Champions League: Real Madrid-Manchester City

Champions League

Real Madrid e Manchester City si sfidano nella partita di ritorno della semifinale di Champions League, finita 0-0 all’andata in Inghilterra: ecco approfondimenti, probabili formazioni e pronostici.

REAL MADRID – MANCHESTER CITY | mercoledì ore 20:45

Il Real Madrid prima della partita di andata era dato come favorito per il passaggio del turno da parte dei bookmaker. Il risultato di 0-0 della partita di andata giocata a Manchester lo vede ancora come più probabile finalista (la quota per la qualificazione è 1.44 su Bet365), eppure il City per passare il turno ha a disposizione – se riuscirà a fare almeno un gol – due risultati su tre. Il pareggio con gol eliminerebbe il Real Madrid, ma il City sarà capace di uscire imbattuto dallo stadio “Santiago Bernabeu”? Solo il 31% delle squadre che hanno pareggiato la partita di andata 0-0 in casa hanno poi superato il turno nella storia della fase a eliminazione diretta di Champions League (9 su 29). Il Real Madrid in questa stagione ha vinto tutte le partite giocate in casa in questa competizione senza subire gol, inoltre delle ultime diciannove partite giocate al Santiago Bernabeu in Champions League ne ha vinte ben diciassette.

Che hanno fatto in campionato, nel frattempo

Il Real Madrid è ancora in corsa per la vittoria della Liga, anche se al momento pare improbabile che la squadra allenata da Zidane riesca a laurearsi campione di Spagna. Il Real Madrid ha un punto in meno di Barcellona e Atletico Madrid prime in classifica a pari punti, servirebbe quindi una mancata vittoria nelle ultime due giornate da parte di entrambe le squadre che la precedono in classifica. Il Real Madrid ha però dimostrato di crederci ancora: pur privo di Cristiano Ronaldo è andato a vincere una partita non facile in casa della Real Sociedad, grazie a un gol nel finale di Gareth Bale. In assenza del portoghese, Bale sta facendo gol importanti. I punti di forza più conosciuti di Bale sono la velocità e la potenza e precisione del suo mancino, in questa stagione ha messo in mostra un’altra abilità visto che ha fatto ben 9 gol di testa, nessuno nei principali campionati europei ha fatto di meglio.

Il Manchester City ha perso 4-2 in casa del Southampton e ha detto probabilmente addio alle ultime speranze di arrivare al terzo posto, valevole la qualificazione diretta alla fase a gironi di Champions League: l’Arsenal ha tre punti in più a due giornate dal termine, ora sarà importante proteggere il quarto posto, visti i quattro punti di vantaggio sul Manchester United che è quinto ma ha una partita da recuperare. L’allenatore Pellegrini ha tenuto a riposo nella partita di sabato parecchi titolari, tra cui Kompany, Sagna, Clichy, Fernando, De Bruyne e Aguero, motivo per cui la sconfitta – pur preoccupante per i quattro gol subiti – non fa testo in vista della ben più importante partita di questo mercoledì.

Che partita è stata Manchester City-Real Madrid all’andata

L’assenza di Cristiano Ronaldo ha condizionato parecchio l’andamento della partita. Il Manchester City ha deciso di difendersi provando a ripartire – quando possibile – in contropiede. Il Real Madrid ha fatto maggiore possesso palla e ha creato – dopo un primo tempo molto noioso – parecchie palle gol, neutralizzate dal portiere avversario Hart che alla fine è stato il migliore in campo. Il Real ha dato una netta sensazione di superiorità e probabilmente con Cristiano Ronaldo in campo la partita di andata l’avrebbe vinta.

Chi gioca

Il dubbio principale nella formazione del Real Madrid riguarda proprio Cristiano Ronaldo. Secondo il quotidiano sportivo spagnolo “As” il portoghese avrebbe detto ai compagni di essere sicuro di potere scendere in campo contro il Manchester City, dopo avere saltato tre partite consecutive (Rayo Vallecano, Manchester City e Real Sociedad) per un problema al vasto laterale nella settimana precedente alla semifinale di andata, poi un altro al bicipite femorale nell’allenamento di lunedì scorso. Già domenica Ronaldo è tornato ad allenarsi col gruppo e il suo ritorno in campo è ormai sicuro. Con CR7 in campo le possibilità di qualificazione del Real Madrid aumentano vertiginosamente. Dal 2009 a oggi il portoghese non ha partecipato solo a sette delle ottanta partite di Champions League giocate dal Real Madrid: da allora il Real ha vinto il 71% delle partite in cui ha giocato contro il 43% delle vittorie nelle partite in cui non c’era (3 su 7, inclusa quella di andata). Cristiano Ronaldo ha inoltre partecipato attivamente al 77% dei gol fatti dal Real in questa competizione.

