Liga: Siviglia-Deportivo, Rayo-Villarreal, Atletico-Granada e Barcellona-Valencia (domenica)

Pronostici Liga spagnola
Pronostici Liga spagnola

Le probabili formazioni, i pronostici e le altre cose riguardo quattro partite che si giocano domenica nel campionato spagnolo.

SIVIGLIA – DEPORTIVO | domenica ore 16:00

Domenica pomeriggio il Siviglia avrà contro il Deportivo La Coruna una partita non facile, allo stadio “Ramon Sánchez-Pizjuán”, dove giovedì scorso il Siviglia se l’è vista bruttissima contro l’Athletic Bilbao nel ritorno dei quarti di Europa League: è finita 2-1 per l’Athletic, e il Siviglia è riuscito a qualificarsi soltanto ai rigori, dopo aver mostrato nel corso della partita una forma atletica tutt’altro che buona. Molti giocatori sono sembrati stanchi, e alcuni hanno dovuto “mollare” prima della fine dei tempi supplementari (Gameiro era steso in campo dal dolore dovuto ai crampi).

In campionato sia Siviglia che Deportivo se la passano abbastanza male: nel turno scorso il Siviglia ha perso 2-1 al “Mestalla” contro il Valencia, ed è stata la terza sconfitta consecutiva; il Deportivo in casa ha resistito un tempo soltanto contro l’eccellente Las Palmas di questo finale di stagione, prima di prendere tre gol nel secondo tempo e perdere 3-1. Sta giocando senza i due portieri infortunati Fabricio e Lux, il Deportivo, e non era certamente previsto che Manu Fernández giocasse queste partite da titolare. In più mancherà ancora il centrale di difesa, Arribas, squalificato. Il giocatore che può fare la differenza – e segnare a qualsiasi squadra, Siviglia compreso – è Lucas Perez.

Il Siviglia ha subìto almeno due gol nelle ultime quattro partite di campionato, e cinque delle ultime sei partite giocate dal Deportivo sono finite con almeno tre gol. Esistono le premesse per una partita da “gol”, anche considerando il fatto che nel Siviglia giocheranno diverse riserve, per dare respiro a quelli che giovedì si sono fatti 120 minuti e passa di partita.

Le probabili formazioni:
SIVIGLIA: Sergio Rico; Coke, Rami, Kolo, Escudero; N’Zonzi, Krychowiak; Vitolo, Banega, Reyes; Llorente.
DEPORTIVO: M. Fernandez; Juanfran, Lopo, Sidnei, Navarro; Borges, Mosquera, Luis Alberto; Luisinho, Fajr; Lucas Perez.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
GOL (1.60, Betfair, Eurobet e SNAI)




 

RAYO VALLECANO – VILLARREAL | domenica ore 18:15

Dopo la trasferta di giovedì scorso a Praga, il Villarreal – stabilmente quarto in classifica con +8 punti sulla quinta e -12 dalla terza – affronta una squadra molto pericolosa in casa, il Rayo Vallecano, che ha una certa necessità di far punti: si trova in quintultima posizione con solo tre punti di vantaggio sull’attuale zona retrocessione (peraltro affollatissima). Oltre alla possibile stanchezza derivante dalla trasferta in Repubblica Ceca, il Villarreal avrà anche lo svantaggio di giocare senza gli squalificati Soriano e Rukavina (oltre agli infortunati Musacchio e Bonera, ormai indisponibile da diverse settimane).

Nel Rayo, d’altra parte, mancheranno per squalifica il portiere Yoel Rodriguez e Baena, e si tratta in entrambi i casi – benché Yoel si alterni spesso con Juan Carlos – di assenze che lasciano scoperte zone del campo in cui il Rayo ha già una certa carenza a causa dei numerosi infortuni di questa stagione (Toño, Jozabed, Piti, Ebert). È però il genere di partita in cui Jémez chiederà alla squadra di non lasciare niente agli avversari e di attaccare ogni spazio per cercare di ottenere la vittoria (oltre alle due punti, Miku e javi Guerra, potrebbe anche valutare di spostare Llorente in avanti per sfruttare le sue qualità tecniche). Ma per quanto il Villarreal possa essere stanco dopo l’impegno di Europa League (comunque ci sarà parecchio turnover, presumibilmente in attacco), è difficile immaginare che la difesa e il portiere del Rayo possano concludere una partita contro un avversario del genere senza subire gol. Al Villarreal, anche nel caso in cui dovesse “steccare” la partita, basterebbero un paio di azioni di Denis Suarez per mettere in crisi la linea difensiva del Rayo.

Le probabili formazioni:
RAYO VALLECANO: Juan Carlos; Quini, Crespo, Ze Castro, Tito; Llorente, Trashorras; Pablo Hernandez, Bebé; Miku, Guerra.
VILLARREAL: Asenjo; Mario Gaspar; Bailly, Victor Ruiz, Costa; Trigueros, J. Dos Santos, Castillejo, Denis Suarez; Baptistao, Adrian Lopez.

