Liga: Athletic Bilbao-Real Madrid, Las Palmas-Siviglia e Malaga-Villarreal (mercoledì)

Pronostici Liga spagnola
Pronostici Liga spagnola

Il Real Madrid, con una formazione non al completo, ha una partita per niente facile: contro l’Athletic Bilbao di Aduriz e Raul Garcia (al San Mamés, dove l’anno scorso perse 1-0). Il Siviglia intanto è ancora in cerca della prima vittoria stagionale, e infine c’è il Malaga, che addirittura deve ancora segnare il primo gol.

ATHLETIC BILBAO – REAL MADRID | mercoledì ore 21:00

Nell’ultima sessione di allenamento del martedì, svolta tutta con il pallone, il Real Madrid si è molto concentrato sulla tattica e sul possesso palla: per questo motivo – data anche l’assenza degli infortunati Rodriguez, Bale, Danilo e Sergio Ramos – Benitez ha chiamato ad allenarsi in prima squadra alcuni giovani molto promettenti del Real Madrid Castilla, come Marcos Llorente e Odegaard (che comunque molto difficilmente giocheranno contro l’Athletic Bilbao).

Per fare tre punti al San Mamés il Real Madrid avrà bisogno di giocare una partita quasi perfetta, soprattutto in fase difensiva (il Real non ha ancora subìto neppure un gol, in quattro partite di campionato). Le occasioni di fare gol all’Athletic Bilbao solitamente sono numerose, ma le possibilità di subirne almeno uno su calcio piazzato, quest’anno, sono molto aumentate in seguito all’arrivo di Raul Garcia dall’Atletico, che ha decisamente innalzato il coefficiente di aggressività a centrocampo e forza fisica nei contrasti aerei. Un’altra buona notizia per il centrocampo dell’Athletic è il recupero, lungamente atteso, di Ander Iturraspe, assente da luglio scorso.

Per questa ragione circola da qualche ora l’ipotesi – non smentita da Benitez, in conferenza stampa – che nel Real possa trovare spazio Casemiro, il centrocampista ex Porto acquistato dal Real in estate: potrebbe tornare effettivamente utile soprattutto nel caso in cui si rendesse necessario difendere un buon risultato eventualmente maturato durante la partita. Sarà molto improbabile, però, vederlo in campo dal primo minuto: per far spazio a lui il Real dovrebbe privarsi di una possibile fonte di gioco, e da questo punto di vista Modric e Kroos sono insostituibili.

Quanto al posto vacante da trequartista, dovrebbe essere occupato da uno tra Lucas Vazquez e Kovacic, con il primo leggermente in vantaggio sul secondo. In qualsiasi caso è una partita molto complicata, per il Real Madrid, e conviene lasciar perdere i segni 1X2, anche alla luce delle numerose assenze tra i titolari del Real Madrid. L’anno scorso, in una stagione tutt’altro che memorabile per l’Athletic Bilbao, il Real perse questa partita al San Mamés 1-0.

Le probabili formazioni:
ATHLETIC BILBAO: Iraizoz; Lekue, Laporte, Etxeita, Marcos; San José, Benat; Gomez, Garcia, Susaeta; Aduriz.
REAL MADRID: Navas; Marcelo, Varane, Ramos, Carvajal; Kroos, Modric; Lucas Vazquez, Isco, Ronaldo; Benzema.

PROBABILE RISULTATO: 2-2
GOL (1.60, Bwin e SNAI)
X2 + GOL (1.95, Eurobet)
ESPULSIONE SÌ (3.00, Bwin e William Hill)

La nuova promozione di Eurobet e le combobet con doppia chance

LAS PALMAS – SIVIGLIA | mercoledì ore 22:00

La migliore partita da quando è salito in prima divisione, stranamente, il Las Palmas l’ha giocata con un uomo in meno, poco più di una settimana fa in casa del Celta Vigo, una delle migliori squadre di questo avvio di stagione. In dieci dal decimo minuto del primo tempo – a causa dell’espulsione del portiere Varas – il Las Palmas perdeva 2-0, poi 3-1, e alla fine ha pareggiato 3-3: come accidenti ha fatto? Diciamo che è stata una partita non molto significativa, piena di macroscopici errori individuali difensivi, da una parte e dall’altra (senza quella sciocchezza finale commessa da Fontás, oggi il Celta Vigo sarebbe a punteggio pieno).

Prima e dopo quella partita, il Las Palmas non è stato in grado di segnare neppure un gol, sebbene abbia mostrato una discreta solidità difensiva perdendo “soltanto” 1-0 al Vicente Calderon contro l’Atletico. Le altre due partite sono state un loffissimo pareggio per 0-0 in casa contro il Levante e una sconfitta per 1-0, di nuovo in casa (contro il Rayo Vallecano, nel weekend scorso, e quest’anno il Rayo segna col contagocce). Insomma allo stadio di Gran Canaria, per ora, i tifosi del Las Palmas hanno visto soltanto sconfitte. Stessa sorte – incredibile, davvero – dei tifosi del Siviglia, che al Ramón Sánchez-Pizjuán ha perso due partite su due: 3-0 contro l’Atletico Madrid e 2-1 contro il Celta Vigo, domenica scorsa.

