Serie A: Frosinone-Torino, Inter-Atalanta e Palermo-Genoa

Serie A

Analisi, pronostici e probabili formazioni per altre tre partite della prima giornata di Serie A che si giocheranno alle 20:45.

FROSINONE – TORINO | domenica ore 20:45

La stagione del Frosinone inizia con parecchi dubbi. Il rischio è quello di ripetere il campionato fatto l’anno scorso dal Cesena, salito in Serie A con una formazione che nel campionato cadetto riusciva a vincere grazie all’agonismo e al carattere ma senza avere una qualità tecnica capace di competere nella massima serie. Il Frosinone ha tenuto in squadra gran parte dei protagonisti della scorsa promozione in Serie A aggiungendo alcuni calciatori che però non sembrano alzare di molto il livello della rosa: il portiere Leali l’anno scorso ha fatto parecchi errori, Rosi, Diakitè, Chibsah e Longo negli ultimi due anni non hanno certo entusiasmato per rendimento. C’è poi la scommessa Verde, il giovane di proprietà della Roma che l’anno scorso ha fatto vedere buone cose e che ha un potenziale da sfruttare.

La sensazione è che servirebbero altri rinforzi per lottare per la salvezza, in Serie A l’agonismo e il pressing non bastano senza qualità tecnica. Già questa prima partita sarà molto difficile per il Frosinone. Ci sarà grande entusiasmo al “Matusa”, i tifosi spingeranno al massimo i calciatori che però si troveranno di fronte una squadra organizzatissima e che nonostante la cessione di Darmian pare essersi rinforzata rispetto allo scorso anno. Ventura lavora benissimo con i giovani e il ds Petrachi gli ha preso sul mercato Zappacosta, Baselli e Belotti che vanno ad aggiungersi a Benassi: tutti e quattro hanno preso parte al recente Europeo Under 21 con la nazionale italiana. L’anno scorso il Torino ha fatto un ottimo campionato pur dovendo giocare anche l’Europa League senza avere una rosa adeguata. In questa stagione senza competizioni europee Ventura ha anche il lusso di avere una panchina lunga. Nella formazione titolare ci sono Maksimovic, Glik e Moretti in difesa che si conoscono bene e due esterni bravi ad attaccare come Bruno Peres e Avelar. Senza dimenticare Quagliarella e Maxi Lopez che l’anno scorso ha fatto un ottimo girone di ritorno.

Questo Torino sembra davvero competitivo e c’è la garanzia di un allenatore preparato ed esperto come Ventura. La netta vittoria in Coppa Italia per 4-1 contro il Pescara ha confermato questa sensazione, mentre il Frosinone è stato eliminato ai calci di rigore da una squadra di Serie B, lo Spezia. Un motivo in più per credere nella possibile vittoria del Torino, a quota 2.25 su Bwin che accredita un bonus pari al 100% del primo deposito (bonus massimo: 25€; versamento minimo: 10€).

Probabili formazioni
FROSINONE: Leali, Rosi, Diakitè, Russo, Crivello, Verde, Chibsah, Gucher, Soddimo, D. Ciofani, Dionisi.
TORINO: Padelli, Maksimovic, Glik, Moretti, Bruno Peres, Acquah, Baselli, Gazzi, Avelar, Quagliarella, Maxi Lopez.

PROBABILE RISULTATO: 0-2
2 (2.25, Bwin)
X2 (1.28, Bwin)

INTER – ATALANTA | domenica ore 20:45

Alla fine dei conti l’Inter si è rinforzata o no? Bella domanda. L’allenatore Mancini – uno che ama il calcio offensivo e lo ha fatto capire anche l’anno scorso nel girone di ritorno alla guida dell’Inter – ha preteso dei rinforzi in difesa (Miranda e Murillo) e scelto Kondogbia a centrocampo, a costo di sacrificare Kovacic e Shaqiri. Questa Inter sta diventando una squadra non da Mancini: tanti calciatori grintosi e abili nel pressing, ma con poca qualità tecnica e quindi non abilissima in fase di possesso palla. Ora, nel centrocampo che dovrebbe giocare titolare contro l’Atalanta, è difficile capire chi tra Gnoukouri, Medel e Kondogbia sarà in grado di dare ordine al gioco della squadra. Il rischio è che Jovetic arretri a centrocampo per prendere palla lasciando Icardi solo in attacco, rendendo la vita più facile ai difensori avversari.

