Champions League: BATE Borisov-Roma e Barcellona-Bayer Leverkusen (gruppo E)

Champions League

Seconda giornata della fase a gironi di Champions League: approfondimenti, probabili formazioni e pronostici per BATE Borisov-Roma e Barcellona-Bayer Leverkusen.

Le formazioni ufficiali:

BATE BORISOV: Chernik; Polyakov, Dubra, Milunović, Mladenović; Nikolić, Yablonski, M Volodko; Stasevich, Signevich, Gordeichuk,.
ROMA: De Sanctis; Florenzi, Manolas, De Rossi, Digne; Pjanić, Nainggolan, Vainqueur; Salah, Gervinho, Iturbe.

BATE BORISOV – ROMA | martedì ore 20:45

La bella vittoria per 5-1 contro il Carpi ha riportato un po’ di tranquillità ai calciatori della Roma dopo la delusione per il solo punto fatto in due partite contro Sassuolo e Sampdoria in Serie A. Ora la Roma giocherà una partita di Champions League molto importante contro il Bate Borisov, importante perché in un girone difficile con avversari come Barcellona e Bayer Leverkusen questa partita – contro la squadra più debole del girone – è assolutamente da vincere, e magari anche facendo parecchi gol per migliorare la differenza reti.

Il Bate Borisov ha una squadra scarsa, ci sono pochi calciatori di buon livello e i risultati nella fase a gironi di Champions League sono stati spesso pessimi. L’anno scorso il Bate ha perso 6-0 contro il Porto e 7-0 all’andata (in casa) e 5-0 al ritorno contro lo Shakhtar Donetsk. Rispetto alla scorsa stagione la squadra è rimasta pressoché simile, va però notato come in casa i risultati siano migliori rispetto alle trasferte. L’anno scorso ad esempio il Bate Borisov a sorpresa è riuscito a vincere 2-1 contro l’Athletic Bilbao – che però in quel periodo le perdeva tutte – e nei preliminari ultimamente ha battuto Dundalk, Videoton e Partizan. Resta il fatto che si trattava di avversarie di basso profilo, quasi paragonabili a quelle delle suo campionato, che si appresta a vincere per la decima volta consecutiva.

Come la Roma, il Bate Borisov ha qualche problema di formazione per via dell’assenza di due titolari fermi per infortunio: Rodionov e Zhavnerchik. Rispetto ai giallorossi però i bielorussi hanno meno alternative di qualità in panchina.

La Roma ha iniziato bene questa edizione di Champions League grazie al pareggio in casa contro i campioni d’Europa in carica del Barcellona. Nonostante le assenze di Szczęsny, Keita, Totti, Dzeko e Iago Falque la Roma potrà mandare comunque in campo una formazione titolare di qualità maggiore rispetto al Bate Borisov. La presenza di Pjanic a centrocampo è fondamentale, perché il bosniaco è abilissimo nei passaggi e nel fare girare la squadra. Vainqueur ha fatto bene da subentrato contro il Carpi, ha mostrato un buon dinamismo ha fatto un buon numero di recuperi, i suoi inserimenti senza palla hanno aumentato le linee di passaggio in favore dei calciatori in possesso del pallone. De Rossi non è un regista abilissimo nei passaggi in verticale, ma in una partita come questa contro il Bate Borisov che in attacco si farà vedere poco e niente la sua presenza in difesa è più giustificata, quanto meno in avvio di azione senza pressing avversario è sicuramente più abile nei passaggi di tutti gli altri difensori centrali della Roma.

La Roma deve comunque ancora migliorare parecchio la sua manovra contro le squadre chiuse in difesa – i primi quattro gol contro il Carpi non sono stati di certo su azione e in almeno tre casi c’è stato l’aiutino del portiere avversario Brkic – e questa partita contro il Bate Borisov che giocherà con tutti i suoi calciatori dietro la linea del pallone sarà un valido esame.

In attacco senza Dzeko preoccupa nella Roma l’assenza di calciatori con un’alta media gol a partita: Gervinho e Iturbe – che pure sono apparsi in ripresa nelle ultime partite – hanno segnato pochissimo nell’ultimo anno, e così se la Roma vincerà come probabile un gol potrebbe farlo l’egiziano Salah (3 gol nelle ultime 3 partite), che ha iniziato bene la sua avventura in giallorosso dopo l’ottimo passato girone di ritorno con la Fiorentina.

Le formazioni ufficiali:
BATE BORISOV: Chernik; Polyakov, Dubra, Milunović, Mladenović; Nikolić, A Volodko; Stasevich, Hleb, Gordeichuk; Jevtić.
ROMA: Szczesny; Florenzi, Manolas, De Rossi, Digne; Pjanić, Nainggolan, Vainqueur; Salah, Gervinho, Iturbe.

