventunenne terzino dell’Arsenal; al centro, spazio a Gerard Piqué e Sergio Ramos, che assicurano fisicità, esperienza e inserimenti sui calci piazzati; a sinistra, invece, spingerà Jordi Alba. A centrocampo, è impossibile prescindere dalla classe di Andres Iniesta e dall’intelligenza tattica di Sergio Busquets. Tre calciatori si contendono l’altro posto disponibile: sono Koke, Thiago Alcantara e Cesc Fabregas. Quest’ultimo è più abituato a giocare manifestazioni importanti, ma viene da una pessima stagione con il Chelsea. Nel tridente offensivo, al fianco di David Silva e Alvaro Morata, l’esperienza di Pedro potrebbe essere preferita alla voglia di emergere di Nolito.

Il modulo e i giocatori della Repubblica Ceca

Il modulo di riferimento di Vrba è il 4-2-3-1. Il portiere è ovviamente Petr Cech, che rappresenta uno dei principali punti di forza della squadra: davanti a lui, la linea difensiva è composta da Pavel Kaderabek, Tomas Sivok, Michal Kadlec e David Limbersky. I due mediani sono Vladimir Darida e Jaroslav Plasil: nessuno dei due può essere considerato un vero e proprio creatore di gioco, perciò l’obiettivo è quello di dare qualità alla manovra soprattutto sulla trequarti, dove Borek Dockal e Ladislav Krejci sono pronti a spingere sulle fasce, mentre Tomas Rosicky – ormai quasi trentaseienne e reduce dall’ennesimo infortunio della sua carriera, ma ancora importante per questa squadra – è chiamato ad agire centralmente e ad assistere Tomas Necid, centravanti fortissimo dal punto di vista fisico, ma non eccezionale a livello tecnico.

Che partita può uscirne

La Spagna eserciterà il suo consueto possesso palla prolungato e potrà creare pericoli alla difesa avversaria puntando su Iniesta, Morata e David Silva, oltre che sfruttando i movimenti dei due terzini e le incursioni di Piqué e Ramos sulle palle inattive.

Attaccando con molti uomini, però, la squadra di Del Bosque rischierà anche di esporsi alle pericolose ripartenze della Repubblica Ceca, abile in questo tipo di situazioni e pronta a sfruttare le sopracitate difficoltà della Spagna in porta: ecco perché “gol” e “over 1.5” sono opzioni interessanti.

L’arbitro della partita sarà il polacco Szymon Marciniak.

Le promozioni interessanti dei bookmaker su questa partita

Eurobet rimborserà tutte le scommesse singole su RisEsatto Primo Marcatore (dell’incontro e squadra), Parziale/Finale, Tempo del primo goal e Combobet (1×2 + Under/Over 2.5 e 1×2 + Goal/NoGoal) perdenti se nel corso del match la squadra che va in svantaggio riesce alla fine a vincere la partita.

Probabili formazioni:
SPAGNA: Casillas, Juanfran, Piqué, Sergio Ramos, Jordi Alba, Koke, Busquets, Iniesta, Pedro, Morata, David Silva.
REPUBBLICA CECA: Cech, Kaderabek, Sivok, Kadlec, Limbersky, Darida, Plasil, Dockal, Rosicky, Krejci, Necid.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
GOL (2.30, William Hill)
OVER 1.5 (1.33, William Hill)