Qualificazioni Euro 2016, gruppo H: Norvegia-Croazia e Italia-Bulgaria

Analisi, pronostici e probabili formazioni per le tre partite dell’ottava giornata del gruppo H di qualificazioni agli Europei: c’è pure Malta-Azerbaijan.

ITALIA – BULGARIA | domenica ore 20:45

L’Italia non ha giocato una bella partita contro Malta, ma alla fine ha vinto ed è il risultato quello che conta. Alla nazionale di Conte servono ora altri tre punti per mettere al sicuro qualificazione a Euro 2016. Di fronte ci sarà la Bulgaria che giovedì ha perso malamente in casa contro la Norvegia, giocando male e non rendendosi mai pericolosa in attacco.

La Bulgaria – che dovrà fare ancora a meno del portiere Stoyanov e dell’attaccante Bojinov – nella partita di andata a Sofia riuscì a fermare gli azzurri sul 2-2, in una partita strana che l’Italia poteva vincere ma ha rischiato addirittura di perdere. La Bulgaria vista giovedì però potrà ben poco contro gli azzurri, che contro Malta non avranno entusiasmato ma hanno attaccato con continuità rischiando solo in una occasione di prendere gol in contropiede.

Il bilancio dei precedenti contro la Bulgaria è favorevole all’Italia, su 18 partite sono 9 le vittorie totali degli azzurri, la più famosa quella nelle semifinali dei Mondiali di Usa ’94 con doppietta di Roberto Baggio. Questa nazionale non ha la qualità e il fascino dell’Italia di Arrigo Sacchi, ma va riconosciuto ad Antonio Conte l’ottimo lavoro fatto con i calciatori a disposizione. Attualmente l’Italia non ha campioni in grado di decidere la partita con azioni individuali, a livello di qualità già la Croazia di Modric e Rakitic è superiore. Eppure nella classifica del girone H l’Italia è al primo posto, grazie a Conte che ha trasformato questa nazionale in una squadra “operaia”.

L’altra qualità del commissario tecnico è stata quella di modificare sempre la squadra in base allo stato di forma dei calciatori e alle caratteristiche degli avversari. Dopo il 4-3-3 messo in campo contro Malta, Conte dovrebbe tornare al 3-5-2. La scelta del cambio di modulo è dovuta alle precarie condizioni fisiche di Pirlo e agli infortuni di Gabbiadini e Verratti: al posto di Pirlo verrà probabilmente impiegato De Rossi, piazzato davanti la difesa con Florenzi e Soriano interni di centrocampo. In attacco ci sarà Vazquez che ha iniziato benissimo il campionato e nel suo stadio (si giocherà a Palermo) potrà fare la differenza nel ruolo in cui rende di più, trequartista alle spalle della punta unica che sarà ancora Pellè.

Sarà un’Italia prudente che avrà la possibilità di fare eventualmente dei cambi offensivi – se necessario – nel corso del secondo tempo. La vittoria dell’Italia è molto probabile non tanto per lo stato di forma degli azzurri quanto per la scarsa qualità della Bulgaria, che dopo la partitaccia fatta contro la Norvegia difficilmente sarà in grado di riprendersi contro un avversario di maggiore valore.

La vittoria dell’Italia è a quota 1.50 su Bwin che dà un bonus del 100% sul primo versamento fino a un massimo di 25 euro.

Su Betfair è possibile puntare sull’Italia vincente alla quota maggiorata di 5.00 (vale solo per i nuovi clienti).

Probabili formazioni
ITALIA: Buffon, Darmian, Barzagli, Bonucci, Chiellini, De Rossi, Florenzi, Soriano, Candreva, Vazquez, Pellè.
BULGARIA: Mitrev, Bandalovski, A. Aleksandrov, Bodurov, Minev, Manolev, Popov, Chochev, Milanov, Dyakov, Mitsanski.

