Coppa del Re: Mirandés-Siviglia e Las Palmas-Valencia

Le probabili formazioni, i pronostici e le informazioni riguardo Mirandés-Siviglia (andata 0-2) e Las Palmas-Valencia (andata 1-1), partite di ritorno dei quarti di finale di Coppa del Re.

MIRANDÉS – SIVIGLIA | ore 20:00

Sebbene abbia colpito un palo nel primo tempo, nella partita di andata dei quarti di finale di Coppa del Re della settimana scorsa, giocata al “Ramón Sánchez-Pizjuán”, il Mirandés non è riuscito a segnare almeno un gol al Siviglia, la cui difesa ultimamente è sembrata meno disattenta rispetto alla prima parte della stagione in corso. Il 2-0 è un risultato che offre alla squadra allenata da Emery ragionevoli garanzie riguardo il passaggio del turno; e tuttavia il Mirandés ha dimostrato di essere una squadra con molta iniziativa in attacco, anche per via del modulo che utilizza (difendono a tre, attaccano in moltissimi). È arrivato a questo punto del torneo, sorprendentemente, segnando tre gol al Malaga nei sedicesimi e quattro al Deportivo negli ottavi (tre proprio al “Riazor”, nel ritorno). Ora, nello stadio di casa – il “Municipal de Anduva”, uno stadio da circa 7 mila posti a Ebro, 330 chilometri a nord di Madrid – il Mirandés cercherà di segnare un gol al Siviglia il più rapidamente possibile, per poi vedere come si mette e provare a giocarsela.

Ha davvero qualche possibilità di farcela, il Mirandés? Piuttosto poche, ma comunque più di quante se ne darebbero a una qualsiasi squadra di questo livello (seconda divisione). In fondo, a Siviglia ha retto bene il confronto: la qualificazione è diventata da “difficile” a “molto difficile” soltanto in seguito al gol di Vitolo, arrivato a partita praticamente finita. La brutta notizia per il Mirandés è che, se anche Emery avesse voluto fare un po’ di turnover, Vitolo – uno dei centrocampisti della rosa più inclini ad attaccare – sarà in campo quasi certamente: è squalificato per la prossima partita di campionato. Al Siviglia, in sostanza, basta un gol per eliminare qualsiasi dubbio residuo di qualificazione alle semifinali (a quel punto il Mirandés dovrebbe farne quattro in totale senza subirne altri: fantascienza).

Nel Siviglia non sono stati convocati Banega, Tremoulinas e Krohn-Dehli, a causa di lievi infortuni passeggeri. Rispetto alla partita pareggiata per 0-0 contro l’Atletico, rientrano tra i disponibili Iborra, Kakuta, Mariano e Juan Muñoz. Gli altri convocati sono: Rico, Soria, Coke, Carriço, Rami, Kolo, Escudero, Cristóforo, Krychowiak, N’Zonzi, Vitolo, Reyes, Konoplaynka, Gameiro e Llorente.

Le probabili formazioni:
MIRANDÉS: Rico; Mariano, Carriço, Kolo, Escudero; Krychowiak, N’Zonzi, Konoplyanka, Vitolo, Iborra; Llorente.
SIVIGLIA: Raúl; Galán, Gaffoor, Cantero; Moreno, Rúper, Provencio, Kijera; Sangalli, Abdón Prats, Carnicer.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
OVER 0,5 CASA (1.52, SNAI)
GOL (1.85, SNAI)




 

LAS PALMAS – VALENCIA | ore 21:00

La partita di andata, terminata 1-1, è un buon esempio di tutte le cose che attualmente non funzionano nel Valencia: praticamente non c’è gioco, a parte il poco che si riesce a combinare costruendo l’azione in modo lento e faticosissimo a centrocampo. Una volta arrivati in porta – le rare volte in cui capita – gli attaccanti son più le volte che sbagliano di quelle in cui segnano (Negredo ne ha sbagliato uno facile in modo abbastanza ridicolo: con un liscio imbarazzante). Quello che più o meno si ricorda come si fa è Alcacer, che però – e caspita, non ne va bene una – si è gravemente infortunato nel tentativo di recuperare un pallone già perso: sarà assente per almeno tre settimane, forse un mese. Alla fine della partita, la squadra ha ricevuto fischi e contestazioni da un’ampia parte dello stadio (non tutta, a dire il vero).

Il Las Palmas si trova al penultimo posto in classifica ma ultimamente ha mostrato di aver quantomeno trovato rimedio a un limite emerso nella prima parte del campionato: l’infruttuosità in attacco. Nelle ultime otto partite giocate è stato capace di segnare ben sedici gol, pur avendo necessariamente concesso agli avversari molte più occasioni di quanto non capitasse all’inizio della stagione.

È veramente complicato dare pronostici sul Valencia, quest’anno. Il recupero di Enzo Pérez e Feghouli, che potrebbero essere utilizzati o dall’inizio o a partita in corso, aumenta le possibilità per il Valencia di concludere qualche azione in modo più rapido e fluido. Ma non c’è attualmente in attacco un solo giocatore, purtroppo, che abbia mostrato la continuità necessaria per riportare il Valencia ai posti di classifica che occupava l’anno scorso. Considerando che il Las Palmas farà di tutto per approfittare di questo momento, anche in questa partita l’ipotesi di almeno un gol segnato da entrambe le squadre è abbastanza verosimile. Ma nel caso in cui la partita dovesse ancora essere “bloccata” dopo i primi 45 minuti, il Valencia sarà costretto ad attaccare e segnare, (con lo 0-0 passa il Las Palmas) e quindi i gol potrebbero arrivare anche nel secondo tempo.

Le probabili formazioni:
LAS PALMAS: Lizoain; Nili, Garcia, Aythami, Simon; Vicente Gomez, Juan Culio; Momo, Valeron, Wakaso; Araujo.
VALENCIA: Ryan; Barragán, Mustafi, Aderllan Santos, Gayà; Zahibo, Danilo, Parejo; Andre Gomes, Santi Mina; Negredo.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
OVER 1,5 secondo tempo (SNAI e Paddy Power)