Serie A: Chievo-Atalanta, Empoli-Carpi e Milan-Verona (domenica)

Serie A

Analisi, pronostici e probabili formazioni per le quattro partite di domenica pomeriggio alle 15.

CHIEVO – ATALANTA | domenica ore 15:00

Chievo e Atalanta possono ritenersi soddisfatte di questa prima parte di campionato. La squadra allenata da Reja in particolare è andata oltre le aspettative facendo ben 24 punti nelle prime quindici giornate, qualcosa che non capitava dalla stagione 1994/1995. Grazie alle ultime due vittorie contro Roma e Palermo l’obiettivo minimo di inizio stagione, quello della salvezza, è praticamente stato centrato. Il Chievo ha qualche punto in meno, è a quota 19 e grazie al successo sul campo del Frosinone ha aumentato in modo considerevole il vantaggio sul terzultimo posto.

Va notato però come l’Atalanta prima della vittoria dell’Olimpico contro la Roma non aveva mai segnato nelle precedenti quattro trasferte, il rendimento fuori casa – come da tradizione di questa squadra negli ultimi anni – è stato molto meno positivo rispetto alle partite giocate a Bergamo.

Il Chievo proverà ad approfittarne, sarà comunque una partita aperta in cui le due squadre tranquille per l’attuale posizione di classifica potranno giocare senza particolari paure. Il Chievo rispetto all’anno scorso per via del cambio tattico con l’inserimento stabile del trequartista dietro i due attaccanti sta segnando con più continuità, pur perdendo qualcosa a livello difensivo visto che quella contro il Frosinone è stata la prima partita in cui ha mantenuto la porta inviolata dopo nove giornate consecutive in cui aveva subito almeno un gol. La partita soprattutto nel primo tempo potrebbe essere movimentata, poi alla lunga in caso di risultato fermo sul pareggio le due squadre potrebbero accontentarsi di centrare un altro risultato positivo.

Probabili formazioni
CHIEVO: Bizzarri, Cacciatore, Gamberini, Cesar, Gobbi, Radovanovic, Rigoni, Hetemaj, Birsa, Meggiorini, Paloschi.
ATALANTA: Sportiello, Brivio, Raimondi, Paletta, Stendardo, Grassi, De Roon, Kurtic, Moralez, Denis, Gomez.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
1X (1.37, Eurobet)
OVER 1.5 (1.37, Eurobet)




EMPOLI – CARPI | domenica ore 15:00

Fare meglio dell’anno scorso dopo l’addio dell’allenatore Sarri e le cessioni di tre calciatori importanti come Sepe, Rugani e Valdifiori era difficile, eppure l’Empoli è riuscito in questa impresa. Qui sul Veggente avevamo espresso parecchi dubbi sulla scelta di Giampaolo come allenatore per via dei suoi recenti fallimenti e invece dopo un avvio di stagione negativo la squadra è migliorata parecchio nel gioco e nei risultati. Giampaolo ha fatto come Allegri alla Juventus lo scorso anno, ha capito come fosse giusto proseguire il lavoro dell’allenatore precedente senza stravolgere – almeno inizialmente – le tattiche di gioco. L’Empoli si ritrova così a 21 punti dopo 15 giornate, mai aveva fato così tanti punti a questo punto della stagione in Serie A.

Rispetto a Sarri però va detto che Giampaolo ha avuto a disposizione fin dall’inizio del campionato Saponara, calciatore fondamentale nella manovra offensiva di questa squadra. A centrocampo inoltre Dioussè e Paredes non stanno facendo rimpiangere Valdifiori, e lo stesso discorso vale in porta con Skorupski che sta migliorando il suo rendimento di partita in partita.

Il Carpi per la prima volta in Serie A ha fatto due risultati utili di fila, ma in trasferta prima dell’ultima vittoria di Marassi in cui ha giocato in 11 contro 10 per tutta la partita aveva fatto solo un punto su cinque partite, e in totale finora ha subito 19 gol su 7 partite. Il Carpi ha già impiegato 26 calciatori in questa stagione, l’allenatore Castori sta ridando fiducia ad alcuni dei calciatori protagonisti della promozione dello scorso anno, ma lo scarto a livello qualitativo e di gioco con l’Empoli c’è e dovrebbe influire.

Probabili formazioni
EMPOLI: Skorupski, Laurini, Tonelli, Costa, Mario Rui, Zielinski, Paredes, Buchel, Saponara, Pucciarelli, Maccarone.
CARPI: Belec, Letizia, Gagliolo, Zaccardo, Romagnoli, Lollo, Cofie, Martinho, Pasciuti, Matos, Borriello.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.70, Eurobet)
MILAN – VERONA | domenica ore 15:00

Il Milan nonostante il deludente pareggio per 0-0 contro il Carpi sembra in lenta – ma costante – crescita e il cambio di modulo con il passaggio al 4-4-2 sembra una buona scelta fatta dall’allenatore Mihajlovic. Il Milan sembra avere risolto il problema del portiere con Donnarumma, col 4-4-2 avrà De Jong come ulteriore schermo difensivo, e può schierare contemporaneamente due attaccanti forti come Bacca e Luiz Adriano senza rinunciare a Niang, che sarà spostato a destra al posto di Cerci che non ha fatto granché nelle ultime partite, e Bonaventura, uno dei migliori di questo Milan. L’unico rischio di questo schema è quello di spezzare in due la squadra, inoltre questo modulo dà grande importanza a Montolivo che dovrà correre parecchio ed essere preciso nei passaggi in verticale.

Questa sarà una partita importante per capire il livello dei progressi di questa squadra, perché non vincere contro il Verona ultimo in classifica e ancora in difficoltà dal punto di vista fisico – anche perché alle prese con diverse assenze per infortunio – sarebbe una bocciatura definitiva.

Probabili formazioni
MILAN: Donnarumma, Abate, Alex, Romagnoli, De Sciglio, De Jong, Montolivo, Bonaventura, Luiz Adriano, Bacca, Niang.
VERONA: Gollini, Pisano, Moras, Marquez, Bianchetti, Viviani, Greco, Sala, Siligardi, Ionita, Toni.

PROBABILE RISULTATO: 3-1
1 (1.35, Eurobet)
OVER 2.5 (1.80, Eurobet)
BACCA MARCATORE (1.70, Eurobet)