Europa League: Siviglia-Athletic Bilbao e Sparta Praga-Villarreal

Si giocano le partite di ritorno dei quarti di Europa League: all’andata il Siviglia in trasferta ha battuto 2-1 l’Athletic, e il Villarreal ha vinto in casa 2-1 contro lo Sparta Praga. Ecco le probabili formazioni, i pronostici e le cose da aspettarsi in queste due partite.

SIVIGLIA – ATHLETIC BILBAO | giovedì ore 21:05

È probabilmente una delle partite più interessanti in questo ritorno dei quarti di Europa League: Siviglia-Athletic Bilbao, in Italia, sarà trasmessa in chiaro, gratis, anche su TV8 (che si vede sul digitale terrestre e fino a qualche tempo fa era MTV). Siviglia e Athletic Bilbao, come noto a chi segue anche le cose della Liga, si stanno giocando il sesto posto in campionato: nel turno scorso l’Athletic ha superato il Siviglia in classifica, e in generale sta attraversando un periodo di forma apparentemente migliore rispetto a quella del Siviglia, che ha perso le ultime tre partite di campionato (l’ultima contro il Valencia in trasferta, 2-1). La partita di andata dei quarti di finale di Europa League, tuttavia, è stata vinta dal Siviglia 2-1 al “San Mamés”, che è un gran risultato considerando sia la difficoltà di giocare in quello stadio sia il fatto che l’Athletic per cinquanta minuti buoni ha giocato benissimo.

Dopo aver segnato il gol del provvisorio vantaggio grazie a un colpo di testa di Aduriz (che in precedenza aveva anche colpito un palo, sempre di testa), l’Athletic ha commesso il genere di errori difensivi che più volte in questa stagione gli è capitato di commettere. Un retropassaggio corto, e molto incauto, di Muniain a Herrerin ha permesso a Banega di prendere il pallone e darlo a Kolo, che ha segnato il gol del pareggio a porta vuota (poi, inquadrato dalle telecamere, Muniain in panchina era in lacrime). Iborra, appena entrato, ha poi segnato il gol del 2-1 raccogliendo un gran passaggio filtrante di Gameiro. Risultato: l’Athletic ha perso una partita che per lunghi tratti aveva giocato meglio del Siviglia. E ora, per la qualificazione, è durissima.

Pur in una stagione non esaltante, di 25 partite giocate allo stadio “Ramón Sánchez-Pizjuán” il Siviglia ne ha vinte 21. È una squadra che, pur avendo forse perso qualcosa in qualità in assoluto, alla fine è riuscita a integrare, grazie al paziente lavoro di Emery, sia i nuovi giocatori sia quelli chiamati a caricarsi sulle spalle una maggiore responsabilità rispetto a prima (Gameiro dopo la partenza di Bacca). Stasera dovrà fare a meno di Banega, squalificato per somma di ammonizioni: è un’assenza piuttosto pesante, teoricamente, ma rimediabile, ché il Siviglia, a conti fatti, i suoi migliori giocatori lì ha proprio in quel reparto.

Nell’Athletic c’è un’altra assenza altrettanto pesante, se non di più: quella di Inaki Williams, un giocatore che per caratteristiche tecniche non ha adeguati sostituti nella rosa. C’è però Raul Garcia, tutto un altro giocatore, ma potenzialmente molto utile: non è esattamente il genere di partita adatta a lui (l’Athletic deve attaccare a testa bassa: deve segnarne almeno due) e quindi non è da escludere che al suo posto possa giocare Eraso, o subentrare a partita in corso. Più volte nel corso della stagione, la squadra allenata da Valverde è sembrata tenere moltissimo a questa competizione: c’è da aspettarsi molta determinazione ed eventualmente, con il passare dei minuti, molto nervosismo in campo se le cose non dovessero mettersi bene per l’Athletic (e ci proveranno sul serio, a giocarsela, dato che il discorso per la qualificazione è complicato ma non del tutto chiuso).

Le probabili formazioni:
SIVIGLIA: David Soria; Coke, Rami, Kolo, Escudero; Krychowiak, N’Zonzi; Vitolo, Krohn-Dehli, Iborra; Gameiro.
ATHLETIC BILBAO: Herrerin; De Marcos, Etxeita, Bóveda, Balenziaga; San José, Beñat, Susaeta, Raúl García; Muniain, Aduriz.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
GOL (1.62, Eurobet)
OVER 5,5 CARTELLINI (2.20, Bet365)




 

SPARTA PRAGA – VILLARREAL | giovedì ore 21:05

Pur essendo un risultato sostanzialmente positivo, la vittoria per 2-1 ottenuta al “Madrigal” la settimana scorsa non permette al Villarreal di affrontare con superficialità la partita di ritorno dei quarti di Europa League (guarda il Barcellona che ha combinato, con un 2-1 in casa all’andata). In questa stagione, praticamente, lo Sparta Praga non ha ancora mai perso una partita in casa, se si esclude la sconfitta per 3-2 contro il CSKA nei playoff di Champions League ad agosto. È una squadra che non segna “a valanga”, ma comunque molto efficace in contropiede e nelle ripartenze: esattamente il genere di partita che contro il Villarreal non potrà fare, dato lo svantaggio maturato all’andata. E il Villarreal, nonostante la prolungata assenza di Musacchio, ha dimostrato in questa stagione di essere migliorato tantissimo proprio in quel reparto, la difesa.

Per questa partita rientrerà anche il terzino sinistro Rukavina, assente per squalifica nella partita di andata. E a centrocampo, all’occorrenza, potrebbe eventualmente entrare a partita in corso anche Dos Santos (Jonathan, il fratello “buono”: l’altro, quello di talento ma svogliato, alla fine è finito negli Stati Uniti, a giocare con i LA Galaxy). Dos Santos si è finalmente ripreso dal recente infortunio: ha giocato nel turno di campionato contro il Getafe, battuto 2-0, entrando al 77° al posto di Denis Suarez.

I problemi di formazione li ha invece lo Sparta Praga, privo in difesa sia di Brabec che di Costa Nhamoinesu, squalificati, e di Mazuch, infortunato. Non è neanche chiaro se Holek – sostituito per infortunio nella partita di andata e non convocato per la seguente partita di campionato – sarà in campo oppure no, ma molto probabilmente no. A causa di queste assenze Zdenek Scasny sarà costretto a inventarsi qualcosa di diverso, probabilmente una difesa a quattro ma con giocatori non titolari o altri non del tutto abituati a giocare in quel ruolo.

Le probabili formazioni:
SPARTA PRAGA: Bicik; Zahustel, Kovac, Marecek, Konate; Matejovsky, Frydek; Dockal, Fatai, Julis; Lafata.
VILLARREAL: Areola (o Asenjo); Mario Gaspar, Bailly, Víctor Ruiz, Costa; Bruno Soriano, Trigueros, Denis Suárez, Castillejo; Soldado, Bakambu.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
SEGNA SQUADRA OSPITE 2° TEMPO (1.57, SNAI )
TEMPO CON PIÙ GOL: SECONDO (2.00, Bet365)