Liga: stasera c’è Atletico Madrid-Barcellona

Pronostici Liga spagnola
Pronostici Liga spagnola

Atletico Madrid e Barcellona si affrontano allo stadio Vicente Calderón stasera, alla terza giornata di campionato ed entrambe a punteggio pieno: è una partita che può già dire molto, soprattutto delle reali ambizioni dell’Atletico per il titolo.

Le probabili formazioni:

ATLETICO MADRID: Oblak; Juanfran, Godin, Gimenez, Filipe Luis; Koke, Gabi, Tiago, Oliver Torres; Martinez, Griezmann.
BARCELLONA: Ter Stegen; Sergi Roberto, Mascherano, Vermaelen, Jordi Alba; Iniesta, Busquets, Rakitic; Neymar, Messi, Suarez.

Come e dove vedere Atletico Madrid-Barcellona in tv e in streaming

ore 20:30 ATLETICO MADRID-BARCELLONA (Liga)
TV: Fox Sports – Streaming: Sky Go

ATLETICO MADRID – BARCELLONA | sabato ore 20:30

Atletico e Barcellona arrivano a questa attesissima partita della terza giornata della Liga con lo stesso numero di punti in classifica – 6 punti in due partite – ma in un modo piuttosto diverso: prima della pausa per le partite delle nazionali, l’Atletico aveva ottenuto un impensabile 3-0 al Ramón Sánchez-Pizjuán contro il Siviglia, mentre il Barcellona non era andato oltre l’1-0 in casa contro il Malaga.

L’Atletico Madrid ha la squadra al completo ma c’è da dire che non ha potuto allenarsi per bene e al completo, dato che diversi giocatori convocati nelle rispettive nazionali – alcuni in impegni extracontinentali – si sono aggregati al gruppo progressivamente nel corso della settimana.

Nell’allenamento di venerdì prima della partenza per Madrid il Barcellona si è allenato senza Messi, assente per motivi personali (è comunque regolarmente nella lista dei convocati e giocherà quasi certamente). Nella lista dei convocati c’è di nuovo Adriano, e gli assenti sono Dani Alves e Douglas infortunati, Claudio Bravo per uno stiramento al polpaccio (quindi nessun dubbio che giocherà Ter Stegen) e Piqué che deve ancora scontare la terza delle quattro giornate di squalifica per aver smadonnato contro il guardalinee nella partita di ritorno di Supercoppa di Spagna pareggiata 1-1 contro l’Athletic Bilbao al Camp Nou, dopo il 4-0 dell’andata.

In anni recenti, nei confronti tra le grandi squadre della Liga, l’Atletico ha più volte mostrato di aver imparato il modo di neutralizzare il gioco del Real Madrid di Ancelotti. Molto più raramente e difficilmente gli è capitato di arrestare quello del Barcellona, che si è rivelata spesso una squadra devastante anche per la rocciosa difesa dell’Atletico con la coppia centrale Godin-Miranda. E anche quando l’Atletico ha provato a fare una partita diversa, con la necessità di attaccare, è finita che si è molto innervosito e le ha prese pesantemente (ritorno di Coppa della semifinale di Coppa del Re della stagione scorsa: 3-2 per il Barcellona al Vicente Calderón e doppia espulsione per l’Atletico). In conferenza stampa Simeone ha detto: «Non abbiamo ancora trovato la formula per batterli, ma ce la siamo giocata. Senza dubbio, come nelle ultime partite contro di loro, saremo compatti nella nostra metà campo in attesa dell’occasione per il contrattacco».

In teoria però è forse la prima volta, negli ultimi tre anni, che l’Atletico si presenta a questa partita con la consapevolezza di avere una squadra diversa (un Arda Turan e un Madzukic di meno), e un modo di giocare – o quantomeno un ambizione di giocare – in modo diverso, creare occasioni e sviluppare azioni in velocità, piuttosto che giocarsela tutta a centrocampo, lasciando il gioco agli avversari per poter badare solo a “picchiare” e recuperare palloni. Sia la vittoria in casa contro il Las Palmas per 1-0, sia la difficile partita in trasferta contro il Siviglia (nonostante il pesante risultato finale) a dire il vero non hanno dato segnali in questa direzione: al momento l’Atletico è ancora essenzialmente fondato sui principi di gioco tipici di Simeone.

Difficilmente quindi dovrebbe venir fuori una valanga di gol. E le motivazioni sono da ricercare anche nella possibile stanchezza di alcuni giocatori reduci dagli impegni con le nazionali, oltre che nella volontà di entrambe le squadre di evitare figuracce alla terza giornata. Inoltre, anche ieri si è verificata ancora una volta una tendenza piuttosto frequente nei fine settimana che precedono le partite di Champions League: pochi gol e risultati inattesi delle squadre che giocano la Champions. Una certa attenzione al “dosaggio” delle energie potrebbe verificarsi anche stasera al Vicente Calderón: martedì l’Atletico giocherà in Turchia contro il Galatasaray, mercoledì il Barcellona giocherà all’Olimpico contro la Roma.

Per questa partita il bookmaker Paddy Power propone una promozione particolare (un cosiddetto “Power Bonus”, e qui spieghiamo cosa sono): se Luis Suárez dovesse segnare un gol, Paddy Power rimborserà tutte le scommesse sul “Primo marcatore”, “Risultato esatto” e “Risultato Parziale Primo Tempo/Finale” (fino a un massimo di 20 euro) relative ad Atletico Madrid-Barcellona.

a Paddy Power e ottenere la promozione

Le probabili formazioni:
ATLETICO MADRID: Oblak; Juanfran, Godin, Gimenez, Filipe Luis; Koke, Gabi, Tiago, Oliver Torres; Martinez, Griezmann.
BARCELLONA: Ter Stegen; Sergi Roberto, Mascherano, Vermaelen, Jordi Alba; Iniesta, Busquets, Rakitic; Neymar, Messi, Suarez.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
1X (1.62, SNAI)
UNDER (1.75, Bwin)
GRIEZMANN PRIMO MARCATORE (quota non ancora disponibile su Paddy Power, che rimborsa la scommessa – massimo 20 euro – se Luis Suarez segna un gol)