I pronostici sul GP di Abu Dhabi di Formula 1

Formula 1

L’ultimo Gran Premio della stagione si corre ad Abu Dhabi, a un orario normale qui in Italia (14:00) mentre lì sarà tardo pomeriggio. La forza dei sapientoni della Mercedes lascia intuire che neppure all’ultimo giorno di scuola c’è da aspettarsi in cima al podio un pilota diverso da Rosberg o Hamilton.

La griglia di partenza

1. N. Rosberg (Mercedes) – 2. L. Hamilton (Mercedes)
3. K. Raikkonen (Ferrari) – 4. S. Perez (Force India)
5. D. Ricciardo (Red Bull) – 6. V. Bottas (Williams)
7. N. Hulkenberg (Force India) – 8. F. Massa (Williams)
9. D. Kvyat (Red Bull) – 10. C. Sainz (Toro Rosso)
11. M. Verstappen (Toro Rosso) – 12. J. Button (McLaren)
13. P. Maldonado (Lotus) – 14. F. Nasr (Sauber)
15. R. Grosjean (Lotus) – 16. S. Vettel (Ferrari)
17. F. Alonso (McLaren) – 18. M. Ericsson (Sauber)
19. W. Stevens (Marussia) – 20. R. Merhi (Marussia)

Come sono andate le qualifiche

Rosberg ha ottenuto la sua sesta pole position consecutiva, e domani potrebbe vincere la terza gara consecutiva per la prima volta nella sua carriera da pilota di Formula 1. Sebbene in qualifica ci siano stati momenti in cui Hamilton sembrava potersela giocare, la posizione di Rosberg non è mai apparsa seriamente in dubbio: è così più o meno dal Gran Premio di Singapore, a titolo mondiale già vinto da Hamilton. Lo stesso Hamilton è sembrato piuttosto preoccupato per le sue recenti prestazioni e per il distacco dal suo compagno di squadra (quasi quattro decimi più veloce nel miglior tempo in Q3), e per la prima volta ha attribuito questi risultati a una improvvisa difficoltà nel trovare i giusti assetti da gara e da qualifica per la sua macchina.

Alquanto sorprendente è il fatto che, ciononostante, la Mercedes abbia mostrato durante tutto il fine settimana una velocità costantemente irraggiungibile per qualsiasi avversario: all’ultimo Gran Premio di una stagione dominata da una sola squadra, ci si aspettava che il distacco delle concorrenti potesse essere quantomeno inferiore rispetto all’inizio del campionato, e così non è stato. Sul fatto che anche domani sarà comunque uno tra Rosberg e Hamilton a vincere la corsa – tanto più su un circuito in cui sorpassare non è semplice – ci sono pochissimi dubbi.

Le quote sono tutte piuttosto vicine, ma i due bookmaker che offrono la più alta (1.85) per la vittoria di Rosberg sono Bwin ed Eurobet (in più, però, Bwin offre in promozione – fin dall’inizio della stagione – un rimborso in bonus fino a 50 euro se il pilota piazzato come vincente si ritira nel corso del Gran premio). Per chi invece ritenesse più probabile una vittoria di Hamilton – che nella stagione scorsa vinse partendo proprio dal secondo posto, e più o meno con lo stesso distacco sul giro in Q3 – la quota migliore (2.25) è quella di Betfair.

Qualche dritta sui testa a testa

Sulle scommesse che riguardano i piloti della McLaren c’è sempre la grande incertezza riguardo l’affidabilità della macchina: poco e niente ha aiutato in questa stagione a comprendere in anticipo chi dei due avrebbe avuto in gara un problema meccanico tale da essere costretto a ritirarsi (perdendo quindi il “duello” virtuale con il suo compagno di squadra, magari ancora in pista). Detto ciò, a Button – dodicesimo posto in griglia – questa pista è sempre piaciuta molto e in questo Gran Premio ci sono le condizioni adatte a ritenere probabile un suo miglior risultato rispetto a quello di Alonso, diciassettesimo in griglia. Nella gara dell’anno scorso – correndo già con la McLaren ma con un motore Mercedes – Button si qualificò in sesta posizione e arrivò quinto al traguardo.

Anche Bottas dimostrò l’anno scorso di apprezzare questa pista arrivando terzo sia in qualifica che in gara, e resistendo con tenacia agli attacchi di Ricciardo. Il sesto posto in griglia in queste qualifiche sembrano un buon punto di partenza per riuscire a tenere dietro il proprio compagno di squadra, ottavo, che non è riuscito a trovare in questo fine settimana un assetto e una velocità tali da poter pensare di ripetere il formidabile secondo posto della passata stagione.

Quanto sia andato forte in questo fine settimana Perez – partirà dalla quarta posizione in griglia – si capisce dal fatto che il suo compagno di squadra, Hulkenberg, ha ottenuto un risultato notevole, settimo posto in qualifica, ma si è comunque preso da Perez sei decimi sul miglior tempo sul giro in Q3. È la migliore qualifica di Perez in questa stagione, e un suo podio sarebbe il suo secondo podio in cinque gare (terzo posto in Russia).

Ricciardo è sembrato in gran forma, sebbene la Red Bull abbia avuto l’ennesimo mediocre fine settimana della stagione: un problema elettrico sull’altra macchina non ha permesso a Kvyat di completare la preziosa sessione di prove libere del sabato, e in qualifica Kvyat non è mai riuscito ad avvicinarsi alle velocità sul giro raggiunte dal suo compagno di squadra. Partendo dal nono posto, un suo recupero su Ricciardo – quinto in griglia – appare molto improbabile.

TESTA A TESTA
ALONSO – BUTTON 2 (1.72)
BOTTAS – MASSA 1 (1.50)
HULKENBERG – PEREZ 2 (1.45)
KVYAT – RICCIARDO 2 (1.45)
(quota totale 5.42 Eurobet)