Serie A: Atalanta-Palermo, Fiorentina-Udinese, Frosinone-Chievo e Verona-Empoli (domenica)

Serie A

Analisi, pronostici e probabili formazioni per le quattro partite di domenica pomeriggio alle 15.

ATALANTA – PALERMO | domenica ore 15:00

Il Palermo in settimana è stato eliminato dalla Coppa Italia, ha perso 3-2 contro l’Alessandria, squadra di Lega Pro. Questa sconfitta ha fatto infuriare il presidente Zamparini e la società ha deciso di mettere fuori rosa Daprelà, Rigoni e Maresca. Questi tre calciatori hanno giocato male in Coppa Italia, ma non poi così peggio dei compagni e l’impressione è che qualcosa sia andata storta nello spogliatoio dopo la discutibile scelta di Zamparini di esonerare Iachini, apprezzato da tutti i calciatori, soprattutto dai “senatori”.

Il Palermo sta provando anche con Ballardini a fare un calcio difensivo, sempre con scarsi risultati perché in difesa ci sono pochi calciatori di buon livello. A Bergamo inoltre mancherà per squalifica il calciatore più forte del Palermo, Vazquez, e così l’Atalanta dopo il colpaccio dell’Olimpico contro la Roma potrebbe fare altri tre punti. Reja in Coppa Italia ha schierato le riserve facendo capire di puntare solo sul campionato, un motivo in più per credere nella vittoria dell’Atalanta che in casa ha vinto 4 partite su sei finora.

Reja dovrà ancora fare a meno di Pinilla, ma Maxi Moralez e soprattutto Gomez (già 4 gol) stanno giocando molto bene e Denis al Palermo ha fatto quattro gol negli ultimi quattro precedenti.

Probabili formazioni
ATALANTA: Sportiello, Raimondi, Paletta, Cherubin, Brivio, Cigarini, De Roon, Kurtic, Moralez, Denis, Gomez.
PALERMO: Sorrentino, Rispoli, Gonzalez, Goldaniga, Lazaar, Hiljemark, Jajalo, Chochev, Brugman, Gilardino, Trajkovski.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.85, Eurobet)
1X + UNDER 3.5 (1.54, Eurobet)




FIORENTINA – UDINESE | domenica ore 15:00

La Fiorentina ha pareggiato le ultime tre partite ufficiali dopo che in questo inizio di stagione non aveva mai fatto registrare segni “X”. L’allenatore Paulo Sousa può restare comunque ottimista, perché in queste tre partite la Fiorentina ha sempre giocato bene, mostrando grande carattere nella rimonta contro l’Empoli e dando l’ennesima dimostrazione di forza in Europa League a Basilea pareggiando per colpa di un’ingenuità di Roncaglia che si è fatto espellere lasciando i suoi in dieci contro undici per più di un tempo. Anche contro il Sassuolo, soprattutto nel primo tempo, la Fiorentina ha giocato molto bene.

Paulo Sousa ha inoltre capito che non può fare a meno nella formazione titolare di Ilicic e Kalinic, calciatori che si completano alla perfezione: lo sloveno è bravissimo nelle verticalizzazioni, il croato dà profondità alla squadra ed è molto bravo negli inserimenti. Non a caso tutti e tre gli assist vincenti fatti da Ilicic sono stati a vantaggio di Kalinic.

L’altro calciatore di questa Fiorentina diventato ormai insostituibile è Bernardeschi, giovane dotato di grande qualità tecnica ma anche di senso di sacrificio, che sta interpretando molto bene il ruolo di esterno dando ancora maggiore imprevedibilità alla manovra offensiva. La Fiorentina ha sempre le idee chiare quando è in possesso del pallone, fa gol con continuità e riesce ad aggirare senza difficoltà anche le difese più coperte.

L’Udinese al contrario della Fiorentina sta avendo parecchi problemi in attacco, la strana partita vinta contro il Chievo 3-2 non fa per il momento testo, la squadra ha segnato tre gol in una partita sola dopo che ne aveva fatti altrettanti nelle precedenti cinque partite.

La Fiorentina ha vinto tutti gli ultimi otto precedenti giocati in casa contro l’Udinese e parte favorita anche in questa occasione.

