Europa League: Villarreal-Sparta Praga e Athletic Bilbao-Siviglia

I pronostici, le probabili informazioni e le informazioni minime riguardo le partite dei quarti di finale di Europa League delle tre squadre spagnole, due delle quali giocano contro: Athletic Bilbao e Siviglia.

VILLARREAL – SPARTA PRAGA | giovedì ore 21:05

Lo Sparta Praga si è qualificato ai quarti di finale di Europa League dopo essersi classificato al secondo posto nel gruppo K (dietro lo Schalke e davanti ad Asteras e APOEL) e aver eliminato il Krasnodar nei sedicesimi (1-0 in casa all’andata, 3-0 in trasferta al ritorno) e, come noto, la Lazio negli ottavi (1-1 in casa all’andata e 3-0 in trasferta al ritorno). Questa contro il Villarreal sarà quindi la prima partita della fase a eliminazione diretta in cui lo Sparta Praga gioca la prima in trasferta e il ritorno in casa. Nel campionato ceco è attualmente – e stabilmente da diverse settimane – in seconda posizione con 50 punti in 22 partite, nove punti in meno rispetto al Viktoria Plzeň, primo, e cinque in più rispetto al Mladá Boleslav, terzo.

Il Villarreal è una delle squadre più forti e complete del campionato spagnolo, se si escludono da questa considerazione, naturalmente, le tre squadre nettamente più forti di tutte le altre (Barcellona, Atletico e Real Madrid). Si trova attualmente in quarta posizione, con dodici punti in meno rispetto al Real, terzo, e otto punti in più rispetto al Celta Vigo, quarto. Insieme a Celta Vigo, Siviglia e Athletic Bilbao, tra le squadre “normali”, il Villarreal è quella che nella liga spagnola ha mostrato maggiore costanza di risultati positivi, specialmente nel girone di andata, grazie a un’ottima organizzazione anche in fase difensiva, un aspetto in cui il Villarreal l’anno scorso aveva mostrato maggiori lacune (anche a causa di una imprevedibile e sciagurata serie di infortuni, la cui coda sta producendo effetti tuttora: Musacchio, per dire, non si è ancora del tutto ripreso).

Nel fine settimana scorso, con Adrián Lopez in attacco al posto di Bakambu, il Villarreal è riuscito a interrompere una recente serie di risultati deludenti battendo 2-1 in trasferta l’Eibar, una squadra che, dopo un eccellente girone di andata, sta precipitando in classifica più o meno come nella passata stagione (in cui è riuscita a salvarsi quasi per miracolo: quest’anno, in teoria, ha un margine più ampio sulla soglia salvezza, poi va’ a sapere). Più che dei suoi attaccanti titolari Soldado e Bakambu, piuttosto discontinui e imprevedibili, gran parte del merito dei successi del Villarreal in questa stagione sono da attribuire al centrocampista e capitano Bruno Soriano, giocatore di grande esperienza e qualità, e al trequartista Denis Suarez, un ventiduenne spagnolo bravissimo tecnicamente e anche molto intelligente tatticamente.

In difesa il Villarreal sarà certamente priva degli infortunati Musacchio e Bonera, infortunati, e di Rukavina, squalificato; ma quantomeno recupera il terzino Jaume Costa, assente da oltre due mesi, e gli altri tre della linea difensiva – Bailly, Victor Ruiz e Adrian Marin – si sono comportati relativamente bene insieme.

Lo Sparta Praga nelle precedenti partite soprattutto in trasferta ha dimostrato di essere molto abile nelle ripartenze, ma il Villarreal è un tipo di squadra che lascia pochi spazi e che si mantiene sempre molto corta. A questo giro sarà difficile sorprendere gli avversari come fatto col Krasnodar e con la Lazio.

Le probabili formazioni:
VILLARREAL: Areola; Mario Gaspar, Bailly, Víctor Ruiz, Marín; Bruno Soriano, Trigueros, Denis Suárez, Castillejo; Soldado, Bakambu.
SPARTA PRAGA: Bicik; Zahustel, Brabec, Holek, Costa; Matejovsky, Marecek; Dockal, Frydek, Konate; Sural.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.50, Bet365)
MULTIGOL: 1-3 (1.38, Eurobet)




 

