Espanyol-Barcellona, Atletico Madrid-Elche e Real Sociedad-Villarreal

Pronostici Liga spagnola
Pronostici Liga spagnola

Come consueto, sabato si giocano quattro partite nel campionato spagnolo: tra queste almeno un paio sono piuttosto sbilanciate, anche se l’Espanyol in casa gioca bene. Parliamone.

ESPANYOL – BARCELLONA | sabato ore 16:00

Come noto, nel campionato spagnolo la corsa al titolo in questa stagione è tornata a essere tra due sole squadre, Barcellona e Real Madrid. Per certi versi, la qualificazione del Real alle semifinali di Champions League rappresenta per il Barcellona una buona notizia: lo svantaggio di avere il Real come possibile avversario in un’eventuale finale è controbilanciato dalla consapevolezza di avere in campionato un avversario impegnato su due fronti per almeno altre tre settimane. Sono considerazioni non irrilevanti, se si pensa che proprio le condizioni atletiche non eccellenti di alcuni giocatori del Real Madrid sono da alcuni giorni al centro di una polemica riferita dalla stampa sportiva di Madrid. Fermo restando che, con due punti di vantaggio, è il Barcellona ad avere in mano il destino di questo campionato, non sembra così improbabile che il Real possa perdere qualche punto per strada. Quelli che difficilmente il Barcellona si lascerà scappare nel derby in trasferta contro l’Espanyol.

Delle sei partite che restano da giocare, quella obiettivamente complicata per il Barcellona è soltanto quella contro l’Atletico Madrid, nella penultima giornata, al Vicente Calderon (dove quest’anno il Barcellona ha comunque già dimostrato, in Coppa del Re, di saper stravincere). Subito dopo, in ordine di difficoltà, viene questa trasferta contro l’Espanyol. Le altre squadre ancora da affrontare sono: Getafe, Cordoba, Real Sociedad e Deportivo. Quattro vittorie in queste quattro, più un’altra vittoria ora contro l’Espanyol, potrebbero già rivelarsi sufficienti, se il Real Madrid dovesse non vincere contro una tra Valencia e Siviglia, ancora da affrontare.

Al momento l’Espanyol si trova in decima posizione con 42 punti, quattro in meno del Malaga, settimo: è una parte della classifica in cui effettivamente c’è ancora un certo movimento per riuscire a conquistare un ultimo posto in Europa League prima della fine del campionato. Grazie a due inaspettate vittorie – in trasferta contro il Villarreal e in casa contro l’Athletic Bilbao, prima del pareggio nel turno scorso contro il Levante – l’Espanyol è riuscito a mettersi in una buona posizione, sufficiente a motivare uno sforzo maggiore in queste ultime partite. Il punto forte della squadra sono i suoi tre attaccanti, Sergio Garcia (11 gol), Caicedo (9 gol) e Stuani (9 gol), ma la difesa non è delle migliori. In questa partita sarà anche squalificato Víctor Sánchez, che solitamente fa un gran lavoro sia in fase offensiva che difensiva.

Nel Barcellona non manca nessuno a parte Vermaelen (che comunque si allena regolarmente, ormai, e dovrebbe giocare qualche partita prima della fine del campionato). Eventuali turnover non necessari sarebbero soltanto frutto dell’eventuale intenzione di Luis Enrique far riposare qualche giocatore: Rakitic, per esempio, per far giocare qualche partita in più a Xavi, forse mai tanto a margine della squadra come è avvenuto in questa stagione (anche a causa di un infortunio).

Probabili formazioni:
ESPANYOL: Casilla; Duarte, Moreno, Gonzalez, Arbilla; Alvarez, Lopez, Canas, Vazquez; Caicedo, Garcia.
BARCELLONA: Bravo; Alba, Mathieu, Piqué, Alves; Iniesta, Busquets, Xavi; Neymar, Suarez, Messi.

PROBABILE RISULTATO: 1-3
2 + OVER (1.70, Gazzabet)
ATLETICO MADRID – ELCHE | sabato ore 18:00

Benché eliminato dalla Champions League, l’Atletico può pensare con ritrovato ottimismo alle giornate di campionato che restano da giocare: la vittoria fondamentale nel turno scorso in casa del Deportivo ha permesso di consolidare la terza posizione a 69 punti, quattro in più del Valencia, che intanto ha perso 2-0 contro il Barcellona (pur giocando un’ottima partita sotto molti aspetti). Le partite di questo turno sono piuttosto agevoli per entrambe e il distacco dovrebbe teoricamente rimanere immutato: l’Atletico cercherà di ottenere i tre punti in casa contro l’Elche, dando per scontata una vittoria del Valencia in casa contro il Granada nel posticipo di lunedì sera.