PROBABILE RISULTATO: 2-0

NORVEGIA – CROAZIA | domenica ore 18:00

La Croazia ha sbagliato partita contro l’Azerbaijan, giocando sotto ritmo per tutti e novanta i minuti di gioco pensando di potere risolvere la partita con una giocata individuale dei suoi calciatori. Le occasioni ci sono state, ma Perisic, Mandzukic e Kovacic non sono stati lucidi in zona gol e alla fine il risultato è rimasto sullo 0-0.

Contro la Norvegia probabilmente la Croazia farà una partita diversa, anche per via dell’avversario. L’Azerbaijan ha difeso col baricentro basso e ha fatto di tutto per abbassare i ritmi della partita, cosa che non è nelle corde della Norvegia, squadra che basa il suo gioco sull’agonismo e sulla forza fisica. La Croazia da parte sua dopo il deludente pareggio di giovedì probabilmente giocherà con maggiore impegno già dai primi minuti, anche perché una sconfitta permetterebbe alla Norvegia un clamoroso sorpasso in classifica, e col terzo posto la Croazia si ritroverebbe a dovere giocare gli spareggi.

La qualificazione ancora in bilico e la delusione per il pareggio di giovedì scorso fanno pensare che la Croazia a questo giro non sottovaluterà l’impegno, e se giocherà al massimo non avrà problemi a battere una nazionale già sconfitta in modo netto (5-1) nella partita di andata.

Probabili formazioni
NORVEGIA: Nyland, Høgli, Hovland, Elabdellaoui, Forren, Tettey, Johansen, Henriksen, Samuelsen, Søderlund, Berget.
CROAZIA: Subašić, Vrsaljko, Ćorluka, Vida, Pranjić, Perišić, Rakitić, Modrić, Brozovic, Pjaca, Mandžukić.

PROBABILE RISULTATO: 0-2
2 (2.20, Bwin)
X2 (1.28, Bwin)
MALTA – AZERBAIJAN | domenica ore 18:00

Ancora una volta Malta ha mostrato i suoi progressi nell’ultima partita giocata contro l’Italia. Malta ormai non è più una nazionale che perde di goleada, da quando c’è Ghedin come allenatore è successo raramente, e nelle ultime sette partite ha subito appena otto gol. Il problema è l’attacco, tra sette partite ufficiali e cinque amichevoli, Malta ha fatto solo tre gol e senza fare gol le partite non si vincono.

L’Azerbaijan dopo un avvio di girone disastroso ha migliorato il suo rendimento da quando ha cambiato commissario tecnico, fino a giocare la migliore partita giovedì scorso contro la Croazia. Con Robert Prosinečki in panchina l’Azerbaijan ha vinto la partita di andata 2-0 contro Malta e su tre partite ufficiali giocate non ha ancora subito gol. I passi in avanti fatti da questa nazionale sono stati ancora più evidenti nel pareggio di giovedì, in cui l’Azerbaijan non solo si è limitato a difendere ma ha sfiorato anche il gol in un paio di occasioni dimostrando di avere buone abilità in contropiede.

Malta e Azerbaijan sono squadre che preferiscono giocare in contropiede, il problema è che tutte e due giocheranno col baricentro basso e penseranno prima di tutto a difendere, motivo per cui sarà davvero difficile vedere più di due gol in questa partita.

L’under 2.5 (meno di tre gol segnati nel corso della partita) è a quota 1.45 #che #.

Probabili formazioni
MALTA: Hogg, Borg, Z.Muscat, Agius, A.Muscat, R.Muscat, Fenech, Briffa, Failla, Effiong, Schembri.
AZERBAIJAN: Agayev, Garayev, Mirzabekov, Hüseynov, Sadygov, Dashdemirov, Nazarov, Amirguliyev, Ismayilov, Kurbanov, R. Gurbanov.

PROBABILE RISULTATO: 0-1
X2 (1.34, Bwin)
UNDER 2.5 (1.45, #)