Euro 2016: Inghilterra-Russia (sabato)

Europei 2016
I pronostici sulle partite di calcio di Euro 2016

Sabato alle 21 si gioca la seconda partita della prima giornata del gruppo B di Euro 2016 e capiremo se anche stavolta l’Inghilterra è un bluff o meno: approfondimenti, probabili formazioni e pronostici.

INGHILTERRA – RUSSIA | sabato ore 21:00

Inghilterra e Russia giocheranno la seconda partita della prima giornata del gruppo B di Euro 2016 allo “Stade Velodrome” di Marsiglia, sabato sera alle 21:00 (la partita sarà trasmessa da Sky e anche dalla Rai). Inghilterra e Russia sono inserite nel gruppo B di Euro 2016 insieme a Galles e Slovacchia.

Come si presenta l’Inghilterra

L’Inghilterra è stata la squadra migliore nel corso dei gironi di qualificazione: ha vinto tutte e dieci le partite giocate segnando 31 gol e subendone appena 3. Nell’ultimo decennio spesso l’Inghilterra è arrivata a giocare Mondiali ed Europei con grande ottimismo salvo poi fallire in malo modo. Stavolta anche noi del Veggente pensiamo sia lecito aspettarsi qualcosa di importante da questa nazionale, per il commissario tecnico Roy Hodgson è un obbligo arrivare quanto meno fino ai quarti di finale e si potrebbe anche eguagliare il record dell’edizione giocata in casa nel 1996 quando arrivò fino in semifinale. I calciatori di alto livello non mancano: Hart si è confermato un portiere più che affidabile, il terzino Rose, il mediano Dier, il centrocampista Alli e l’attaccante Kane sono stati i protagonisti assoluti dell’ottima stagione del Tottenham, l’attaccante Vardy è riuscito nell’impresa – grazie ai suoi gol (24, appena uno in meno del capocannoniere Kane – di fare vincere la Premier League al Leicester. L’Inghilterra ha un attacco dal grande potenziale, ci sono anche Rooney, Sturridge e Rashford, diciottenne che ha fatto grandi cose nel finale di stagione con la maglia del Manchester United e ha esordito in nazionale in amichevole facendo subito gol.

Come si presenta la Russia

Se intorno all’Inghilterra c’è un ottimismo giustificato, nel caso della Russia è difficile pensare positivo. Se è vero che da quando Capello è stato sostituito da Slutskiy come commissario tecnico i risultati sono migliorati – quattro vittorie nelle ultime quattro partite di qualificazione che sono valse il secondo posto e la qualificazione diretta – il livello tecnico della squadra è modesto e ultimamente ci si sono messi anche degli infortuni di troppo a peggiorare la situazione. La Russia parteciperà a questo Europeo senza poter contare l’esperto terzino Zhirkov, sull’esterno Cheryshev, sul centrocampista Denisov e sul trequartista Dzagoev che si fece conoscere al grande pubblico proprio in occasione dell’ultima edizione degli Europei, segnando tre gol. I dubbi maggiori riguardano la difesa: manca un portiere affidabile, Akinfeev è troppo discontinuo nel rendimento, mentre i difensori centrali Ignashevic e Vitaly Berezutski – come il tedesco dello Schalke 04 Neustadter, fresco di naturalizzazione – sono troppo lenti e poco affidabili. Akinfeev, Ignashevic e Vitaly Berezutski sono portiere e difensori titolari del Cska Mosca allenato proprio da Slutskiy che nelle ultime tre edizioni di Champions League ha subito 39 gol su 18 partite, non riuscendo mai a mantenere la porta inviolata.

