Coppa del Re: Barcellona-Valencia

Stasera alle 21 si gioca anche in Spagna, Barcellona-Valencia, la prima semifinale di andata della Coppa del Re: la squadra più forte al mondo contro una squadra in crisi profonda, e recentemente anche un po’ sfortunata. Ecco i pronostici, le probabili formazioni e le informazioni più recenti disponibili.

BARCELLONA – VALENCIA | ore 21:00

Sabato scorso, a metà del primo tempo della partita giocata contro l’Atletico Madrid, il Barcellona si è trovato in un momento di oggettiva difficoltà, come forse mai gli era ancora capitato in questa stagione: dire che ne è uscito bene è un eufemismo. In svantaggio per 1-0 (l’Atletico aveva dominato la prima parte dell’incontro), al Barcellona è bastata un’azione rapida sulla sinistra per pareggiare grazie a un gol di Messi, velocissimo a calciare nel pochissimo spazio e tempo a disposizione prima della “chiusura” della difesa dell’Atletico. E quindi ci ha pensato subito Luis Suarez, “pescato” in profondità con un lancio lungo, a segnare il gol del 2-1. Poi, prima ancora di rientrare negli spogliatoi, Filipe Luis ha perso la testa e l’Atletico ha perso la partita: fallaccio a gamba tesa contro Messi ed espulsione diretta.

È una partita da cui è stato possibile ricavare alcune impressioni: che il Barcellona è una squadra quasi imbattibile, prima di tutto, ma anche che alcune vulnerabilità difensive potrebbero essere meglio sfruttate dai suoi avversari. Benché giocassero tutti i titolari della linea difensiva – Alves, Piqué, Mascherano e Alba – l’Atletico è riuscito a rendersi molto pericoloso con diverse azioni, specialmente sulla destra, dove Jordi Alba si è fatto trovare in ritardo più di una volta.

È lecito, al momento, ritenere il Valencia una squadra capace di sfruttare queste vulnerabilità difensive del Barcellona senza correre rischi? Assolutamente no. C’è stato un momento, nel corso della passata stagione, in cui una partita di campionato tra Barcellona e Valencia sarebbe stata da molti commentatori ritenuta persino equilibrata. Ora come ora, sono poche le squadre della Liga messe peggio del Valencia: da quando Neville ne è l’allenatore, subentrato al posto di Nuno Espírito Santo a metà dicembre, in campionato non ha ancora vinto una partita. Occupa il dodicesimo posto in classifica, con 25 punti in 22 partite, e solo cinque punti in più rispetto alla terzultima squadra in classifica. Con l’aggravante che la tolleranza inizialmente mostrata dai tifosi rispetto all’incarico di Neville sembra essere già esaurita (sulle prospettive e le capacità di Neville circolano tra i tifosi, fin dall’inizio, forti perplessità motivate dai rapporti di amicizia e di partnership commerciali già esistenti tra il presidente Peter Lim e lo stesso Neville prima dell’affidamento dell’incarico da allenatore).

Domenica scorsa, a dirla tutta, il Valencia è anche stato molto sfortunato: soltanto un’ingenuità difensiva – che ha causato il fallo da rigore trasformato poi dallo Sporting Gijon – e l’imprecisione di Negredo (che ha colpito un palo e sbagliato altri due gol in occasioni apparentemente facili) hanno impedito al Valencia di conquistare i primi tre punti in campionato con la gestione Neville. Purtroppo per loro, non si tratta soltanto di circostanze eccezionali ma di limiti strutturali della rosa e difficoltà tecniche dei giocatori nell’apprendimento degli schemi di Neville.

Per la partita di stasera, oltre agli assenti Douglas e Sandro Ramirez, Luis Enrique non ha convocato Dani Alves né Mascherano. Inoltre in porta, come sempre, ci sarà Ter Stegen e non Claudio Bravo, che sabato scorso è stato decisivo in almeno due occasioni in cui il gol dell’Atletico sembrava già fatto (non sempre Ter Stegen ha ricevuto simili apprezzamenti in questa stagione, anzi). SI tratta di alcuni elementi chiaramente insufficienti a motivare un’eventuale sconfitta del Barcellona, ma forse sufficienti a ritenere possibile che il Valencia segni almeno un gol: a prescindere dal numero di gol subiti (pur di non prenderne più di tre), segnarne almeno uno servirebbe al Valencia quantomeno per tenere acceso l’interesse per la partita di ritorno di questa semifinale al “Mestalla” la settimana prossima, mercoledì 10.

Le probabili formazioni:
BARCELLONA: Ter Stegen; Aleix Vidal, Piqué, Vermaelen, Alba; Busquets, Rakitic (o Sergi Roberto), Arda Turan; Messi, Neymar, Suarez.
VALENCIA: Jaume Domenech; Barragán, Mustafi, Vezo, Gayà; Danilo, Parejo, André Gomes; Feghouli (o Cheryshev), Rodrigo, Negredo.

PROBABILE RISULTATO: 3-1
MULTI GOL 3-5 (1.75, SNAI)
VINCENTE A ZERO SQUADRA CASA NO (1.90, Betfair)
1 + GOL (2.70, Paddy Power)
RISULTATO 2-1, 3-1 o 4-1 (4.00, Bwin)