Liga: Granada-Barcellona, Deportivo-Real, Atletico-Celta e Bilbao-Siviglia (sabato)

Pronostici Liga spagnola
Pronostici Liga spagnola

È l’ultima giornata di campionato, e sabato si giocano le quattro partite necessarie a stabilire chi vincerà il titolo tra Barcellona e Real Madrid, e chi arriverà quinto tra Celta Vigo e Athletic Bilbao.

GRANADA – BARCELLONA | sabato ore 17:00

Se tutto andrà come la stragrande maggioranza dei bookmaker e dei commentatori sportivi ritiene praticamente certo, un pezzo della vittoria di questo campionato il Barcellona lo avrà ottenuto dalla combinazione dei risultati complessivi della penultima giornata. Proprio grazie a quei risultati, il Granada, avversario del Barcellona in questa ultima giornata di campionato, ci arriva già salvo: se anche ci fosse un modo di rendere al Barcellona la vita più complicata, quella possibilità è diventata ancora più tenue dopo il rassicurante e conclusivo 4-1 del Granada a Siviglia nel turno scorso.

Il Barcellona scenderà in campo con la consapevolezza della necessità di vincere, perché sarà praticamente dato per scontato dalla squadra allenata da Luis Enrique che intanto il Real Madrid vinca facile a La Coruna. Come spesso succede nelle ultime giornate di campionato, è uno di quei casi in cui seguire le partite potrebbe notevolmente condizionarne l’andamento: se a La Coruna dovesse giungere notizia di un eventuale vantaggio già molto ampio del Barcellona alla fine del primo tempo, il Real potrebbe anche “mollare” un po’.

Nel Granada è ancora molto probabile l’assenza di Isaac Success, per le conseguenze dell’operazione fatta per ridurre la frattura al volto subita durante la partita dello scorso aprile contro il Levante.

Le probabili formazioni:
GRANADA: Andres Fernandes; Miguel Lopes, Babin, Costa, Biraghi; Ruben Perez, Doucouré, Rochina, Cuenca; El-Arabi, Penaranda.
BARCELLONA: Ter Stegen; Alves, Piqué, Mascherano, Alba; Busquets, Rakitic, Iniesta; Neymar, Messi, Suarez.

PROBABILE RISULTATO: 0-4
2/2 PARZIALE/FINALE (1.40, Bwin)
OVER 1,5 PRIMO TEMPO (1.65, Bwin)




 

DEPORTIVO LA CORUNA – REAL MADRID | sabato ore 17:00

Se fosse il Deportivo bisognoso di punti come lo era nell’ultima giornata della stagione scorsa contro il Barcellona, probabilmente questa partita il Real non vincerebbe. Per sua fortuna, vale il discorso fatto per il Barcellona: Deportivo e Granada arrivano a quest’ultima giornata a obiettivo minimo ormai raggiunto. È una situazione ben diversa, rispetto a quanto accaduto a Valencia la settimana scorsa, seppure molto clamorosamente, tra Levante e Atletico Madrid: per quanto ormai privo di obiettivi da raggiungere, il Levante giocava con l’orgoglio di chi sa di giocarsi l’ultima partita in casa in Primera División. Deportivo e Granada, comunque vada, ad agosto saranno ancora lì.

La vittoria per 3-2 contro il Valencia nel turno scorso, nonostante i tre punti, ha confermato alcuni punti deboli del Real Madrid, che a momenti ha anche rischiato di pareggiarla, quella partita. Per quanto positivo e fruttuoso possa essere ritenuto il lavoro svolto da Zidane in panchina, il Real continua a dare – nel migliore dei casi – l’impressione che i gol siano sempre effetto delle buone giocate individuali di qualcuno, più che di azioni collettive ben strutturate e particolarmente apprezzabili. E neppure in difesa va sempre tutto bene: quando il Real prende gol non capita in seguito a una “rara” occasione pericolosa degli avversari, bensì in una rara occasione in cui Keylor Navas – quest’anno tra i migliori, davvero – se ne lascia passare uno tra i tantissimi tiri che prende in ogni partita.

È un limite che, chiaramente, in una partita così importante il Real Madrid – con tutti i titolari in campo – farà di tutto per nascondere, quantomeno nelle prime fasi della partita; ma potrebbe tuttavia emergere nel secondo tempo, questo limite difensivo, nel caso in cui giungano nel frattempo informazioni chiare da Granada (e in fondo è lo scenario più probabile fra tutti).