Sebbene non ancora salvo, l’Elche – 14° con 34 punti, sei punti sopra la soglia salvezza – ha mostrato una forza sorprendente nelle scorse due giornate di campionato, ottenendo contro Cordoba e Real Sociedad due vittorie che permettono di raggiungere l’obiettivo con meno agitazione. Tutto questo è accaduto nonostante una serie veramente notevole di infortuni di ogni sorta in tutti i reparti: Edu Albacar e Sergio Pelegrin sono ancora in fase di recupero, mentre Jose Angel ha già chiuso la stagione a causa della rottura del crociato. Per questa partita, come non fosse già cmplicata di suo, mancano gli squalificati Rodriguez, Pasalic e Aarón Niguez. Nell’Atletico non ci sono assenti, a partite l’infortunato Mario Suarez. In attacco, per quanto improbabile, non è escluso che giochi Torres al posto di Mandzukic, che nelle ultime due settimane ha fatto di tutto per esserci contro il Real e ha di conseguenza forzato un po’ il rientro dall’infortunio alla caviglia.

Probabili formazioni:
ATLETICO MADRID: Oblak; Siqueira, Godin, Miranda, Juanfran; Koke, Tiago, Gabi, Turan; Griezmann, Manduzkic (o Torres).
ELCHE: Tyton; Cisma, Lomban, Roco, Suarez; Mosquera, Adrian; Coro, Fajr, Rodrigues; Jonathas .

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 + UNDER 3,5 (1.75, Eurobet)
GRIEZMANN MARCATORE (1.90, Eurobet)
REAL SOCIEDAD – VILLARREAL | sabato ore 22:00

Nonostante un calendario non particolarmente difficile, la Real Sociedad non vince da cinque giornate: vada pure per la sconfitta contro l’Atletico Madrid, ma i due soli punti racimolati contro Malaga, Deportivo ed Elche sono obiettivamente pochi. La speranza di Moyes – che compie sabato 52 anni – era di raggiungere in extremis un posto in Europa League, ma si tratta ormai di un traguardo decisamente fuori portata, e in fondo, forse, lo era già quando lui è arrivato, a novembre.

A battere il Villarreal – obiettivo comunque non complicatissimo, ultimamente – giocatori e tifosi della Real Sociedad ne ricaverebbero anche una soddisfazione minima come forma di rivincita per l’eliminazione negli ottavi di Coppa del Re a gennaio scorso: dopo un pareggio per 2-2 all’Anoeta, il Villarreal riuscì a sfangarla in casa per 1-0.

Per il Villarreal vale un discorso che abbiamo fatto più volte qui sul Veggente: il fatto di non avere a disposizione una rosa “lunga” e qualitativamente omogenea ha causato un progressivo peggioramento dei risultati non appena si sono intensificati gli impegni di coppa e, soprattutto, non appena si sono fermati per infortunio alcuni di quei titolari intorno ai quali era sostanzialmente costruita tutta la squadra. L’ultimo in ordine di tempo, tra i casi più gravi, è il difensore argentino Musacchio, che si è fratturato il perone della caviglia sinistra dieci giorni fa durante la partita di campionato contro il Getafe (ha dovuto subire un’operazione piuttosto complicata e non è ancora chiaro a che punto della prossima stagione potrà tornare a giocare).

Tra gli altri titolari più o meno fondamentali al momento fuori per infortunio ci sono anche Giovani Dos Santos, Cheryshev e Marín, e anche Uche non si sente tanto bene (cit.). Per questo motivo l’attacco sarà composto molto probabilmente da Vietto e Moreno, a meno che Marcelino non decida di sacrificarne uno per Campbell, più in forma, che a quel punto libererebbe un posto a centrocampo per Gomez. È una partita dal pronostico piuttosto complicato: il Villarreal non vince da otto giornate ma possiede ancora, nonostante tutto, almeno un paio di giocatori in grado di segnare contro chiunque. La Real Sociedad, d’altra parte, non perde in casa da gennaio scorso e in qualche caso ha anche vinto contro avversarie tecnicamente più attrezzate (il Siviglia).

Probabili formazioni:
REAL SOCIEDAD: Rulli; Martinez, Ansotegi, Gonzalez, Yuri; Granero, Pardo; Prieto, Canales, Castro; Vela.
VILLARREAL: Asenjo; Mario, Dorado, Ruiz, Costa; J. Dos Santos, Trigueros, Pina, Campbell; Vietto, Moreno.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.80, Gazzabet e William Hill)