Russian Premier League: Krylya-FK Rostov, Rubin-Kuban e FK Krasnodar-Zenit (sabato)

Russian League

Dopo una lunga sosta, il massimo campionato russo torna con gli incontri della diciannovesima giornata. Krylya Sovetov, Rubin Kazan e FK Krasnodar affrontano rispettivamente FK Rostov, Kuban Krasnodar e Zenit San Pietroburgo.

KRYLYA SOVETOV – FK ROSTOV | sabato ore 12:30

Il Krylya Sovetov è in lotta per evitare la retrocessione e ha il peggior attacco della Russian Premier League: ha segnato soltanto dodici gol nelle prime diciotto giornate, durante le quali ha mostrato enormi limiti dal punto di vista offensivo. Durante la pausa invernale, la società ha provato a correre ai ripari ingaggiando l’attaccante belga Gianni Bruno, che però è arrivato dall’Evian – club che milita in Ligue 2, la seconda serie del calcio francese – e avrà presumibilmente bisogno di tempo per adattarsi ad un club di categoria superiore. L’FK Rostov è secondo in classifica: non concede molto allo spettacolo, ma in compenso ha la miglior difesa del campionato. L’ingaggio di Alexander Erokhin – trequartista talentuoso, appena prelevato dall’Ural Ekaterinburg – innalzerà il tasso tecnico di questa formazione: il giocatore, però, è reduce da un infortunio e non può essere al meglio della condizione.

Probabili formazioni:
KRYLYA SOVETOV: Lobantsev, Yatchenko, Taranov, Burlak, Bateau, Tsallagov, Chochiev, Gabulov, Pomerko, Mollo, Jahovic.
FK ROSTOV: Pokatilov, Margasov, Navas, Bastos, Kudryashov, Noboa, Mogilevets, Gatcan, Kanga, Bukharov, Poloz.

PROBABILE RISULTATO: 0-1
X2 + UNDER 3.5 (1.54, #)




RUBIN KAZAN – KUBAN KRASNODAR | sabato ore 15:00

Dopo la lunga sosta invernale, le squadre russe faticano a mostrare una condizione fisica ideale. Rispetto al Rubin Kazan, però, il Kuban Krasnodar ha già disputato una partita ufficiale ed è dunque riuscito a mettere minuti preziosi nelle gambe: pochi giorni fa, in un match valido per i quarti di finale della Coppa nazionale, si è arreso soltanto ai supplementari contro lo Zenit San Pietroburgo. Nelle scorse settimane, il Kuban si è separato da Andrey Arshavin, che non aveva quasi mai giocato durante la prima parte di questa stagione. In entrata, si registra soprattutto l’arrivo di Evgen Seleznyov, attaccante di buon livello, che potrebbe fornire un contributo molto importante da qui alla fine del campionato.

Probabili formazioni:
RUBIN KAZAN: Ryzhikov, Kuzmin, Kvirkvelia, Pylyavskyi, Cotugno, Ozdoev, Kislyak, Tkachuk, Caktas, Kanunnikov, Devic.
KUBAN KRASNODAR: Belenov, Apodi, Santana, Xandao, Zotov, Karetnik, Rabiu, Bucur, Kontsedalov, Georgievski, Seleznyov.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
X2 (2.05, Bet365)
SQUADRA OSPITE A SEGNO (1.61, William Hill)




FK KRASNODAR – ZENIT SAN PIETROBURGO | sabato ore 17:30

L’avventura dell’FK Krasnodar in Europa League si è conclusa bruscamente: la formazione allenata da Oleg Kononov è stata battuta dallo Sparta Praga con un complessivo 4-0 tra andata e ritorno, nei sedicesimi di finale della seconda competizione continentale per club. La fase di non possesso palla è apparsa tutt’altro che adeguata: nuovi problemi dovrebbero emergere in questo weekend, di fronte ad attaccanti come Hulk ed Artem Dzyuba. Lo Zenit, peraltro, ha ulteriormente rinforzato il proprio reparto offensivo ingaggiando Aleksandr Kokorin, arrivato durante la sosta invernale dalla Dinamo Mosca insieme con il laterale sinistro Yuri Zhirkov. Il club di San Pietroburgo deve comunque pensare anche all’imminente match di ritorno degli ottavi di Champions contro il Benfica, in cui proverà a rimontare la sconfitta per 1-0 di due settimane e mezza fa. L’attenzione difensiva della squadra di André Villas-Boas potrebbe non essere elevatissima. “Gol” da provare.

Probabili formazioni:
FK KRASNODAR: Kritsyuk, Kaleshin, Strandberg, Granqvist, Petrov, Ahmedov, Kaboré, Pereyra, Smolov, Ari, Mamaev.
ZENIT SAN PIETROBURGO: Lodygin, Anyukov, Lombaerts, Neto, Zhirkov, Mauricio, Yusupov, Witsel, Hulk, Dzyuba, Danny.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.80, Bet365)