Serie A: Udinese-Empoli e Milan-Palermo

Serie A

La quarta giornata di Serie A inizia sabato con i due anticipi in programma alle 18 e alle 20:45: analisi, pronostici e probabili formazioni.

UDINESE – EMPOLI | sabato ore 18:00

La vittoria a sorpresa – e parecchio fortunata – dell’Udinese in casa della Juventus nella prima giornata di campionato è stata l’unica partita di questo avvio di campionato in cui la squadra allenata da Colantuono è riuscita a fare gol e punti. Nelle successive due partite l’Udinese ha perso, in casa contro il Palermo e poi in trasferta contro la Lazio. Fare punti contro l’Empoli diventa così di fondamentale importanza, Colantuono è un grande motivatore e la squadra darà il massimo sul piano agonistico.

Il problema di questa Udinese è che molto probabilmente anche in questa stagione i risultati dipenderanno dalle giocate di Totò Di Natale, e gli anni passano anche per lui. L’Udinese di Colantuono gioca con un 3-5-2 molto difensivo, attento nelle chiusure e schierata col baricentro molto basso. I numeri della fase difensiva sono positivi, i problemi riguardano l’attacco. Contro il Palermo ad esempio l’Udinese ha giocato bene e non avrebbe meritato di perdere, è stata però condannata dalla mancanza di alternative nel gioco offensivo. Colantuono è quasi costretto a schierare Zapata per via della sua abilità nel gioco aereo che dà un senso al suo 3-5-2 che sviluppa il gioco sulle fasce, centralmente gli attacchi sono più rari perché a centrocampo giocano due mediani come Badu e Iturra poco abili a fare circolare il pallone.

L’Empoli ha fatto nell’ultimo turno il primo punto del campionato, pareggiando in casa contro il Napoli. Sul piano fisico l’Empoli ha giocato una buona partita, ma le partenze di Rugani e Valdifiori non sono state sostituite degnamente e nelle prime tre giornate la squadra ha messo in mostra un limite che già aveva lo scorso anno, quello di non riuscire a capitalizzare al massimo la mole di gioco creata. Il problema è che la fase difensiva è notevolmente peggiorata, la squadra ha già subito 7 gol in 3 partite e oltre alla mancanza di Rugani che si fa sentire anche il cambio di portiere con Skorupski al posto di Sepe sembra penalizzante.

L’Udinese dopo le ultime due sconfitte dovrebbe riuscire quanto meno a pareggiare, in una partita in cui sarà difficile vedere più di tre gol.

La “combo bet” doppia chance interna + under 3.5 è a quota #che offre 10€ gratis subito dopo il primo deposito da almeno 10€ + un bonus (fino a un massimo di 100€) del 50% dell’importo delle scommesse effettuate entro 7 giorni dalla registrazione.

Probabili formazioni
UDINESE: Karnezis, Wague, Danilo, Piris, Edenilson, Badu, Iturra, Bruno Fernandes, Adnan, Zapata, Di Natale.
EMPOLI: Skorupski, Zambelli, Tonelli, Barba, Mario Rui, Zielinski, Dioussè, Croce, Saponara, Pucciarelli, Maccarone.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1X + UNDER 3.5 (1.65, Eurobet)

Leggi la recensione di Eurobet e la spiegazione del nuovo bonus

MILAN – PALERMO | sabato ore 20:45

Il Milan ha perso il derby contro l’Inter, ma sul piano del gioco la squadra allenata da Mihajlovic ha mostrato qualche miglioramento, che ha convinto il tecnico a confermare la formazione della scorsa settimana. Con ogni probabilità a scendere in campo saranno gli stessi undici calciatori titolari la scorsa settimana.

Qui sul Veggente abbiamo già parlato dei problemi attuali del Milan, problemi che questa squadra si porta dietro da parecchio tempo: mancanza di alternative nella difesa centrale dove il pur bravo (ma ancora troppo giovane e a tratti inesperto) Romagnoli è l’unico ad assicurare un buon rendimento, l’assenza di un regista e l’eccessiva abbondanza di trequartisti e attaccanti, poco utili se non inseriti all’interno di un preciso schema di gioco.

Mihajlovic ha capito la difficoltà che i suoi calciatori hanno a giocare contro squadre che pensano prima di tutto a difendersi schierando De Jong centrocampista centrale: l’olandese sarà valido nei contrasti, ma è poco abile nei passaggi e la manovra del Milan con De Jong in campo parte sempre a rilento. Con Montolivo schierato al suo posto contro l’Inter si è visto qualche miglioramento: qui al non siamo grandi estimatori di Montolivo, ma siamo ben consapevoli che sia meglio di De Jong nel fare passaggi in verticale, e questo è d’aiuto per la fase offensiva del Milan che per il resto può contare su due bravi interni di centrocampo e su degli attaccanti di altissimo livello come Luiz Adriano e Bacca.

Questa versione del Milan dovrebbe essere sufficiente per battere il Palermo che nelle prime due partite era riuscito a mascherare grazie alle vittorie i suoi limiti, che sono usciti fuori chiaramente nel pareggio contro il Carpi.

La difesa del Palermo è stata poco solida lo scorso anno, e non basterà El Kaoutari per migliorarla. Le partenze di Dybala e Belotti hanno indebolito parecchio l’attacco anche perché al loro posto è arrivato un calciatore poco mobile come Gilardino. Senza i movimenti continui dell’attaccante di riferimento ci saranno meno spazi per gli inserimenti dei centrocampisti e l’ottimo Vazquez avrà meno linee di passaggio a disposizione. Certo, Vazquez contro il Milan potrebbe fare un partitone perché senza De Jong si guadagna in fase di non possesso palla ma si perde qualcosa sul piano difensivo, con Montolivo, Bonaventura e Kucka come centrocampisti, Vazquez avrà più possibilità di fare valere le sue abilità nel dribbling e potrebbe provare spesso anche il tiro dalla distanza.

La differenza in questa partita dovrebbe farla la maggiore qualità offensiva a disposizione del Milan: la vittoria dei rossoneri è a quota 1.75 su Eurobet.

Probabili formazioni
MILAN: Diego Lopez, Abate, Romagnoli, Zapata, De Sciglio, Bonaventura, Montolivo, Kucka, Honda, Luiz Adriano, Bacca.
PALERMO: Sorrentino, Vitiello, Gonzalez, El Kaoutari, Rispoli, Rigoni, Jajalo, Quaison, Lazaar, Vazquez, Gilardino.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.75, Bwin)
1X + OVER 1.5 (1.50, Eurobet)