Serie A: Empoli-Chievo e Fiorentina-Milan

Serie A

La prima partita della prima giornata di Serie A che si giocherà domenica 23 agosto è Juventus-Udinese, alle 18. In questo post trovate anche analisi, probabili formazioni e pronostici per due della altre partite previste per le 20.45: Empoli-Chievo e Fiorentina-Milan.

JUVENTUS – UDINESE | domenica ore 18:00

La Juventus è la favorita dei bookmaker per la vittoria del campionato, e sarebbe il quinto scudetto consecutivo. All’inizio della scorsa stagione la squadra bianconera era pure quella con la quota più bassa nell’antepost per la vittoria dello scudetto, nonostante i tanti dubbi dovuti al cambio di allenatore con Allegri a prendere il posto di Conte in piena estate.

I dubbi ci sono pure in questa nuova stagione, stavolta non riguardano la guida tecnica ma i calciatori, perché la Juventus ha fatto parecchie operazioni sia in entrata che in uscita nel corso di questo calciomercato. Per vari motivi sono andati via tre titolari fissi della scorsa stagione, vale a dire Pirlo, Vidal e Tevez. Al loro posto sono arrivati calciatori di grande qualità: Rugani, Khedira, Mandzukic, Zaza e Dybala in attesa dell’arrivo di un altro trequartista. Grazie a questi acquisti la Juventus resta la squadra più forte del campionato, ma avere le stesse motivazioni per vincere il quinto scudetto consecutivo non sarà facile per il gruppo storico della Juventus e i nuovi arrivati non sembrano avere lo stesso carisma e lo stesso carattere di chi è andato via.

La Juventus l’anno scorso ha vinto lo scudetto senza però andare nemmeno vicino al record di punti dell’anno precedente con Conte, la conferma in questa stagione dipenderà anche dal passo che avranno le rivali, molto deludenti nella passata stagione: Roma, Milan e Inter si sono rinforzate e sono destinate a livello di punti a fare decisamente meglio dello scorso campionato.

In questa prima partita di campionato l’allenatore Allegri dovrà fare i conti con numerose assenze: Asamoah, Khedira, Morata e Marchisio sono infortunati. I problemi sono soprattutto a centrocampo: partito Pirlo, mancherà il suo sostituto naturale che è Marchisio, in quel ruolo giocherà Padoin con tutti i punti interrogativi del caso. Visto lo scarso numero di alternative a centrocampo, Allegri proporrà il 3-5-2, modulo collaudatissimo e sempre efficace in fase difensiva.

Ad aiutare questa Juventus incerottata – che comunque ha vinto con il solito cinismo che la contraddistingue la finale di Supercoppa Italiana contro la Lazio, senza strafare – sarà l’avversaria. L’Udinese nel precampionato non ha fatto grandi risultati e il nuovo allenatore Colantuono non ha ancora migliorato il gioco dell’anno scorso quando alla guida tecnica c’era Stramaccioni. L’ex allenatore dell’Atalanta è un grande motivatore, le sue squadre di solito difendono bene e con grande aggressività ma non hanno mai entusiasmato in fase offensiva.

Visto che la Juventus giocherà col 3-5-2 e che l’Udinese baderà prima di tutto a difendersi, sarà difficile vedere parecchi gol in questa partita e la sensazione è che la Juventus vincerà col minimo scarto, magari con un gol di Pogba. Partiti Pirlo, Vidal e Tevez, Pogba diventerà il leader della squadra campione d’Italia. L’impressione di noi del Veggente è che Pogba sia ancora in fase di crescita tecnica, che possa quindi addirittura migliorare rispetto agli anni passati e che in questa stagione – col numero dieci sulle spalle – tirerà anche i calci piazzati e sarà il centrocampista con maggiore libertà di inserimenti a livello offensivo.