Il Siviglia sta andando male, decisamente: in quattro partite di campionato ha messo insieme due sconfitte contro Atletico Madrid e Celta Vigo e due pareggi contro squadre modeste come Malaga e Levante. Una lunga serie di infortuni (Banega, Pareja, Carriço, Rami, Kakuta, Beto, Escudero) sta molto complicando le cose, e inoltre gli ultimi arrivati (Konoplyanka, Immobile) ci stanno mettendo più tempo del previsto, ad ambientarsi. Gameiro, per ora, non ha avuto l’inizio di stagione “esplosivo” che ci si aspettava da lui, e che gli era implicitamente richiesto dalla società in seguito alla vendita di Bacca. Tant’è che, nel dubbio, è comunque arrivata una prima punta “di peso” come Fernando Llorente, la cui integrazione in una formazione di Unai Emery però a noi non viene semplicissima da immaginare (mentre quella di Immobile sì, ad avere molta pazienza).

Questa situazione da cantiere aperto non aiuta per niente, e lo dicono anche le quote: in una partita che, d’altri tempi, sarebbe stata da 2 fisso, i bookmaker propongono la vittoria del Siviglia a una quota superiore a 2.00 (!). Contro il Las Palmas. Diciamo che mancano i “pezzi” per giocare come l’anno scorso (sia quelli che sono infortunati, sia quelli che sono stati venduti), e intanto in difesa tocca giocare con gli unici due centrali di ruoli disponibili al momento: Kolodziejczak e Andreolli. Nonostante tutte queste perplessità riguardo la formazione e la rosa di questa stagione, viene però obiettivamente complicato immaginare che il Siviglia riesca a sbagliarne un’altra, peraltro contro una squadra con una discreta difesa ma probabilmente destinata alla retrocessione. Restare senza vittorie dopo cinque giornate di campionato comincerebbe a essere un risultato fin troppo pesante a Siviglia anche per un allenatore apprezzato come Emery.

Le probabili formazioni:
LAS PALMAS: Varas; Simon, Aythami, Alcaraz, Bigas, Castellano; Hernan, Roque Mesa, Culio; Viera, Araújo.
SIVIGLIA: Sergio Rico; Coke, Andreolli, Kolo, Trémoulinas; Iborra (o N’Zonzi), Krychowiak, Reyes, Konoplyanka; Gameiro, Llorente.

PROBABILE RISULTATO: 0-1
X2 + UNDER 3,5 (1.80, Eurobet)




MALAGA – VILLARREAL | mercoledì ore 22:00

Per gli spettatori amanti del calcio-spettacolo il Malaga si sta dimostrando la più deprimente squadra d’Europa da veder giocare: in quattro partite di campionato ha messo insieme 52 tiri (non pochissimi) ma solo 13 in porta, e soprattutto: zero gol. Zero. Nessuna squadra dei cinque principali campionati europei è arrivata a questo punto della stagione senza aver ancora provato la gioia di segnare un gol. Nessuna tranne il Malaga. Hai voglia ad aspettare che Amrabat o Charles o Horta si “sblocchino”: finora soltanto il 30% circa dei tiri complessivi del Malaga sono stati calciati nello specchio della porta (è la quarta peggiore media, tra tutte le squadre del campionato).

E non è detto che questo brutto periodo non possa proseguire: nel turno infrasettimanale il Malaga ospita il Villarreal, una delle squadre più in forma di questo avvio di stagione. Tanto che il pronostico più probabile sembra essere che il Malaga possa subire un gol piuttosto che riuscire a segnarlo. A causa di un lieve infortunio, infatti, potrebbe essere assente Amrabat, che per quanto impreciso rimane certamente il giocatore della rosa del Malaga con più capacità di creare occasioni da gol. Tra gli assenti sicuri invece ci sono Flavio Ferreira, Ignacio Camacho e Roque Santa Cruz.

Il Villarreal viene da tre vittorie consecutive per 3-1, contro Espanyol, Granada e Athletic Bilbao. Domenica contro l’Athletic si è sbloccato anche Baptistao, che del gruppetto d’attacco era rimasto l’unico ancora a secco (Bakambu è già a 3 gol segnati, Soldado 2). Però anche il Villarreal stavolta potrebbe avere qualche problema legato agli infortuni: a parte Asenjo e Musacchio, assenti da mesi, gli indisponibili potrebbero essere, proprio in attacco, Bakambu, per una lieve distorsione alla caviglia, e Soldado. Ragion per cui, in attacco a fianco a Baptistao, dovrebbe giocare Adrian Lopez, ex Atletico Madrid, arrivato in prestito dal Porto.

Le probabili formazioni:
MALAGA: Kameni, Rosales, Albentosa, Weligton (o Angeleri), Boka; Tissone, Recio, Horta, Juan Carlos; Cop, Charles.
VILLARREAL: Aréola, Mario, Bailly, Víctor Ruiz (o Bonera), Jaume; Samu, Bruno Soriano, Trigueros, Denis Suárez; Adrian Lopez, Baptistao.

PROBABILE RISULTATO: 0-0
UNDER (1.65, SNAI)

Le altre partite della Liga di mercoledì: Celta Vigo-Barcellona, Levante-Eibar e Rayo Vallecano-Sporting Gijon