Serie A: Carpi-Torino e Chievo-Verona (sabato)

Serie A

La settima giornata di Serie A inizia sabato con i due anticipi in programma alle 18 e alle 20:45: ecco le analisi, i pronostici e le probabili formazioni.

CARPI – TORINO | sabato ore 18:00

La brutta sconfitta per 5-1 all’Olimpico contro la Roma è costata la panchina a Castori, sostituito in settimana da Sannino che è il nuovo allenatore. Il Carpi contro la Roma ha giocato male, ma il primo gol subito è nato in mischia e sugli altri il portiere Brkic ha avuto parecchie colpe, sicuramente più dell’allenatore. Cambiare Castori con Sannino poi non cambierà di molto l’atteggiamento tattico della squadra, che continuerà a puntare prima di tutto sulla fase difensiva e sull’agonismo. Tanto valeva forse lasciare Castori che conosceva bene i calciatori dell’anno scorso e stava imparando a conoscere i nuovi arrivati. Sannino avrà bisogno di tempo, e probabilmente il suo lavoro si potrà iniziare a vedere dopo la prossima sosta per le partite delle nazionali.

Nel frattempo contro il Torino il Carpi molto probabilmente giocherà per lo 0-0, come fatto contro Fiorentina e Napoli contro cui ha subito complessivamente solo un gol. Il problema è che il Torino ha una squadra molto organizzata anche in fase di possesso palla, e nonostante le assenza di Maksimovic, Bruno Peres, Obi, Molinaro e Baselli potrà mandare in campo una formazione comunque altamente competitiva.

Per il Carpi senza l’infortunato Mbakogu sarà difficile rendersi pericoloso in contropiede, Borriello non ha le caratteristiche per questo tipo di gioco. Il Torino ha subito finora solo 6 gol e ha saputo difendersi bene anche in 9 contro 11 negli ultimi minuti della partita vinta contro il Palermo.

Questa è una partita sulla carta da “under 2.5”, anche perché il Torino senza l’abilità nei passaggi di Baselli e le accelerazioni di Bruno Peres sarà più prevedibile in fase di manovra. La squadra allenata da Ventura ha però dimostrato anche in questo campionato come in quelli passati di sapere sfruttare molto bene le palle inattive, ha un calciatore molto abile nel tiro dalla distanza come Quagliarella, e dall’altra parte c’è un portiere – Brkic – che sta facendo danni da più di un anno a questa parte e che al momento è uno dei principali limiti del Carpi.

La “combo bet” doppia chance esterna + under 3.5 è a quota 1.70 #che offre 10€ gratis subito dopo il primo deposito da almeno 10€ + un bonus (fino a un massimo di 100€) del 50% dell’importo delle scommesse effettuate entro 7 giorni dalla registrazione.

Probabili formazioni
CARPI: Brkic; Zaccardo, Bubnjic, Gagliolo; Letizia, Martinho, Cofie, Fedele, Gabriel Silva; Matos, Borriello.
TORINO: Padelli; Bovo, Glik, Moretti; Zappacosta, Benassi, Vives, Acquah, Gaston Silva; Quagliarella, Maxi Lopez.

PROBABILE RISULTATO: 0-1
X2 + UNDER 3.5 (1.70, Eurobet)
X2 (1.31, Eurobet)
UNDER 1.5 PRIMO TEMPO (1.32, Eurobet)




CHIEVO – VERONA | sabato ore 20:45

Il Chievo ha giocato domenica scorsa contro il Sassuolo l’ennesimo partitone di questo avvio di campionato. Pur passando in svantaggio dopo pochi minuti di gioco, la squadra allenata da Maran non si è scomposta e ha giocato come sa fare: pressing continuo da parte di tutti i calciatori, reparti sempre vicini tra loro e verticalizzazioni immediate una volta riconquistato il pallone. Il Chievo è riuscito a pareggiare col Sassuolo e a quota 11 punti ha già un’ottima classifica che gli permette di affrontare questo derby contro il Verona con grande tranquillità.

Lo stesso non si può dire per gli avversari dell’Hellas. La squadra allenata da Mandorlini non ha giocato poi così male in questo avvio di campionato, eppure si ritrova con soltanto tre punti in classifica e nell’ultimo turno ha perso contro la Lazio nel finale di partita pur giocando in undici contro dieci. Il problema attuale del Verona sono i tanti, troppi infortuni. Mandorlini anche in questa partita dovrà fare a meno di mezza squadra titolare: Toni, Marquez, Ionita, Romulo e Juanito Gomez saranno indisponibili anche per questa partita, Pazzini e Siligardi sono recuperati ma andranno in panchina.

Le assenze più pesanti sono quelle di Toni e Pazzini, il Verona imposta tutto il suo gioco sulla prima punta abile nel gioco aereo. Senza Toni e inizialmente Pazzini, e con un tridente inedito come quello formato da Sala, Wszolek e Jankovic, sarà davvero difficile fare gol a una delle difese più organizzate del campionato, che ha iniziato questo torneo come quello precedente subendo pochissimi gol, appena 4 nelle prime 6 giornate di campionato.

In queste condizioni Mandorlini sa bene che dovrà pensare prima di tutto a non subire gol, perché a farli avrà grandi difficoltà. Per questo motivo la sua squadra giocherà col baricentro basso e non permetterà al Chievo di giocare in contropiede come ama fare.

Sarà difficile per tutti questi motivi vedere più di due gol complessivi nel corso della partita, anche i precedenti recenti vanno in questo senso. Prima del 2-2 dell’anno scorso – una classica partita di fine stagione in cui si bada meno a difendere – i tre precedenti sono finiti tutti in “under 2.5” e con lo stesso risultato di 1-0: due volte in favore del Chievo, una volta in favore del Verona.

La “combo bet” con la doppia chance interna più l’under 3.5 è a quota 1.80 #che offre ai nuovi clienti un bonus di 20 euro con una prima scommessa da almeno 5 euro (a quota minima 2.00) + un bonus ulteriore di 5 euro a settimana per chi scommette almeno 25€ a settimana in singole/multiple da quota minima 2.00 .

Probabili formazioni
CHIEVO: Bizzarri; Frey, Gamberini, Cesar, Gobbi; Castro, Rigoni, Hetemaj; Birsa; Meggiorini, Paloschi.
VERONA: Rafael; Pisano, Moras, Helander, Souprayen; Greco, Viviani, Hallfredsson; Sala, Jankovic, Wszolek.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1X + UNDER 3.5 (1.70, Eurobet)
1X (1.26, Eurobet)
UNDER 1.5 PRIMO TEMPO (1.33, Eurobet)