PROBABILE RISULTATO: 2-2
GOL (1.66, Bet365)
1X + GOL (2.30, Eurobet)

 

ATLETICO MADRID – GRANADA | domenica ore 18:15

Con la vittoria quasi “epica” per 2-1 ottenuta mercoledì scorso al “Vicente Calderon” contro il Barcellona, l’Atletico ha svoltato una stagione che stava già andando piuttosto bene, considerate le previsioni estive (Barcellona e Real Madrid sono generalmente ritenute due squadre tecnicamente superiori). Ora invece si ritrova in semifinale di Champions (affronterà il Bayern Monaco, il 27 aprile e il 3 maggio) e al secondo posto in classifica in campionato con solo tre punti in meno rispetto al Barcellona. Come spiegato nei giorni scorsi, l’Atletico a questo punto non può “permettersi” di lasciare punti per strada e trascurare – non l’avrebbe fatto comunque, probabilmente: c’è da guardarsi dal Real, terzo – una competizione che fino a tre settimane fa il Barcellona sembrava aver già vinto.

Contrariamente a una tendenza mostrata nel corso di tutta la stagione, l’Atletico Madrid in cinque delle ultime sei partite di campionato ha segnato almeno tre gol. Si deve, questa inversione di tendenza, principalmente alla buona forma di Fernando Torres, che non ha potuto giocare per squalifica la partita di ritorno dei quarti contro il Barcellona, ma che quasi certamente farà coppia con Griezmann nella partita contro il Granada. E ciononostante una grande quantità di gol stavolta appare meno probabile: il Granada gioca per qualcosa (la salvezza), e ultimamente ha mostrato maggiore attenzione soprattutto in fase difensiva (sei delle ultime sette partite giocate dal Granada sono finite con meno di tre gol).

Nell’Atletico dovrebbe mancare ancora Gimenez, infortunato, alla cui assenza in difesa si aggiunge stavolta quella dello squalificato Filipe Luis: la linea difensiva dovrebbe essere composta da Godin e Savic centrali, con Juanfran a destra e Lucas Hernández a fare da terzino sinistro. È una linea abbastanza insolita ma comunque di gran qualità. Nel Granada l’assenza pesante è quella dello squalificato Isaac Success, il cui posto da esterno sinistro dovrebbe essere occupato da Cuenca, con Rochina sulla fascia opposta. In attacco Peñaranda e Barral.

Le probabili formazioni:
ATLETICO MADRID: Oblak; Juanfran, Savic, Godin, Hernandez; Gabi, Saul Niguez, Koke, Carrasco; Griezmann, F. Torres.
GRANADA: A. Fernández, Foulquier, Babin, Ricardo Costa, Biraghi; Doucouré, Ruben Perez, Cuenca, Rochina; Peñaranda, Barral.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 + UNDER 3,5 (1.75, SNAI)

 

BARCELLONA – VALENCIA | domenica ore 20:30

Per venire fuori dal momento più complicato della stagione, il Barcellona deve possibilmente vincerle tutte da qui alla fine, e cioè vincere campionato e Coppa del Re come obiettivo minimo (e anche massimo, a questo punto). Per quanto riguarda il campionato, domenica sera avrà un’occasione relativamente facile: affronterà in casa quello che, a questo punto della stagione, può essere definito senza esagerazioni il peggior Valencia degli ultimi trent’anni. Il Barcellona dovrà chiaramente fare attenzione, ché da quando Pako Ayestarán è diventato primo allenatore ad interim della squadra il Valencia sembra quantomeno messo meglio in campo; ma si tratta in ogni caso di una partita con uno squilibrio tecnico forse mai così esteso come ora tra queste due squadre, e peraltro ulteriormente ampliato dalle stringenti motivazioni del Barcellona.

Nel Barcellona mancherà per squalifica Arda Turan, la cui prima stagione con Messi e gli altri può essere ritenuta un sostanziale fallimento: ha cominciato a giocare solo da gennaio, e d’accordo, ma l’integrazione “mentale” con la squadra più forte al mondo – almeno fino all’altro ieri – non è mai avvenuta (senza considerare, ora, la beffa di esser stato buttato fuori dalla Champions proprio dalla sua ex squadra). Continuano a essere indisponibili ancora Mathieu, Vermaelen e Ramirez, ma si tratta in tutti i casi di giocatori non titolari. Il Barcellona scenderà in campo con i migliori, e solo per vincere.

Le probabili formazioni:
BARCELLONA: Bravo; Sergi Roberto (o Dani Alves), Piqué, Mascherano, Alba; Busquets, Rakitic, Iniesta; Messi, Neymar, Suarez.
VALENCIA: Diego Alves; Cancelo, Mustafi, Abdennour, Gayà; Fuego, Andre Gomes, Parejo; Santi Mina, Rodrigo, Alcacer.

PROBABILE RISULTATO: 3-1
1 con handicap 0:1 (1.44, Bet365)
1 + GOL (2.25, Betfair, Eurobet e SNAI)