Liga: Atletico Madrid-Siviglia e Betis-Real Madrid (domenica)

Pronostici Liga spagnola
Pronostici Liga spagnola

Le probabili formazioni, i pronostici e le cose rilevanti da sapere riguardo le due più attese partite di domenica nel campionato spagnolo: Atletico Madrid-Siviglia, nel pomeriggio, e Betis-Real Madrid, in serata.

ATLETICO MADRID – SIVIGLIA | ore 16:00

In una stagione in cui nel Siviglia già parecchie cose sono andate storte, l’Atletico Madrid ha la “sfortuna” di incontrarlo nel momento migliore: il Siviglia ha vinto le ultime cinque partite giocate, tra campionato e Coppa del Re, segnando complessivamente dodici gol e subendone soltanto uno (dal Malaga, la settimana scorsa). Con il Malaga ha avuto anche un po’ di fortuna, ma in genere si può dire che i progressi nel Siviglia ci sono stati: il gioco non è particolarmente migliorato, ma quantomeno c’è più ordine in campo e meno errori individuali. Gameiro, che all’inizio della stagione ne ha sbagliati tantissimi, sta cominciando a fare gol anche nelle partite in cui gli capitano soltanto un paio di occasioni. E la cosa più importante è che Emery stia cominciando a ricevere segnali di continuità di rendimento da alcuni giocatori fondamentali della stagione scorsa (Banega, Vitolo, Krychowiak, Trémoulinas) e anche da nuovi che finora non si erano ancora del tutto “ambientati” (Krohn-Dehli).

Volendo quindi tenere in conto soltanto l’attuale stato di forma delle due squadre, quindici punti di distanza in classifica tra il Siviglia, settimo, e l’Atletico, primo, forse sono troppi. Ma d’altronde è un momento di forma strepitosa anche per l’Atletico Madrid, che ha perso soltanto una partita delle ultime 23 ufficiali (1-0 contro il Malaga a dicembre). Nelle ultime dieci partite di campionato ha vinto nove volte, e nelle ultime quattro senza subire neppure un gol (2-0 contro il Rayo, 1-0 contro il Levante, 2-0 contro il Celta e 3-0 contro il Las Palmas). Questa relativa “tranquillità” ha anche permesso a Simeone, in settimana, di utilizzare la partita di andata dei quarti di Coppa del Re in trasferta contro il Celta Vigo per far riposare qualche titolare e dare spazio a chi finora ha giocato poco: Augusto Fernandez, che lascerà nuovamente il posto a Carrasco; Savic, che lo lascerà a Godin; Jackson Martinez, che lo lascerà a Vietto. Non sono invece stati convocati Siqueira, Fernando Torres, Oliver Torres, Lucas Hernandez e Kranevitter, oltre a Tiago, assente ormai da diverse settimane.

Emery dovrebbe schierare sostanzialmente la stessa formazione delle ultime giornate (Iborra è l’unico squalificato), con un dubbio in attacco: invece di Gameiro – titolare per tutta la partita in Coppa del Re contro il Mirandés – contro due come Godin e Gimenez potrebbe tornare più utile uno come Llorente, certamente sulle palle alte. Ad ogni modo, considerando la forza della difesa dell’Atletico e i recenti miglioramenti mostrati anche dai centrali del Siviglia (si alternano Kolo, Rami e Carriço), l’ipotesi più ragionevole è quella di una partita non ricchissima di gol.

Le probabili formazioni:
ATLETICO MADRID: Oblak; Juanfran, Savic, Godin, Filipe Luis; Gabi, Saul Niguez, Koke, Carrasco; Griezmann, Vietto.
SIVIGLIA: Rico; Coke, Carrico, Rami, Tremoulinas; Krychowiak, Cristoforo; Banega, Krohn-Dehli, Vitolo; Gameiro.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1X + UNDER 3,5 (1.39, Eurobet)
UNDER (1.65, #)




 

BETIS – REAL MADRID | ore 20:30

In due partite dieci gol segnati e uno subìto: sono questi, per adesso, i numeri relativi ai gol per il Real Madrid da quando Zidane ha preso il posto di Benitez. È probabilmente passato ancora troppo poco tempo per valutare se e quanto il Real Madrid ci abbia guadagnato con il cambio di allenatore, tanto più se si considera che le due squadre avversarie affrontate nelle ultime settimane non sono propriamente squadroni (Deportivo e Sporting Gijon). Ciò detto, il Real Madrid allenato da Benitez aveva “steccato” partite anche contro avversari del genere (per esempio contro il Malaga, a fine settembre, e proprio contro lo Sporting Gijon, alla prima di campionato).

Neppure la partita di domenica sera dovrebbe essere particolarmente impegnativa: benché ci si aspettasse molto, soprattutto nelle partite giocate al “Benito Villamarín”, il Real Betis sta attraversando una stagione molto deludente. Proprio in casa, paradossalmente, ha ottenuto i risultati peggiori: cinque sconfitte e una sola vittoria in nove partite. Anche in questo caso, come per il Real Madrid, è troppo presto per valutare se l’esonero di Pepe Mel (da alcuni ritenuto precoce e imprudente) sia stata una buona idea. La settimana scorsa a Vila-real ha effettivamente giocato una buona partita, ma i problemi del Betis in questa stagione sono stati principalmente legati alla discontinuità di rendimento e alle difficoltà nel creare gioco contro avversari più attenti a difendere che ad attaccare (e ce ne stanno in Spagna, hai voglia, squadre del genere).

Da alcune settimane il Betis è peraltro privo di due dei suoi migliori difensori, entrambi infortunati: l’esterno destro Cristiano Piccini e il centrale Heiko Westermann, certamente il migliore dei due giocatori ex Amburgo della rosa (l’altro è Van der Vaart, da molti ritenuto, più che un ex Amburgo, un ex giocatore). Ancor di più in virtù di queste ragioni, è altamente probabile che il Real Madrid riuscirà a procurarsi numerose occasioni da gol: dovrà concretizzarle però senza Gareth Bale, infortunato al polpaccio della gamba sinistra. Juan Merino, allenatore del Betis, ha minimizzato l’importanza di questa assenza nella squadra avversaria, ma certamente non è una buona notizia per Zidane dover fare a meno di un giocatore che in questa stagione ha segnato 13 gol in 17 partite (molti, non a caso, proprio dopo l’esonero di Benitez). Mancherà anche Sergio Ramos, ancora infortunato: i centrali saranno molto probabilmente Pepe e Varane.

Quanto a Bale, il suo posto potrebbe essere occupato da James Rodriguez – non proprio in forma – oppure no: considerando l’importanza della partita, e la necessità di dare maggiore equilibrio alla squadra e copertura alla difesa, Zidane potrebbe anche scegliere di inserire Casemiro – che in questa stagione per adesso ha quasi sempre giocato bene – e avvicinare Isco a Ronaldo e Benzema.

Le probabili formazioni:
BETIS: Adan; Molinero, Bruno, Pezzella, Vargas; Petros, N’Diaye; Kadir, Ceballos, Cejudo; Ruben Castro.
REAL MADRID: Navas; Carvajal, Pepe, Varane, Marcelo; Kroos, Casemiro, Modric; Isco, Ronaldo, Benzema.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
2 + OVER (1.66, Betfair)
BENZEMA MARCATORE (1.80, Bet365)