Probabili formazioni
FIORENTINA: Tatarusanu, Roncaglia, Rodriguez, Astori, Bernardeschi, Badelj, Vecino, Marcos Alonso, Borja Valero, Ilicic, Kalinic.
UDINESE: Karnezis, Wague, Danilo, Felipe, Widmer, Badu, Lodi, Iturra, Edenilson, Aguirre, Thereau.

PROBABILE RISULTATO: 3-1
1 (1.50, Eurobet)
FROSINONE – CHIEVO | domenica ore 15:00

Prima dell’inizio del campionato qui sul Veggente avevamo dato per spacciato il Frosinone, che invece in questo momento sarebbe salvo grazie agli attuali 14 punti che valgono il quartultimo posto. Il Frosinone è riuscito finora a rendere al massimo nelle partite giocate in casa, facendo 13 punti su 7 partite. Allo stato attuale restiamo convinti che il Frosinone – con Verona e Carpi che hanno scarse probabilità di salvarsi, per il momento – sia ancora la terza candidata alla retrocessione, per la rosa di calciatori attualmente a disposizione. I punti fatti finora però potrebbero tornare utili in futuro se la società deciderà di provare a conquistare la salvezza prendendo qualche rinforzo nel corso del calciomercato invernale.

In questa partita la maggiore esperienza in Serie A di una squadra organizzata come il Chievo potrebbe fare la differenza. Il Frosinone tra l’altro dovrà fare a meno di un calciatore importante come Blanchard in difesa, e visto il buon periodo di forma di Paloschi e Inglese – in ballottaggio per un posto da titolare – potrebbe essere un ulteriore problema. Il Frosinone è la squadra che ha preso più gol con tiri da fuori area di rigore, e il Chievo è quella che ne ha fatti di più da fuori area. I due gol presi dal Verona rimasto in dieci uomini sono un ulteriore allarme per la tenuta della difesa del Frosinone.

Probabili formazioni
FROSINONE: Leali, Rosi, Diakité, Bertoncini, Crivello, Paganini, Gori, Sammarco, Soddimo, D. Ciofani, Dionisi.
CHIEVO: Bizzarri, Frey, Gamberini, Dainelli, Gobbi, Castro, Rigoni, Hetemaj, Birsa, Meggiorini, Inglese.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
X2 (1.37, Eurobet)
SEGNA GOL SQUADRA OSPITE (1.27, Eurobet)
VERONA – EMPOLI | domenica ore 15:00

Il Verona ha vinto la prima partita con Delneri come nuovo allenatore, in Coppa Italia contro il Pavia. Il problema è che il Verona ha giocato male e ha segnato il gol vittoria solo a tempo scaduto. In questo momento il limite della squadra non riguarda la tattica, ma la condizione fisica complessiva. Ci sono parecchi calciatori infortunati (Fares, Romulo, Sala, Matuzalem, Albertazzi, Pazzini e Juanito Gomez), altri sono appena rientrati (Marquez, Ionita, Viviani e Toni). Il Verona potrebbe iniziare anche la partita su ritmi alti, e il 4-4-2 di Delneri ben si presa a questa squadra che ha un regista valido come Viviani e un abile colpitore di testa in attacco come Toni, il problema è che alla lunga sul piano fisico l’Empoli dovrebbe avere la meglio. E in questo momento l’Empoli oltre a essere in una migliore condizione fisica sta anche giocando benissimo e facendo ottimi risultati (tre vittorie nelle ultime quattro partite), inoltre segna consecutivamente da otto partite.

Il Verona deve provare a dare il massimo a inizio partita e sperare in qualche episodio positivo a favore, ma in questo momento è difficile scegliere un pronostico diverso dalla doppia chance esterna.

Probabili formazioni
VERONA: Gollini, Pisano, Moras, Marquez, Souprayen, Jankovic, Ionita, Viviani, Hallfredsson, Toni, Tupta.
EMPOLI: Skorupski, Laurini, Barba, Costa, Mario Rui, Zielinski, Paredes, Buchel, Saponara, Pucciarelli, Maccarone.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
X2 (1.43, Eurobet)