Champions League: Manchester City-Dinamo Kiev (martedì)

Champions League

Il Manchester City ha vinto la partita di andata giocata in trasferta col risultato di 3-1, alla Dinamo Kiev servirebbe un miracolo per ottenere la qualificazione ai quarti di finale.

MANCHESTER CITY – DINAMO KIEV | martedì ore 20:45

Il Manchester City già prima della partita di andata era favorito per il passaggio del turno, dopo la larga vittoria col risultato di 3-1 nella sfida di Kiev la quota per la qualificazione si è abbassata a 1.01 su Bet365 (la quota per il passaggio del turno della Dinamo Kiev è 26): secondo i quotisti dei bookmaker agli ucraini servirebbe un miracolo.

Il Manchester City potrebbe così qualificarsi per la prima volta nella sua storia ai quarti di finale di Champions League. Vedere il City già quasi sicuro del passaggio del turno aumenta i rimpianti della Juventus, che perdendo l’ultima partita del girone in casa del Siviglia è stata superata proprio dalla squadra di Manchester al primo posto, che ha poi permesso un sorteggio più facile. Lo stesso allenatore Pellegrini ha ammesso che per questo storico traguardo – ancora da raggiungere – è stato fondamentale terminare il girone al primo posto, come non era avvenuto negli anni passati. Nonostante i soldi spesi nelle campagne acquisti degli anni passati il Manchester City non è mai riuscito ad andare oltre gli ottavi di finale in questa competizione, ma sarà difficile – a meno di un altro sorteggio molto fortunato – procedere poi oltre i quarti, perché ci sono tante altre squadre superiori.

Che partita è stata, all’andata

Il Manchester City di solito gioca meglio in casa che in trasferta, e anche per questo motivo il 3-1 di Kiev lascia abbastanza tranquilli in vista della partita di ritorno. La squadra allenata da Pellegrini ha saputo subito approfittare della partenza a rilento della Dinamo Kiev apparsa sulle gambe forse per via della lunga sosta invernale del suo campionato. Priva del ritmo partita, alla Dinamo è mancato il giusto ritmo nel primo tempo e i gol di Aguero e Silva hanno messo in discesa la partita del Manchester City. Nella ripresa la Dinamo Kiev ha giocato meglio, e grazie all’ottimo secondo tempo le statistiche finali su possesso palla, tiri in porta e calci d’angolo sono state in parità. La Dinamo Kiev ha accorciato le distanze con il gol di Buyalskiy e a un certo punto ha creduto di potere raggiungere anche il pareggio, poi però Yaya Tourè ha segnato il gol del definitivo 3-1.

Come potrebbe essere la partita di ritorno

La Dinamo Kiev dovrebbe fare almeno tre gol per sperare di passare il turno, motivo per cui dovrà impostare una partita d’attacco, magari segnare subito e mettere in difficoltà psicologica gli avversari. Solo una situazione del genere potrebbe permettere alla Dinamo di continuare a sperare, per questo c’è da credere a un avvio di partita ben differente rispetto a quello dell’andata. Rispetto ad allora la Dinamo Kiev dovrebbe avere ritrovato una migliore condizione fisica, le due partite di campionato vinte contro Dnipro e Karpaty hanno ridato convinzione e morale ai calciatori. La qualità non manca agli ucraini, in particolare c’è Yarmolenko molto abile sia nell’uno contro uno che in zona gol. Già solo vincere – anche con un solo gol di scarto – sarà però molto complicato: nei tredici precedenti in trasferta in Inghilterra la Dinamo Kiev non è mai riuscita a vincere (ben undici le sconfitte), e in questo caso dovrebbe farlo segnando almeno tre gol e con due di scarto per andare ai supplementari. La Dinamo Kiev inoltre ha vinto appena quattro delle trentaquattro trasferte giocate in totale in Champions League.

Fare gol al Manchester City – nonostante il ritorno di Kompany abbia dato maggiore solidità alla difesa – non è però così complicato. La squadra allenata da Pellegrini è l’unica tra quelle qualificate agli ottavi di finale ad avere subito sempre almeno un gol a partita e in casa in questa competizione su diciassette partite giocate solo in una occasione ha mantenuto la porta inviolata. Il Manchester City inoltre nelle 35 partite giocate nella sua storia in Champions League non ha fatto mai 0-0, altro motivo per credere in una partita con gol ma senza particolari colpi di scena riguardo la qualificazione.

Le scelte degli allenatori
L’allenatore del Manchester City Pellegrini deve sempre fare a meno di De Bruyne, infortunato, mentre i lungodegenti Nasri e Delph – che pure non sono titolari fissi – sono ormai tornati a disposizione ma non dovrebbero scendere in campo. Più lunga la lista degli indisponibili della squadra ucraina che dovrà fare a meno di Rybka, Morozyuk, Moraes, Rybalka e probabilmente di Danilo Silva. Senza Danilo Silva, ancora una volta Vida – che di solito gioca centrale – sarà dirottato sulla fascia, e questo potrebbe essere un fattore a favore del City che ha calciatori molto veloci sugli esterni come Jesus Navas e Sterling.

I pronostici

Il Manchester City ha fatto sei “over 2.5” nelle ultime sette partite di Champions League e in cinque delle ultime sei ha segnato almeno due gol a partita. Con Aguero in campo – che ha fatto 16 gol nelle ultime 17 partite da titolare giocate in Champions League – le probabilità di vedere parecchi gol sono particolarmente alte, anche perché la Dinamo Kiev se vorrà provare la rimonta dovrà per forza di cose sbilanciarsi fin dai primi minuti.

E così sebbene il Manchester City sia la squadra di Champions League finora più prolifica nei quarti d’ora finali (6 gol) si può azzardare anche un gol segnato nei primi 27 minuti di gioco: il “gol fase iniziale” è a quota 1.83 su Bet365, che propone ai nuovi clienti un bonus del 100% del primo versamento (di almeno 5 euro) fino a un massimo di 50 euro.

Le probabili formazioni:
MANCHESTER CITY: Hart, Sagna, Kompany, Otamendi, Clichy, Fernandinho, Touré, Navas, Silva, Sterling, Aguero.
DINAMO KIEV: Shovkovskiy, Vida, Khacheridi, Dragovic, Antunes, Veloso, Buyalskiy, Garmash, Yarmolenko, Gusev, Teodorczyk.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
OVER 2.5 (1.70, Bet365)
GOAL FASE INIZIALE (entro i primi 27 minuti) (1.83, Bet365)
GOL (1.75, Bet365)
AGUERO MARCATORE (1.95, Eurobet)