Se non arriverà Perisic o un altro trequartista molto abile la sensazione è che no, l’Inter non si sia rinforzata rispetto allo scorso anno. Qui al Veggente abbiamo avuto sempre un debole per Kovacic, Mancini ha invece deciso di farlo fuori per costruire la squadra intorno a Kondogbia che è pure forte, ma più che altro in interdizione e non ha la stessa qualità tecnica del croato. Ci sono poi parecchi dubbi sulla tenuta fisica di Jovetic e sul potenziale di un altro dei nuovi acquisti – Montoya – a cui preferiamo di gran lunga Santon.

I risultati delle amichevoli non sono stati eccezionali, e questo è un altro punto a sfavore dell’Inter perché i calciatori arrivano a questa prima partita a San Siro – dove i tifosi non esitano un attimo a fischiare al primo errore – senza avere particolari convinzioni nei propri mezzi.

La fortuna di Mancini è quella di affrontare in questa prima partita di campionato l’Atalanta, che l’anno scorso si è salvata con difficoltà e che rispetto al passato campionato forse si è addirittura indebolita cedendo calciatori di qualità come i giovani Zappacosta e Baselli e un difensore tosto come Benalouane.

L’allenatore Reja – confermato dopo avere salvato la squadra subentrando a Colantuono – imposterà la solita partita difensiva puntando al pareggio, che sembra il massimo che questa squadra possa ottenere in questa trasferta.

Difficile sbilanciarsi e puntare su questa Inter ancora piena di problemi a quota non superiore all’1.55. Conviene così puntare sull’under 3.5 (meno di quattro gol complessivi nel corso della partita), perché l’Atalanta farà una partita difensiva e l’Inter dovrebbe scendere in campo con una formazione molto più equilibrata sul piano tattico rispetto alla scorsa stagione, sacrificando però la qualità offensiva. L’under 3.5 è a quota 1.35 #che #.

Probabili formazioni
INTER: Handanovic, Santon, Miranda, Murillo, Juan Jesus, Gnoukouri, Medel, Kondogbia, Brozovic, Icardi, Jovetic.
ATALANTA: Sportiello, Raimondi, Masiello, Cherubin, Dramè, Kurtic, De Roon, Carmona, Moralez, Pinilla, Gomez.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
UNDER 3.5 (1.35, Eurobet)
PALERMO – GENOA | domenica ore 20:45

Palermo e Genoa sono due squadre che inizieranno questo campionato con una squadra più debole rispetto a quella dello scorso anno, almeno per ora. Il Palermo ha ceduto Dybala alla Juventus e Belotti al Torino. Va bene l’esperimento di avanzare l’ottimo Quaison in attacco, ma servirebbe un altro attaccante. Gilardino è un attaccante completamente differente per caratteristiche rispetto a Belotti, è più opportunista zona gol ma fa molto meno movimento e questo andrà a svantaggiare gli inserimenti dei controcampisti, su tutti quelli di Rigoni.

Il Genoa rispetto allo scorso trionfale campionato ha perso Niang, Bertolacci ed Edenilson oltre ad Antonelli e Sturaro che erano già andati via a gennaio. Il presidente Preziosi non è stato però fermo in entrata, visto che sono arrivati Munoz, Cissokho, Diogo Figueiras e Capel e soprattutto sono stati confermato – almeno finora – Perin e Perotti.

Il problema in questa prima partita di campionato per Gasperini è che ci saranno parecchi assenti: Cofie, Izzo, Pavoletti e Rincon sono squalificati, Perin, Diogo Figueiras, Tambè, Perotti e Munoz sono infortunati. In queste condizioni sarà difficile fare risultato pieno a Palermo, e conviene così puntare sulla doppia chance interna.

Visto che molto probabilmente Quaison giocherà in attacco è da provare la quota di 5.50 proposta da Eurobet come marcatore nel corso della partita. Quaison già l’anno scorso ha dimostrato di avere grande talento e nelle amichevoli estive ha trovato il gol con una buona continuità, segnando anche in Coppa Italia pochi minuti dopo essere entrato in campo nel secondo tempo.

Probabili formazioni
PALERMO: Sorrentino, Vitiello, Gonzalez, El Kaoutari, Rispoli, Chochev, Jajalo, Rigoni, Lazaar, Vazquez, Quaison.
GENOA: Lamanna, De Maio, Burdisso, Marchese, Cissokho, Tino Costa, Kucka, Laxalt, Lazovic, Pandev, Ntcham.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
1X (1.34, Bwin)
QUAISON MARCATORE (5.50, Eurobet)