PROBABILE RISULTATO: 0-2
2 (1.83, Betfair)
X2 + UNDER 3.5 (1.58, Eurobet)
SALAH MARCATORE (3.25, Paddy Power)

La nuova promozione di Eurobet e le combobet con doppia chance




BARCELLONA – BAYER LEVERKUSEN | martedì ore 20:45

Sabato scorso – nella partita vinta 2-1 contro il Las Palmas, con molta più difficoltà del previsto – al Barcellona è capitata la peggior cosa che possa capitare in una partita facile di campionato che precede un turno di Champions League, di quelle in cui l’allenatore spera soprattutto che nessuno si faccia male: si è fatto male Leo Messi, l’unico calciatore del Barcellona davvero insostituibile, tecnicamente e tatticamente. In un normale contrasto con un avversario Messi si è steso per terra e ha dovuto lasciare il campo: stiramento del legamento collaterale del ginocchio sinistro. Mancherà per circa due mesi. È una grana bella grossa, per Luis Enrique: in questo lasso di tempo il Barcellona giocherà otto partite e affronterà squadre come il Villarreal, in campionato, e il Bayer Leverkusen in Champions League. Se tutto va bene, Messi potrebbe rientrare in tempo per la Roma, il 24 novembre, e magari qualche giorno prima, per la partita di campionato contro il Real Madrid il 21 novembre.

Che si fa se sei il Barcellona e – pochi giorni prima di un’importante partita di Champions League, in casa contro il Bayer Leverkusen – resti senza Messi, uno che l’anno scorso ti ha segnato 43 gol in campionato e altri 10 in Champions League? Bella domanda. Avendo pareggiato 1-1 contro la Roma nella partita del primo turno, al Barcellona, tanto per cominciare, serve non poco vincere questa partita per evitare di complicarsi la vita nel girone (tanto più alla luce dell’assenza sicura di Messi nella doppia sfida contro il BATE Borisov). Rakitic, in piena sindrome di Pollyanna, sostiene che questa gran brutta notizia potrebbe finire per avere un impatto comunque positivo sugli altri titolari del Barcellona, a partire da lui, portandoli ad assumersi maggiore responsabilità. D’accordo. In parte è anche vero. Ma intanto chi gioca al posto di Messi?

Per il momento è probabile che Luis Enrique continui a sostituire Messi con Munir, che tanto male non ha giocato, nel consueto tridente d’attacco con Suarez e Neymar. Tanti esperimenti a centrocampo (magari spostando più avanti qualche centrocampista con maggiori inclinazioni da trequartista) eventualmente neanche si possono fare, dato che è fuori anche Rafinha per il colpo subìto durante la partita di due settimane fa contro la Roma (a Barcellona si sono arrabbiati parecchio; ma d’altronde a Roma si sono arrabbiati parecchio per il colpo di Suarez a Szczesny). In porta potrebbe tornare a giocare Claudio Bravo, che domenica si è allenato regolarmente con il gruppo dopo una lunga assenza per infortunio. Al Bayer invece mancano ancora Jedvaj e Toprak, infortunati.

Il Bayer Leverkusen ha vinto 4-1 la partita della prima giornata di Champions, contro il BATE Borisov: in campionato si trova al quinto posto con 12 punti ottenuti in 7 partite, a -9 dal Bayern Monaco. Nel fine settimana scorso ha battuto 3-0 in Werder Brema. Come noto, è una squadra molto tosta che fa un pressing continuo a partire dagli attaccanti, e se questa partita si giocasse in Germania probabilmente il Barcellona, ora come ora e senza Messi, non la vincerebbe. Al Camp Nou è diverso. E peraltro il Bayer Leverkusen ha vinto soltanto tre delle ultime 15 trasferte in Europa, e dieci le ha perse.

L’ultima volta che ha giocato al Camp Nou contro il Barcellona era il 2012: segnò un gol e ne prese sette, tra cui cinque segnati da Messi, primo calciatore a segnare cinque gol in una sola partita di Champions League. Come dire: se quella volta gli avversari erano senza Messi, forse la partita il Bayer la perdeva uguale, ma 7-1 no.

Vista l’assenza di Messi è comunque sconsigliabile puntare sul Barcellona vincente visto che la quota proposta dai bookmaker è relativamente bassa. Meglio optare per il “gol”, perché il Bayer in contropiede ha la velocità e le caratteristiche giuste per mettere in difficoltà il Barcellona che lascia parecchi spazi da attaccare. E poi visto il non eccezionale periodo di forma del portiere Ter Stegen, occhio ai potenti e precisi tiri dalla distanza di Çalhanoğlu.

Le formazioni ufficiali:
BARCELLONA: ter Stegen, Piqué, Dani Alves, Mascherano, Mathieu, Rakitić, Busquets, Iniesta, Suárez, Neymar, Sandro Ramírez.
BAYER LEVERKUSEN: Leno, Tah, Papadopoulos, Wendell, Donati, L. Bender, Hakan Çalhanoğlu, Kramer, Bellarabi, Kampl, Hernández.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
GOL (1.90, William Hill)
OVER 2.5 (1.57, William Hill)