ATHLETIC BILBAO – SIVIGLIA | giovedì ore 21:05

Athletic Bilbao e Siviglia, avversari nei quarti di finale di Europa League, al momento sono anche nella classifica del campionato spagnolo protagonisti di una sfida quantomeno per il quinto e il sesto posto, quelli validi per la qualificazione all’Europa League della prossima stagione. Hanno entrambi 48 punti, si trovano al sesto e settimo posto, e fanno la corsa principalmente sul Celta Vigo, che ne ha 49, e teoricamente anche sul Villarreal, più distante, al quarto posto con 57 punti. Il Siviglia, come noto, ha vinto le ultime due più recenti edizioni dell’Europa League (oltre a quelle del 2006 e 2007); l’Athletic cercherà di batterlo e proseguire in una manifestazione in cui quest’anno ha giocato molto bene. Si tratta di due squadre che praticano un gioco molto simile, molto duro, per quanto riguarda gli scontri fisici e i contrasti con gli avversari: in campionato sono la quarta e la quinta squadra per numero di gol segnati su calcio piazzato, ed entrambe sono in cima alla classifica delle percentuali di contrasti aerei vinti a partita (55%).

È una sfida, questa dei quarti di Europa League, che vede anche di fronte due attaccanti storici dell’Athletic Bilbao. Uno è l’attaccante titolare attuale, Aduriz, capocannoniere dell’Europa League con otto gol, che benché non giovanissimo è una delle più apprezzate prime punte spagnole in circolazione. L’altro è Fernando Llorente, ex attaccante della Juventus e ora riserva nel Siviglia, cresciuto calcisticamente a Bilbao e per quasi dieci anni attaccante dell’Athletic, i cui tifosi non hanno molto gradito la sua scelta di andar via (a volte, al “San Mamés”, quando le cose si mettono bene parte il coro «Llorente chi?»). Difficilmente sarà in campo contro la sua ex squadra, dal momento che l’allenatore del Siviglia Unai Emery ha finora dimostrato di apprezzare maggiormente la velocità in contropiede del ventottenne francese Kevin Gameiro, ritenendola più utile e adatta al gioco della squadra. Il tipo di partita molto “fisica” che potrebbe uscirne contro l’Athletic, sia all’andata che al ritorno, non esclude comunque un utilizzo di Llorente a partita in corso.

L’Athletic sarà privo di due importanti giocatori: in difesa Laporte, infortunato, e sulla trequarti Raul Garcia, squalificato. Al posto di Laporte dovrebbe giocare Gurpegi, com domenica scorsa in campionato contro il Granada, mentre la sostituzione di Raul Garcia è più problematica: sia perché Raul Garcia è un calciatore fisicamente e tatticamente insostituibile, sia perché quello che la suo posto si è finora comportato meglio, Sabin Merino, manca pure lui (è infortunato). Quindi in campo in quel ruolo andrà probabilmente uno tra Muniain ed Eraso, con Susaeta alle spalle di Aduriz. Per fortuna dell’Athletic nel frattempo è tornato tra i disponibili Inaki Williams, l’esterno d’attacco che ha giocato benissimo (e segnato molto) nel corso della prolungata assenza invernale di Raul Garcia.

Un dato piuttosto notevole riguardo il Siviglia, ormai citato e riportato da molti osservatori, è che la squadra allenata da Emery, se si escludono i risultati di Coppa del Re, in questa stagione non ha ancora mai vinto una partita in trasferta. Nel girone di andata del campionato ha già battuto l’Athletic, 2-0, ma in casa, al “Ramón Sánchez-Pizjuán” (e quella di ritorno devono ancora giocarla: è l’ultima di campionato, tra l’altro).

Non dovrebbero esserci assenze rilevanti nel Siviglia, se si considera che sia Konoplyanka che Krohn-Dehli sono rientrati da poco in seguito ai loro recenti rispettivi infortuni. Data l’importanza della posta in palio, non è chiaro se in porta continuerà a giocare David Soria, il portiere delle coppe, o se piuttosto ci sarà il più affidabile Sergio Rico, titolare in campionato. Emery conta inoltre di aver recuperato anche N’Zonzi, che per il tipo di partita che potrebbe uscirne contro l’Athletic, lì sulla mediana potrebbe tornare utilissimo. Sono a disposizione anche Krychowiak, Iborra e Vitolo, con quest’ultimo favorito per il posto da titolare con Banega alle spalle di Gameiro.

Le probabili formazioni:
ATHLETIC BILBAO: Herrerín; De Marcos, Bóveda, Etxeita, Balenziaga; San José, Beñat; Williams, Eraso, Susaeta; Aduriz.
SIVIGLIA: Soria; Coke, Rami, Kolo, Tremoulinas; Krychowiak, N’Zonzi; Vitolo, Banega, Krohn-Dehli; Gameiro.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
1X + UNDER 3.5 (1.70, Eurobet)
OVER 5.5 CARTELLINI (2.10, Bet365)
COME VIENE SEGNATO IL PRIMO GOL? COLPO DI TESTA (5.00, Bet365)