La vittoria della Juventus è a quota 1.33 su Betfair che offre ai nuovi registrati 5€ all’invio dei documenti entro 14 giorni, e un rimborso – fino a un massimo di 25€ – pari al 100% dell’importo della prima scommessa effettuata, se perdente (di almeno 2€ e con quota tra 1.20 e 10.00).

Probabili formazioni
JUVENTUS: Buffon, Barzagli, Bonucci, Caceres, Lichtsteiner, Sturaro, Padoin, Pogba, Evra, Mandzukic, Dybala.
UDINESE: Karnezis, Heurtaux, Danilo, Piris, Widmer, Bruno Fernandes, Guilherme, Badu, Adnan, Thereau, Di Natale.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1 (1.33, Betfair)
UNDER 2.5 (2.16, #)
PRIMO CARTELLINO UDINESE (1.60, #)
POGBA MARCATORE (3.50, SNAI)

EMPOLI – CHIEVO | domenica ore 20:45

L’Empoli ha scelto Marco Giampaolo come nuovo allenatore al posto di Sarri, passato al Napoli. La scelta della società è un azzardo, visti i risultati ottenuti negli ultimi anni da questo allenatore che ha un 42,1% di sconfitte sul totale delle partite fatte e che l’anno scorso era a Cremona, in Lega Pro. L’inizio non è stato dei più entusiasmanti, visto che l’Empoli è stato eliminato in Coppa Italia da una squadra di Serie B, il Vicenza, che ha vinto allo stadio “Castellani” col risultato di 1-0.

Giampaolo tra l’altro avrà un compito non facilissimo, visto che l’Empoli dovrà fare a meno in questa stagione di tre calciatori fondamentali nella salvezza dello scorso anno: Sepe in porta, Rugani in difesa e Valdifiori a centrocampo. La squadra per il resto è rimasta molto simile a quella del passato campionato che spesso pur giocando benissimo non riusciva a fare risultato per mancanza di cinismo in attacco, un problema ancora irrisolto visto che in attacco non è stato ancora preso nessuno sul calciomercato.

Anche il Chievo è stato eliminato dalla Coppa Italia da una squadra di Serie B, la Salernitana appena promossa dalla Lega Pro, che ha vinto 1-0 segnando all’ultimo minuto dei tempi supplementari. Il Chievo allenato da Maran sarà molto simile a quello della scorsa stagione e punterà prima di tutto sulla fase difensiva. Il Chievo difende bene, e attacca solo in contropiede. In questa stagione avrà Castro e Mpoku che dovrebbero migliorare la qualità offensiva e fare segnare qualche gol in più a Paloschi, ma resta il fatto che quella di Maran è una squadra da “under 2.5”.

Sarà una partita molto probabilmente noiosa tra due squadre che dopo i risultati negativi di Coppa Italia avranno paura di iniziare anche la Serie A con una sconfitta. Tutte e due staranno attente prima di tutto a difendere, l’Empoli sarà privo per squalifica dell’esperto Tonelli in difesa e di Laurini sulla fascia: con Skorupski in porta che è un punto interrogativo in alternativa all’under conviene forse puntare sulla doppia chance esterna.

L’under 2.5 è a quota 1.63 su SNAI che dà 15 euro di bonus ai nuovi utenti che si registrano al sito.

Probabili formazioni
EMPOLI: Skorupski, Martinelli, Camporese, Barba, Mario Rui, Zielinski, Dioussè, Croce, Saponara, Pucciarelli, Maccarone.
CHIEVO: Bizzarri, Frey, Gamberini, Cesar, Gobbi, Castro, Radovanovic, Hetemaj, Birsa, Mpoku, Paloschi.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
UNDER (1.63, SNAI)
X2 (1.65, Betfair)
FIORENTINA – MILAN | domenica ore 20:45

Il Milan è la squadra che più di tutte si è rinforzata nel corso di questo calciomercato estivo. I rinforzi principali sono arrivati in attacco con Bacca del Siviglia (28 gol su 56 partite la scorsa stagione) e Luiz Adriano (21 gol su 33 partite nella scorsa stagione, 9 dei quali in Champions League) dello Shakhtar Donetsk. In difesa è stato acquistato Romagnoli che il nuovo allenatore del Milan Mihajlovic aveva a sua disposizione l’anno scorso con la Sampdoria, a centrocampo è stato preso Bertolacci che ha chiuso lo scorso campionato alla grande nel Genoa ottenendo anche la convocazione di Conte in nazionale.

