Serie A: Bologna-Sassuolo e Milan-Empoli (sabato)

Serie A

La seconda giornata di Serie A prende il via sabato con i consueti due anticipi: Bologna-Sassuolo alle 18:00 e Milan-Empoli alle 20:45. Ecco le previsioni, le probabili formazioni e i pronostici per queste due prime partite.

BOLOGNA – SASSUOLO | sabato ore 18:00

Bologna e Sassuolo hanno iniziato la stagione in modi ben differenti. Il Bologna è stato eliminato dalla Coppa Italia avendo perso 1-0 contro il Pavia, e ha poi perso nella prima giornata di campionato in casa della Lazio col risultato di 2-1, giocando malissimo nel primo tempo.

La squadra allenata da Delio Rossi ha confermato i problemi di gioco già esistenti nella scorsa stagione in cui la promozione dalla Serie B alla Serie A è arrivata con una buona dose di fortuna nei playoff, e in cui grande merito lo ha avuto Sansone, calciatore che non è più in squadra. I rinforzi presi sul mercato sono di buona qualità: Mirante in porta, Crisetig e Donsah a centrocampo, Brienza sulla trequarti e Destro in attacco. I problemi riguardano la mancanza di panchinari di buon livello, l’età media troppo bassa in alcuni ruoli e in più ci sono dei dubbi sul potenziale effettivo della difesa. Delio Rossi avrà molto da lavorare, ma la sensazione è che questa squadra possa alla lunga salvarsi.

Il Sassuolo ha iniziato la stagione alla grande, passando il turno in Coppa Italia battendo agevolmente il Modena e soprattutto vincendo la prima partita di campionato contro una “big” come il Napoli. Il Sassuolo gioca a memoria il calcio proposto dal suo allenatore Di Francesco, una tattica abbastanza offensiva ma in cui i risultati sono spesso positivi. Il problema principale in questa partita sarà l’assenza per infortunio di Berardi, attaccante fondamentale nel gioco di questa squadra. Senza Berardi il potenziale offensivo diminuisce e non è un bene per una squadra che punta soprattutto sul gioco d’attacco e che in difesa spesso lascia spazi da attaccare agli avversari.

Il “gol” (entrambe le squadre segnano) è il pronostico più probabile: il Bologna ha Brienza che dopo l’ottimo finale di stagione col Cesena ha iniziato bene anche questo campionato (fantastico il lancio per Mancosu in occasione del gol alla Lazio), e Destro che ha un’ottima media realizzativa in Serie A.

Destro è un attaccante che vede bene la porta: quando viene messo in condizione di segnare, il suo dovere lo fa sempre. Destro è stato penalizzato anche dalle scelte tattiche degli allenatori Rudi Garcia e Inzaghi; al Bologna sarà invece il finalizzatore della manovra di una squadra che giocherà per lui. In queste condizioni può tornare a essere decisivo: stiamo parlando di un attaccante che a 24 anni ha già fatto 41 gol su 118 presenze. Destro ha finora segnato un gol in Serie A ogni 165 minuti di gioco, e al Bologna – dove sarà titolare indiscusso, al contrario delle ultime stagioni – dovrebbe arrivare facilmente alla doppia cifra.

Il “gol” (entrambe le squadre segnano) è a quota 1.80 su Bwin che #.

Destro marcatore è a quota 2.80 #che #.

Probabili formazioni
BOLOGNA: Mirante; Mbaye, Oikonomou, Rossettini, Masina; Crimi, Crisetig, Donsah, Brienza; Mancosu, Destro.
SASSUOLO: Consigli; Vrsaljko, Acerbi, Cannavaro, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan; Floro Flores, Defrel, Sansone.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.80, Bwin)
X2 (1.57, Bwin)
DESTRO MARCATORE (2.80, Eurobet)

MILAN – EMPOLI | sabato ore 20:45

La sconfitta di Firenze alla prima giornata di campionato ha confermato che il Milan pur avendo una squadra migliore rispetto all’anno scorso ha ancora parecchi problemi da risolvere, soprattutto a livello tattico.