Le probabili formazioni:
DEPORTIVO LA CORUNA: Manu Fernandez; Manuel Pablo, Arribas, Sidnei, Navarro; Mosquera, Borges, Cartabia, Fajr; Lucas Perez, Luis Alberto.
REAL MADRID: Navas; Carvajal, Pepe, Ramos, Marcelo; Casemiro, Kroos, Modric; Ronaldo, Bale, Benzema.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
X2 + GOL (1.80, Eurobet e SNAI)
SEGNA GOL SQUADRA CASA SECONDO TEMPO (2.35, Eurobet)

 

ATLETICO MADRID – CELTA VIGO | sabato ore 19:30

Delle due partite che restano da giocare all’Atletico Madrid in questa stagione, l’ultima di campionato contro il Celta Vigo è certamente quella meno importante. Tuttavia la finale di Champions League è ancora abbastanza lontana (la giocherà sabato 28 maggio a Milano contro il Real Madrid) e suona improbabile che Simeone mandi in campo le riserve rischiando di perdere l’ultima partita dell’anno al “Vicente Calderon”. Anzi: il rischio, a lasciar riposare i titolari troppo a lungo, potrebbe persino essere quello di farli arrivare al 28 maggio disabituati e con “poca gamba”. E infatti sono in molti tra i media sportivi spagnoli a dare come probabile nell’Atletico una formazione interamente composta da titolari, eccetto Carrasco, che è stato convocato ma forse non si è ancora completamente ripreso da una recente contusione alla caviglia.

Il Celta Vigo, come spiegato nei giorni scorsi, un obiettivo ce l’ha ancora ed è il quinto posto. Dando per probabile una concomitante vittoria dell’Athletic contro il Siviglia, al Celta per mantenere il quinto posto servirebbe per forza una vittoria, ossia una seconda sconfitta consecutiva per l’Atletico Madrid, per giunta in casa e al completo. E d’altronde anche nel Celta Vigo, considerando i titolari recenti, non manca nessuno a parte Cabral (Fontas e Beauvue sono fuori da parecchio). Il più probabile effetto di tutte queste premesse è che questa partita, per ragioni diverse ma ugualmente concrete, Atletico Madrid e Celta Vigo potrebbero giocarsela sul serio, magari con un po’ di attenzione in più – specialmente l’Atletico – a evitare contrasti pericolosi e rischi di infortunio.

Le probabili formazioni:
ATLETICO MADRID: Oblak; Juanfran, Savic, Godin, Filipe Luis; Gabi, Augusto Fernandez, Saul Niguez, Koke; Fernando Torres, Griezmann.
CELTA VIGO: Ruben Blanco; Jonny, Hugo Mallo, Sergi Gomez, Planas; Marcelo Diaz, Radoja; Orellana, Pablo Hernandez, Nolito; Aspas (o Guidetti).

PROBABILE RISULTATO: 1-1
1X + UNDER 3,5 (1.70, Eurobet)

 

ATHLETIC BILBAO – SIVIGLIA | sabato ore 19:30

Uno dei motivi principali che, nella “multpla del weekend” ci ha indotto a ritenere favorito l’Athletic Bilbao in questa partita contro il Siviglia è che il Siviglia al “San Mamés” ci andrà con le riserve. Mercoledì prossimo, infatti, il Siviglia – che in campionato non ha più alcun obiettivo – avrà una partita ben più importante: la finale di Europa League contro il Liverpool. E pochi giorni dopo, domenica 22, giocherà a Madrid la finale di Coppa del Re contro il Barcellona. Si capisce bene quindi perché tra i convocati da Unai Emery manchino, tra gli altri: Gameiro, Banega, Vitolo, Reyes e Pareja, oltre agli infortunati Krohn-Deli e Tremoulinas (ma per rivedere questi due in campo ci vorrà molto tempo).

Al contrario l’Athletic scenderà in campo per giocarsela: si trova al sesto posto con un punto in meno rispetto al Celta Vigo, su cui è però in vantaggio negli scontri diretti (servirebbe in caso di arrivo a pari punti). Sebbene quest’anno ci siano significative possibilità che a qualificarsi per la prossima edizione dell’Europa League senza passare per i preliminari siano sia la quinta che la sesta squadra in classifica, il quinto posto è un obiettivo che sia il Celta che l’Athletic Bilbao cercheranno di raggiungere: tanto più se i loro rispettivi avversari, Atletico Madrid e Siviglia, non hanno più niente da chiedere al campionato.

Ci sono anche ragioni piuttosto recenti di rivalsa, alla base del pronostico favorevole all’Athletic Bilbao contro il Siviglia: sarà la quarta volta che queste due squadre si affrontano in questa stagione, e all’Athletic è andata sempre male. Dopo aver perso per 2-0 la partita di campionato del girone di andata, l’Athletic è anche stato eliminato ai quarti di Europa League con una sconfitta per 2-1 al “San Mamés” a una amarissima vittoria per 2-1 al “Ramón Sánchez-Pizjuán”, che ha reso necessario giocare i tempi supplementari e poi i calci di rigore. Era una competizione a cui l’Athletic teneva moltissimo, quest’anno, e c’è da presumere che questa partita sarà giocata con una certa attenzione e dedizione da parte di quei giocatori dell’Athletic delusi per come siano finite le cose in Europa League proprio per mano del Siviglia.

A parte i difensori Laporte e De Marcos (e forse ancora Etxeita, che non si è del tutto ripreso), al Bilbao non mancherà alcun titolare.

Le probabili formazioni:
ATHLETIC BILBAO: Iraizoz; Lekue, Boveda, Gurpegi, Balenziaga; San José, Benat; Muniain, Raul Garcia, Williams; Aduriz.
SIVIGLIA: Rico; Coke, Rami, Kolo, Escudero; Cristoforo, Carrico; Curro, Iborra, Konoplyanka; Llorente.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.36, William Hill e #)