Finalmente il Milan dopo tanti anni in cui Galliani aveva preso solo “parametri zero” si è deciso a cacciare i soldi prendendo calciatori dal futuro roseo piuttosto che dal passato glorioso. Ora dovrà essere bravo anche Mihajlovic a dare una precisa identità di gioco a questa squadra che l’anno scorso con Inzaghi non è stata capace di trovare uno schema offensivo in grado di aggirare le difese avversarie. Il Milan l’anno scorso è stato Menez-dipendente, e Menez è un calciatore troppo discontinuo per fare esclusivamente affidamento sul suo talento. Mihajlovic sembra orientato a preferirgli Honda nel ruolo di trequartista. Il giapponese è più disciplinato tatticamente rispetto al francese (attualmente infortunato), e Mihajlovic avrà bisogno della sua abilità nei passaggi in profondità per fare rendere al massimo Bacca e Luiz Adriano. Il Milan resta ancora privo di un regista classico, l’intenzione dell’allenatore pare essere quella di piazzare De Jong davanti la difesa e dare agli interni di centrocampo (Bertolacci e Bonaventura o Montolivo) il compito di impostare il gioco. Non sarà facile trovare una tattica in grado di esaltare le caratteristiche di tutti questi calciatori, a Mihajlovic il compito arduo, ma almeno rispetto a Inzaghi avrà più possibilità di scelta.

La Fiorentina ha cambiato pure allenatore, c’è Paulo Sousa al posto di Montella, e ci sono stati parecchi movimenti sia in entrata che in uscita. I risultati nel precampionato sono stati eccellenti, i viola hanno battuto addirittura Barcellona e Chelsea, ma le partite ufficiali sono un’altra cosa e ci sono parecchi dubbi sul potenziale reale di questa Fiorentina. In porta ci sarà Tatarusanu con Sepe come secondo, non si sa se la concorrenza farà bene ai due ed è stato un peccato perdere un portiere finalmente affidabile come Neto dopo averlo aspettato per tanto tempo. In difesa è andato via il calciatore più forte, Savic, ed è arrivato Astori che alla Roma ha fatto capire di non essere calciatore da grande squadra: ha una buona tecnica ma si concede troppe distrazioni, e non è un bene per un difensore. A centrocampo è andato via Pizarro ed è arrivato Suarez, si è passati da un regista d’ordine a un mediano di rottura. Dovrà essere Borja Valero a fare da collante tra difesa e attacco, missione non semplice. In avanti poi sono rimasti calciatori di grande talento ma o troppo giovani (Bernardeschi e Babacar) o dal rendimento discontinuo (Ilicic e Giuseppe Rossi, quest’ultimo per via dei troppi infortuni).

Fiorentina e Milan sono due squadre che si portano dietro parecchi punti interrogativi. Sarà una partita probabilmente molto equilibrata, il Milan sembra avere qualcosa in più in attacco ma in difesa non si può pensare che basterà il solo Romagnoli a risolvere tutti i problemi e così la scelta più facile da fare per questa partita è il “gol” (entrambe le squadre segnano).

Probabili formazioni
FIORENTINA: Tatarusanu, Tomovic, Rodriguez, Astori, Pasqual, Suarez, Borja Valero, Bernardeschi, Mati Fernandez, Ilicic, Babacar.
MILAN: Diego Lopez, Abate, Ely, Romagnoli, Antonelli, De Jong, Bertolacci, Bonaventura, Honda, Luiz Adriano, Bacca.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.70, William Hill)
X2 (1.66, #)