Il modulo e i giocatori dell’Inghilterra

Il commissario tecnico Roy Hodgson ha parecchi calciatori di buon livello soprattutto in attacco e così ha differenti varianti tattiche da proporre. Nel fallimentare Mondiale in Brasile fu accusato di essere troppo difensivista, in questo Europeo Hodgson potrebbe optare per una formazione parecchio offensiva, e una scelta di questo tipo è probabile tenendo conto delle convocazioni (ha chiamato ben cinque attaccanti di ruolo). La difesa sarà schierata a zona con una linea di quattro difensori, in cui i centrali Cahill e Smalling vanno in difficoltà se presi in velocità – per questo sarà un rischio giocare col baricentro alto – il mediano sarà Dier, gli interni di centrocampo dovrebbero essere il fortissimo Alli e uno tra Milner e Wilshere. La novità riguarda la posizione di Rooney, che potrebbe giocare da trequartista retrocedendo spesso a prendere palla a centrocampo per fare valere la sua precisione nei cambi di gioco e nelle verticalizzazioni, e allo stesso tempo lasciando spazi per gli inserimenti di Alli. I due attaccanti saranno Kane e molto probabilmente Vardy, sebbene nelle partite contro le squadre chiuse in difesa farebbe comodo anche Sturridge che è più tecnico.

Il modulo e i giocatori della Russia

L’allenatore della Russia Slutskiy farà giocare la sua squadra con il 4-2-3-1, che è poi il modulo di riferimento del suo Cska Mosca e anche dello Zenit San Pietroburgo, in cui giocano quattro titolari della nazionale. Oltre al portiere Akinfeev – capace di grandi parate e al contempo di clamorose papere (ricorderete forse quelle fatte nella sconfitta del Cska Mosca per 5-1 contro la Roma due stagioni fa in Champions League) – sono poco affidabili i difensori, sia i terzini Smolnikov e Schennikov che i centrali Vitaly Berezutski e Ignashevich. A centrocampo mancherà il “cervello” Denisov e così aumenteranno i problemi in fase di manovra, motivo per cui Slutskiy si affiderà alle ripartenze di Samedov, Kokorin e Shatov con Dzyuba come punto di riferimento in attacco.

Che partita può uscirne

La Russia punterà su difesa e contropiede, lasciando il possesso palla agli avversari, ma sarà un problema vista la scarsa affidabilità dei suoi centrali e anche del portiere. Alla lunga l’Inghilterra ha calciatori capaci di trovare la giusta giocata per sbloccare il risultato. La nazionale allenata da Hodgson è favorita, ma dovrà fare attenzione al contropiede, in particolare Kokorin è un attaccante di grande talento che potrebbe sfruttare bene gli spazi liberi a sua disposizione. Smalling ha migliorato il suo rendimento nell’ultima stagione ma nelle ultime partite – la finale di Fa Cup giocata col Manchester United e l’amichevole contro il Portogallo – ha dimostrato di andare in difficoltà se preso in velocità dagli avversari quando la linea di difesa è schierata col baricentro alto. La Russia un gol potrebbe anche farlo, con l’Inghilterra che resta comunque nettamente favorita.

La vittoria dell’Inghilterra è a quota 2.00 su Betfair, il “gol” (entrambe le squadre segnano) è a quota 2.28 su #.

L’arbitro della partita sarà l’italiano Rizzoli.

Le promozioni interessanti dei bookmaker su questa partita

Eurobet rimborserà le scommesse eventualmente perdenti su risultato esatto, primo marcatore (dell’incontro e squadra), parziale/finale, tempo del primo gol e “combobet” (1×2 + Under/Over 2.5 e 1×2 + Gol/NoGol) se Rooney farà un gol durante la partita.

Paddy Power – che accredita sul conto dei nuovi clienti un bonus scommesse di 25€ netti a chi depositi almeno 10 euro – rimborserà tutte le scommesse singole perdenti su risultato esatto, 1X2 + Under/Over 2.5 e Vincente più Marcatore se ci saranno più di tre gol nel corso della partita.

Probabili formazioni
INGHILTERRA: Hart, Walker, Cahill, Smalling, Rose, Dier, Wilshere, Alli, Rooney, Kane, Vardy.
RUSSIA: Akinfeev, Smolnikov, V. Berezutski, Ignashevich, Schennikov, Glushakov, Golovin, Samedov, Kokorin, Shatov, Dzyuba.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (2.00, Betfair)
GOL (2.28, #)
OVER 5.5 CALCI D’ANGOLO SQUADRA IN CASA (1.65, #)
ALLI MARCATORE (4.25, Eurobet)
INGHILTERRA MAGGIORE POSSESSO PALLA (1.30, #)