Russian Premier League: Ufa-Kuban, Krylya-Amkar e Terek-Zenit (sabato)

Russian League

Diciassettesima giornata del massimo campionato russo. Ufa, Krylya Sovetov e Terek Grozny affrontano rispettivamente Kuban Krasnodar, Amkar Perm e Zenit San Pietroburgo.

UFA – KUBAN KRASNODAR | sabato ore 10:30

Igor Kolyvanov ha avuto un duplice merito: ha portato l’Ufa in Russian Premier League e poi lo ha condotto verso una non facile salvezza. Poi, però, il rendimento è peggiorato: l’ex attaccante di Foggia e Bologna ha deciso di dimettersi ed è stato sostituito da Evgeni Perevertaylo, che ha ridato compattezza alla squadra. Sotto la guida del nuovo tecnico, l’Ufa ha vinto tre partite ufficiali – due delle quali per 1-0 – e ha ottenuto un buon pareggio per 1-1 con l’FK Rostov, oltre a perdere in modo onorevole contro il CSKA Mosca. Il Kuban Krasnodar è uscito vittorioso da una sola delle ultime sette gare di campionato e rischia di andare in difficoltà anche in questo weekend, in un match che dovrebbe essere affrontato con prudenza da entrambe le squadre, visto che è delicatissimo per gli equilibri nelle zone basse della classifica.

Probabili formazioni:
UFA: Yurchenko, Stotskiy, Nikitin, Paurevic, Alikin, Marcinho, Frimpong, Zinchenko, Sly, Diego Carlos, Krotov.
KUBAN KRASNODAR: Belenov, Manolev, Armas, Xandao, Bugayev, Ignatjev, Tilsov, Kulik, Melgarejo, Khubulov, Baldé.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
PRONOSTICO: 1X (1.50, William Hill)
UNDER (1.57, #)




KRYLYA SOVETOV – AMKAR PERM | sabato ore 13:00

La Russian Premier League sta per fermarsi per una lunga sosta invernale. Le squadre impegnate in questo campionato si stanno organizzando per svolgere un richiamo di preparazione in luoghi caratterizzati da un clima non eccessivamente freddo, ma talvolta devono fare i conti anche con problemi di altro tipo: è il caso dell’Amkar Perm, che ha rinunciato all’iniziale idea di recarsi in Turchia, nazione i cui rapporti politici con la Russia sono attualmente molto tesi. L’Amkar potrebbe ora optare per Israele o Spagna, ma intanto deve pensare alle due partite in calendario prima della pausa: le affronterà presumibilmente con il suo consueto modulo molto coperto, che prevede l’utilizzo di un solo attaccante e concede poco allo spettacolo. “Under” possibile contro il Krylya Sovetov, che ha fatto registrare questa opzione in sette delle ultime otto gare ufficiali disputate.

Probabili formazioni:
KRYLYA SOVETOV: Loria, Yatchenko, Taranov, Burlak, Nadson, Tsallagov, Pomerko, Gabulov, Chochiev, Mollo, Jahovic.
AMKAR PERM: Selikhov, Butko, Cherenchikov, Zanev, Dzhikiya, Balanovich, Shavaev, Ogude, Peev, Gol, Prudnikov.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
PRONOSTICO: UNDER (1.45, #)
TEREK GROZNY – ZENIT SAN PIETROBURGO | sabato ore 15:30

Lo Zenit è l’unica squadra a punteggio pieno dopo le prime cinque giornate della fase a gironi di Champions League e si è già ampiamente qualificato per gli ottavi di finale della più importante competizione europea per club, ma in campionato si trova solo in quarta posizione e ha spesso mostrato limiti in fase di contenimento, che hanno finito per pregiudicare in parte l’ottima produzione offensiva della squadra. L’impegno in programma in questo weekend non è banale per la formazione di San Pietroburgo, opposta all’insidioso Terek Grozny, che sta disputando una buona stagione e riesce ad essere efficace con gli inserimenti dell’esterno Maciej Rebus e del mediano Mauricio. Tre degli ultimi quattro confronti diretti sono stati da “gol”, opzione che potrebbe tornare d’attualità ancora una volta.

Probabili formazioni:
TEREK GROZNY: Gorodov, Utsiev, Adilson, Semenov, Kudryashov, Mauricio, Kuzyaev, Rybus, Ivanov, Aissati, Mitrishev.
ZENIT SAN PIETROBURGO: Lodygin, Smolnikov, Lombaerts, Garay, Criscito, Ryazantsev, Witsel, Shatov, Danny, Hulk, Dzyuba.

PROBABILE RISULTATO: 2-2
PRONOSTICO: GOL (1.90, William Hill)