Champions League: Porto-Chelsea e Maccabi-Dynamo Kiev (gruppo G)

Champions League

I pronostici, le ultime news e le probabili formazioni di Porto-Chelsea, una delle più attese partite del secondo turno di Champions League; l’altra partita del gruppo G è Maccabi Tel Aviv-Dynamo Kiev, e parliamo anche di questa.

PORTO – CHELSEA | martedì ore 20:45

Il Chelsea sta facendo pena, e la cosa più grave è che Mourinho non è ancora riuscito a trovare qualche soluzione agli innegabili problemi che ha questa squadra. Il Chelsea l’anno scorso ha vinto la Premier League, un torneo che è stato meno competitivo delle stagioni precedenti come confermato dagli scarsissimi risultati delle squadre inglesi nelle competizioni europee. La squadra allenata da Mourinho ha vinto lo scorso campionato senza mai giocare benissimo per più di due o tre partite di fila, anzi soprattutto nel girone di ritorno c’è stata un’involuzione nel gioco e le vittorie sono spesso arrivate grazie alle giocate dei singoli, su tutti Hazard.

La solidità difensiva in questo avvio di stagione è completamente venuta meno. Terry e Ivanovic sono invecchiati di colpo e viene il dubbio che quella passata sia stata l’ultima loro stagione ad altissimi livelli, il portiere Courtois si è infortunato – Begovic non è all’altezza – e pesa il mancato acquisto di un difensore centrale: gli attaccanti del Newcastle sabato sembravano Messi e Cristiano Ronaldo. Il nuovo terzino sinistro Baba non sposta più di tanto gli equilibri e lo stesso vale in attacco con il pur bravo Pedro e soprattutto Falcao, mai tornato ad alti livello dopo l’ultimo brutto infortunio.

I trequartisti a turno qualcosa di buono la fanno, ma è troppo poco per sperare di potere lottare per la vittoria della Champions League, anche se con Mourinho di mezzo mai dire mai, visto che c’è pure il calciomercato invernale di mezzo. Nell’analizzare oggettivamente la prima parte di stagione del Chelsea però non si possono ignorare i pessimi numeri della difesa in Premier League: 14 gol subiti su 7 partite, 14 tiri subiti in media a partita, solo altre cinque squadre hanno fatto peggio sotto questo profilo.

Il Porto – prima squadra con cui Mourinho ha vinto la Champions League – ha i calciatori giusti per mettere in difficoltà il Chelsea. Imbula – arrivato in estate dal Marsiglia – è molto dotato fisicamente ed è in grado di lottare ad armi pari con Matic, in attacco ci sono due calciatori abilissimi nel dribbling come Corona e Brahimi più Aboubakar che è molto veloce e ha una buona media gol in questa prima stagione da titolare dopo la partenza di Jackson Martinez.

Visto lo scarso rendimento della difesa del Chelsea, che comunque ha un attacco di ottimo livello, conviene puntare sui gol ed evitare i segni “1X2”: Mourinho rischia un’altra batosta.

Le formazioni ufficiali:
PORTO: Casillas, Maxi, Maicon, Marcano, Martins Indi, Danilo, Rúben Neves, Imbula, Brahimi, Aboubakar, André.
CHELSEA: Begovic; Ivanovic, Zouma, Cahill, Azpilicueta; Mikel, Fabregas; Ramires, Willian, Pedro; Diego Costa.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.87, Eurobet)
SEGNA GOL SQUADRA IN CASA (1.33, Eurobet)




MACCABI TEL AVIV – DYNAMO KIEV | martedì ore 20:45

In questo periodo, il Chelsea non è esattamente una squadra formidabile eppure due settimane fa il Maccabi Tel Aviv ha perso per 4-0 sul campo dei Blues. La partita di Stamford Bridge ha rivelato i limiti tecnici della squadra israeliana, che si è qualificata in modo sorprendente per la fase a gironi della Champions League, entrando in scena fin dal secondo turno preliminare ed eliminando in rapida successione Hibernians, Viktoria Plzen e Basilea.

Il Maccabi può contare su un buon attaccante come l’ex Palermo Erin Zahavi, che si è scatenato negli ultimi mesi segnando 12 gol nelle ultime 15 partite ufficiali giocate, incluse quelle con la nazionale di Israele. Per il resto, però, il Maccabi non dispone di calciatori straordinari. Tal Ben Haim è un difensore centrale esperto, ma ha ormai trentatré anni e non è rapidissimo e anzi nella tattica di gioco scelta dal nuovo allenatore Jokanović – gioco offensivo basato sul possesso palla – puntare su un difensore centrale lento è controproducente. La fase difensiva infatti non è mai stata impeccabile nel corso di questa stagione, sono ben 20 i gol subiti su 15 partite giocate e solo in tre occasioni la porta è rimasta inviolata.

La Dinamo Kiev è in testa al campionato ucraino, con tre punti di vantaggio sullo Shakhtar Donetsk, e ha esordito in questa edizione della Champions League ottenendo un buon pareggio contro il Porto: la qualità di Andriy Yarmolenko, unita agli inserimenti di Miguel Veloso, può fare la differenza. La doppia chance esterna è da provare, così come l’opzione “gol”, visto che entrambe le formazioni devono provare assolutamente a sfruttare questa occasione e non possono permettersi di impostare una partita di contenimento.

Le formazioni ufficiali:
MACCABI TEL AVIV: Rajković; Dasa, Ben Haim I, Tibi, Vermouth; Rikan, Alberman, Mitrović, Peretz, Ben Basat; Zahavi.
DYNAMO KIEV: Shovkovskiy; Danilo Silva, Dragovic, Khacheridi, Antunes; Rybalka, Veloso, Sydorchuk, Gonzalez, Yarmolenko; Junior Moraes.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
2 (2.00, Eurobet)
GOL (2.05, William Hill)