A parte il dubbio legato a Cristiano Ronaldo, la formazione del Real Madrid è già fatto: 4-3-3 con uno tra Jesé e Lucas Vazquez al posto dell’infortunato Benzema in attacco. A centrocampo mancherà però Casemiro – molto importante per l’equilibrio che riesce a dare alla squadra – e Zidane per sostituirlo dovrebbe inserire Isco, calciatore dalle caratteristiche completamente differenti visto che si tratta di un trequartista.

Il Manchester City rispetto alla partita di andata dovrà fare a meno di David Silva, ed è una perdita importante. Per il resto sarà 4-2-3-1 con l’unico dubbio che riguarda la presenza in campo o meno dell’acciaccato Yaya Tourè sulla trequarti. In caso di assenza dell’ivoriano potrebbe giocare al suo posto Sterling, con De Bruyne spostato al centro e Jesus Navas sull’altra fascia.

Che partita potrebbe uscirne al ritorno

Il Real Madrid già nella partita di andata giocata in trasferta – dove solitamente i risultati sono di gran lunga peggiori rispetto alle partite giocate in casa – ha mostrato la sua superiorità rispetto al Manchester City, che poche volte è riuscito a ripartire in contropiede. Il Real Madrid non è impeccabile in difesa ma ha comunque la fortuna di ritrovarsi un portiere di altissimo livello, forse sottovalutato dalla stampa internazionale per quello che è stato il suo rendimento in queste ultime due stagioni: Keylor Navas ha mantenuto la sua porta inviolata in dieci delle undici partite giocate in Champions League, parando ben 30 dei 32 tiri fatti verso la sua porta in questo parziale.

Il rendimento stagionale del Manchester City in trasferta non è da squadra di altissimo livello: ha già perso otto volte in stagione (Tottenham, Juventus, Stoke, Arsenal, Everton, Chelsea, Liverpool e Southampton) e le tredici vittorie sono arrivate per lo più contro squadre di bassa classifica di Premier League.

L’unica speranza per il Manchester City di passare il turno probabilmente è quella di un pareggio con gol. Rispetto alla partita di andata, il Real Madrid anche per la presenza in campo di Cristiano Ronaldo dovrebbe assumere un atteggiamento tattico più offensivo. In questa stagione diversi calciatori del Real Madrid posizionati in zone centrali del campo hanno mostrato una preoccupante tendenza a perdere lucidità in alcune fasi della partita: anche ai migliori tra loro (Modric) è capitato di perdere il pallone nel tentativo di compiere passaggi in verticale non necessari, o sbagliando il primo controllo. È una circostanza che potrebbe favorire le ripartenze di De Bruyne e Aguero, calciatori che se in giornata sanno essere micidiali in contropiede. Un gol il City potrebbe anche farlo, ma il Real Madrid nel 2016 solo in due occasioni in casa ha fatto meno di tre gol, restando a secco solo contro l’organizzatissima difesa dell’Atletico Madrid di Simeone.

Questa partita di ritorno dovrebbe essere più divertente e aperta rispetto alla partita di andata, ci sono tre variabili in più per puntare convinti sui gol: Cristiano Ronaldo giocherà dando maggiore forza alla manovra offensiva, non ci sarà Casemiro – fondamentale in fase di non possesso palla – e l’eventuale gol del Manchester City che costringerebbe il Real Madrid alla vittoria per ottenere la qualificazione, sbilanciandosi ancora di più.

Le probabili formazioni:
REAL MADRID: Navas, Carvajal, Ramos, Pepe, Marcelo, Modrić, Kroos, Isco, Bale, Jesé, Ronaldo.
MANCHESTER CITY: Hart, Sagna, Otamendi, Kompany, Clichy, Fernando, Fernandinho, Navas, De Bruyne, Sterling (Yaya Tourè), Agüero.

PROBABILE RISULTATO: 3-1
1 (1.53, Bet365)
OVER 2.5 (1.66, Bet365)
OVER 1.5 SECONDO TEMPO (1.83, Bet365)
GOL (1.80, Bet365)