Serie A: Sassuolo-Fiorentina e Napoli-Inter

Serie A

Sassuolo-Fiorentina, alle 19:00, e Napoli-Inter, alle 21:00, chiudono la quattordicesima giornata di Serie A. Ecco la presentazione, le probabili formazioni, l’analisi e i pronostici delle due belle partite di questo ultimo giorno di novembre.

SASSUOLO – FIORENTINA | ore 19:00

Sassuolo-Fiorentina è una partita d’alta classifica tra due squadre che finora hanno mostrato qualità superiori rispetto a quelle attese all’inizio del campionato. Il Sassuolo sta continuando un percorso di crescita costante nel corso di questi campionati di Serie A: l’allenatore Di Francesco e i calciatori hanno imparato dagli errori commessi in passato e la squadra è migliorata soprattutto nella fase difensiva. Chi ancora deve crescere dal punto di vista disciplinare è il calciatore più forte del Sassuolo, Berardi, che nell’ultimo turno si è ancora una volta fatto espellere e quindi non potrà giocare questa partita né le prossime due. E il Sassuolo senza Berardi perde certamente una parte considerevole del suo potenziale d’attacco, sia per quanto riguarda gli assist sia per quanto riguarda i gol, senza dimenticare la sua abilità nel tirare i calci piazzati.

Sarà un pericolo in meno per la Fiorentina, che quindi dovrebbe approfittare di questa assenza. La squadra allenata da Paulo Sousa ha giocato l’ennesima eccellente partita della stagione in Europa League in casa del Basilea, ottenendo un pareggio per 2-2 dopo quasi tutta una partita in dieci contro undici. Rispetto al primo tempo regalato contro l’Empoli, stavolta l’allenatore non dovrebbe fare altre rivoluzioni nella formazione titolare e soprattutto manderà in campo contemporaneamente Ilicic e Kalinic, che quando hanno giocato in coppia sono stati spesso decisivi. Ilicic è un calciatore molto abile nelle verticalizzazioni; Kalinic è molto bravo a scattare sulla linea del fuorigioco: contro la difesa schierata a zona del Sassuolo i due viola potrebbero risultare ancora una volta decisivi come è già capitato altre volte in questa stagione, appunto.

Il Sassuolo finora in casa non ha mai perso: quattro vittorie e due pareggi. La Fiorentina in trasferta ha vinto quattro partite su sei, riuscendo a fare almeno un gol in tutte le partite. La maggiore incisività in zona gol della Fiorentina rispetto al Sassuolo privo di Berardi spinge a puntare sulla combo bet con la doppia chance esterna unita all’over 1.5.

Probabili formazioni
SASSUOLO: Consigli, Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso, Missiroli, Magnanelli, Duncan, Floro Flores, Defrel, Sansone.
FIORENTINA: Tatarusanu, Roncaglia, Rodriguez, Astori, Bernardeschi, Badelj, Vecino, Pasqual, Borja Valero, Ilicic, Kalinic.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
X2 + OVER 1.5 (1.65, Eurobet)




NAPOLI – INTER | lunedì ore 21:00

Il Napoli ha vinto in settimana in Europa League contro il Club Brugge una partita giocata a porte chiuse e con le riserve, inutile ai fini della classifica visto che il Napoli era già sicuro del primo posto. Ma pure questa vittoria ha confermato che questo Napoli allenato da Sarri ha assunto una mentalità vincente: gioca sempre per fare gol ma – attaccando con continuità – tiene anche sempre lontani gli avversari dalla sua porta e subisce quindi pochissimi gol (è la seconda migliore difesa del campionato).

La squadra che finora ha subìto meno gol di tutte e che è riuscita in più partite a non subirne neanche uno è l’Inter, squadra solidissima che però in fase offensiva ha parecchie difficoltà a creare gioco, e il 4-0 al Frosinone non è da interpretare come un segnale particolarmente significativo.

Napoli e Inter sono due squadre che difendono bene, ma tra le due è decisamente il Napoli quella più abile in attacco ed è per questo che – considerato anche il fattore campo: l’Inter non vince al San Paolo dal 1997 – qui abbiamo pensato che sia meglio puntare sull’1, o eventualmente sulla doppia chance interna unita all’under 3.5.

L’Inter con Guarin, Medel e Felipe Melo ha un centrocampo muscolare ma poco abile nelle verticalizzazioni; inoltre Perisic, Ljajic e/o Jovetic non sono ancora riusciti a fare dei movimenti in grado di favorire lo sviluppo offensivo delle azioni. Con Felipe Melo e Medel – utilissimi in fase di non possesso palla, ma che non sanno dare alla squadra più del semplice passaggio in orizzontale – gli attacchi dell’Inter spesso dipendono dalle sgroppate di Guarin o dai dribbling e dalle giocate individuali di Ljajic, Perisic e/o Jovetic, che quando ha giocato è sempre stato costretto ad andare a prendersi palla a centrocampo. Icardi viene spesso abbandonato in area di rigore e finora, statistiche alla mano, è stato servito pochissimo: non è colpa dell’attaccante argentino se in questo avvio di stagione non ha segnato con la stessa regolarità dell’anno passato.

Il Napoli riesce ad attaccare in modo molto più organizzato, senza fare cose troppo difficili. Sarri ha due registi in campo: il primo è Jorginho, abilissimo a fare girare il pallone e a scegliere sempre il passaggio più intelligente, e il secondo è Insigne, che partendo da sinistra è in grado di prendere il pallone e assecondare con i suoi lanci precisi gli scatti di Higuain e Callejon o gli inserimenti di Allan e Hamsik.

Visto che l’Inter ha messo su una coppia centrale difensiva di altissimo livello con Miranda e Murillo, è probabilmente sulle fasce che il Napoli potrà vincere la partita. Mancini non ha ancora trovato i terzini titolari perché tutti quelli impiegati finora non hanno offerto prestazioni di altissimo livello: Callejon e soprattutto Insigne potrebbero risultare determinanti.

Probabili formazioni
NAPOLI: Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Allan, Jorginho, Hamsik, Callejon, Higuain, Insigne.
INTER: Handanovic, D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Juan Jesus, Guarin, Medel, Felipe Melo, Ljajic, Icardi, Perisic.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.72, Eurobet)
1X + UNDER 3.5 (1.60, Eurobet)