Udinese-Milan e Inter-Roma

Serie A

Questa settimana ci sono due anticipi di sabato di Serie A: Udinese-Milan alle 18, Inter-Roma alle 20.45.

UDINESE – MILAN | sabato ore 18:00

Udinese e Milan sono due delle più grandi delusioni di questo campionato, non solo sotto il profilo del rendimento e dei punti in classifica, anche per il gioco.

L’Udinese nel corso di questo campionato ha spesso giocato con tre centrali di difesa, almeno due mediani di contenimento e due esterni a fare tutta la fascia. Nonostante questo atteggiamento difensivo, l’Udinese è tra le squadre che ha subito più tiri in porta nel corso del campionato. Stramaccioni non è mai riuscito a dare solidità alla fase difensiva della sua squadra, mentre in fase di manovra l’Udinese – priva di un vero e proprio regista – ha spesso avuto le idee confuse e i gol sono arrivati quasi sempre grazie a giocate individuali o intuizioni dei vari Widmer, Thereau e Di Natale o più raramente dei trequartisti Bruno Fernandes e Kone. La media di tiri in porta a partita (3.3, poco più alta del 3.2 di Cesena e Parma) basta da sola come statistica a fare capire tutti i problemi offensivi dell’Udinese.

L’allenatore del Milan Inzaghi non ha fatto poi così meglio di Stramaccioni, e ci sono dei punti in comune tra Udinese e Milan, che nella classifica dei tiri in porta è solo in decima posizione. Tutte e due hanno giocato nel corso di questa stagione col baricentro basso provando a fare gol soprattutto con le azioni di contropiede, ma entrambe hanno avuto troppi problemi in fase difensiva e hanno avuto difficoltà insormontabili contro le squadre ben chiuse in difesa.

Il primo problema del Milan è quello di non avere un regista a centrocampo capace di fare passaggi precisi. L’azione spesso viene avviata da De Jong, piazzato davanti dalla difesa, che però per caratteristiche tecniche non è capace di andare oltre al passaggio facile per uno dei due terzini o interni di centrocampo. Quando poi il Milan attacca sulle fasce si affida alle triangolazioni e alle giocate individuali mai figlie di una vera e propria organizzazione di gioco. In questa partita potrebbe tornare titolare in attacco Destro, che un paio di gol li ha fatti ma che non è mai stato servito a dovere né si è mai sacrificato più di tanto per fare salire la squadra.

In questo scontro diretto i limiti nella costruzione del gioco di Udinese e Milan dovrebbero venire fuori e così questa partita ha alte probabilità di finire in “under”. A rompere l’equilibrio sarà – se ci sarà nel corso della partita – una giocata individuale di uno tra Di Natale e Menez: la maggior parte dei punti che il Milan ha in classifica li deve alle giocate del francese, che però è anche uno dei primi responsabili delle sconfitte quando le cose vanno male.

L’under 2.5 è a quota 1.72 su Eurobet che offre 20€ gratis subito dopo il primo deposito da almeno 10€ + un bonus (fino a un massimo di 100€) del 50% dell’importo delle scommesse effettuate entro 7 giorni dalla registrazione: vale solo per le scommesse multiple con almeno 3 eventi con quota minima 1.20 e moltiplicatore totale minimo 2.50.

Probabili formazioni
UDINESE: Karnezis, Widmer, Danilo, Domizzi, Piris, Allan, Guilherme, Pinzi, Thereau, Kone, Di Natale.
MILAN: Diego Lopez, Abate, Mexes, Paletta, Antonelli, van Ginkel, De Jong, Bonaventura, Suso, Destro, Menez.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
UNDER (1.72, Eurobet)
MENEZ MARCATORE (2.75, Eurobet)

INTER – ROMA | sabato ore 20:45

La Roma nelle ultime 25 partite ufficiali tra campionato e coppe solo in quattro occasioni è riuscita a fare più di un gol a partita, e bisogna tornare al 30 novembre del 2014 per trovare una partita in cui di gol è riuscita a segnarne più di due. L’avversario di quella partita era l’Inter – che era da poco passata dalla gestione tecnica di Mazzarri a quella di Roberto Mancini – e la partita finì col risultato di 4-2 in favore dei giallorossi.

La Roma può guardare con ottimismo a questa partita contro l’Inter, perché giocherà contro una delle poche squadre di questo campionato che la affronterà senza chiudersi in difesa – Mancini non è il tipo di allenatore che sceglie una tattica del genere – e perché giocherà in trasferta dove il rendimento negli ultimi mesi è stato decisamente migliore rispetto alle partita in casa.

Il rendimento della Roma è stato migliore in trasferta rispetto a quello interno proprio perché fuori casa ci sono maggiori possibilità di trovare squadre che non pensano solo a difendere e che danno alla Roma la possibilità di fare valere il suo gioco migliore: il contropiede (e a proposito torna Gervinho che a San Siro contro l’Inter ha giocato una delle partite migliori della sua carriera).

L’Inter da quando è arrivato Mancini come allenatore ha sempre provato a giocare all’attacco e a fare possesso palla, spesso mettendo in affanno la difesa lasciata troppo scoperta. In questa partita tra l’altro mancherà nell’Inter l’unico centrocampista che si fa in quattro in fase difensiva e cioè Medel, assenza che potrebbe giocare un altro punto a favore della Roma.

La Roma ultimamente quanto meno in difesa sembra essere tornata quella solida di inizio campionato, e se il Milan – che in stagione non ha mai dato una sensazione di avere una grande stabilità difensiva – ha saputo tenere a bada senza particolari difficoltà il possesso palla dell’Inter nel derby della scorsa settimana, la Roma giocando con attenzione avrà modo di non subire gol o prenderne al massimo uno con una giocata individuale degli attaccanti avversari.

La Roma in questa stagione ha perso solo 3 delle 20 partite giocate in trasferta (contro Juventus, Napoli e Bayern Monaco) e non ha mai perso nel fuori casa nel 2015 nonostante lo scarso rendimento generale. La Roma ha inoltre vinto le ultime due trasferte sul campo dell’Inter: la doppia chance esterna è da provare a quota 1.56 su Eurobet che offre 20€ gratis subito dopo il primo deposito da almeno 10€ + un bonus (fino a un massimo di 100€) del 50% dell’importo delle scommesse effettuate entro 7 giorni dalla registrazione: vale solo per le scommesse multiple con almeno 3 eventi con quota minima 1.20 e moltiplicatore totale minimo 2.50.

Probabili formazioni
INTER: Handanovic, D’Ambrosio, Ranocchia, Vidic, Juan Jesus, Kovacic, Brozovic, Gnoukouri, Hernanes, Icardi, Palacio.
ROMA: De Sanctis, Torosidis, Yanga Mbiwa, Manolas, Holebas, Nainggolan, De Rossi, Keita, Florenzi, Totti, Gervinho.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
X2 (1.56, SNAI)