Il Milan dopo tanti anni in cui Galliani aveva preso solo “parametri zero” ha cambiato politica prendendo finalmente calciatori dal futuro roseo piuttosto che dal passato glorioso. I rinforzi principali sono arrivati in attacco con Bacca del Siviglia (28 gol su 56 partite la scorsa stagione) e Luiz Adriano (21 gol su 33 partite nella scorsa stagione, 9 dei quali in Champions League) dello Shakhtar Donetsk, oltre alla recente discutibile aggiunta di Balotelli. In difesa è stato preso Romagnoli – difensore di prospettiva ma non un campione e gli errori di Firenze lo hanno confermato – a centrocampo è arrivato Bertolacci che ha chiuso lo scorso campionato alla grande nel Genoa ottenendo anche la convocazione di Conte in nazionale.

Il Milan ha commesso probabilmente lo stesso errore degli anni passati, quello di acquistare tanti attaccanti (di Balotelli c’era davvero bisogno?) e di non prendere difensori centrali e centrocampisti centrali. Dovrà essere abile Mihajlovic a dare una precisa identità di gioco a questa squadra che l’anno scorso con Inzaghi non è stata capace di trovare uno schema offensivo in grado di superare le difese avversarie. Il Milan l’anno scorso è stato Menez-dipendente, e Menez (attualmente infortunato) è un calciatore troppo discontinuo per fare esclusivamente affidamento sul suo talento. Inserire Balotelli con o senza Menez vorrebbe dire fare lo stesso errore dell’anno scorso: con Balotelli in campo – se non fa movimenti offensivi, non li ha mai fatti in carriera e non si vede perché dovrebbe iniziare proprio ora – giocare bene è difficile, e l’unico schema possibile è dargli palla e sperare che inventi qualcosa.

Il Milan oltre a essere ancora carente al centro della difesa dove il giovane Romagnoli non basta, resta poi ancora privo di un regista classico che tanto servirebbe a una squadra come questa. L’intenzione di Mihajlovic pare essere quella di piazzare De Jong davanti la difesa e dare agli interni di centrocampo (Bertolacci e Bonaventura) il compito di impostare il gioco. Non sarà facile trovare una tattica in grado di esaltare le caratteristiche di tutti questi calciatori, e l’arrivo di Balotelli se possibile complicherà i piani di Mihajlovic.

Resta il fatto che il Milan si è rinforzato rispetto all’anno scorso e che ci sono parecchi calciatori di qualità. Questo non basterà per vincere il campionato, ma per battere l’Empoli probabilmente sì.

L’anno scorso l’Empoli di Sarri diede una lezione di calcio al Milan di Inzaghi, i toscani hanno però nel frattempo cambiato allenatore e la scelta di prendere Giampaolo è stata come minimo discutibile. Questo allenatore – che ha un 42,7% di sconfitte sul totale delle partite fatte – ha iniziato la stagione nel peggiore dei modi con l’eliminazione in Coppa Italia contro una squadra di Serie B, il Vicenza, e la sconfitta all’esordio in campionato 3-1 contro il Chievo. Prendere tre gol da una squadra come il Chievo che non fa dell’attacco la sua arma migliore è preoccupante, resistere a Luiz Adriano e Bacca, voglioso di fare il suo primo gol in Serie A, non sarà facile.

Probabili formazioni
MILAN: Diego Lopez; De Sciglio, Romagnoli, Zapata, Antonelli; Bertolacci, De Jong, Bonaventura; Honda; Luiz Adriano, Bacca.
EMPOLI: Skorupski; Zambelli, Tonelli, Barba, Mario Rui; Zielinski, Maiello, Croce; Saponara; Maccarone, Pucciarelli.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.48, Eurobet)
OVER 2.5 (1.80, Eurobet)
BACCA MARCATORE (2.20, Eurobet)