Sampdoria-Cagliari e Milan-Verona

Serie A

Questa settimana ci sono due anticipi di Serie A di sabato: Sampdoria-Cagliari alle 18 e Milan-Verona alle 20.45.

SAMPDORIA – CAGLIARI | sabato ore 18:00

La Sampdoria nell’ultimo turno ha vinto in casa dell’Atalanta, e se lo ha fatto è stato anche grazie alla scelta coraggiosa di Mihajlovic di schierare fin dall’inizio tre attaccati: Muriel, Eto’o e Okaka. La Sampdoria da quando ha perso Gabbiadini ha peggiorato il proprio rendimento anche a livello offensivo. Nel girone di andata la squadra allenata da Mihajlovic ha fatto parecchi punti soprattutto grazie alla sua solidità difensiva, con Eder, Okaka e Gabbiadini che hanno sempre lavorato molto anche in fase di non possesso palla. Spesso per vincere le partite c’è stato bisogno di un gol su calcio di punizione, in cui la potenza e la precisione dei tiri di Gabbiadini avevano un ruolo decisivo.

La cessione di Gabbiadini e il calo fisico di un po’ tutti i calciatori, meno costanti in fase di pressing, hanno peggiorato il rendimento della Sampdoria e così Mihajlovic nella partita di Bergamo ha deciso di cambiare rotta. La Sampdoria d’ora in avanti sarà più sbilanciata e proverà a fare valere soprattutto contro le squadre di media o bassa classifica la maggiore qualità tecnica dei suoi attaccanti: Eder, Okaka, Muriel ed Eto’o. Col rientro dalla squalifica di Eder inizialmente a perdere il posto da titolare potrebbe essere Eto’o, ancora non al top della condizione fisica, che potrebbe essere più utile a partita in corso.

Il Cagliari ha parecchi problemi in difesa e contro gli attaccanti della Sampdoria apparsi tutti in buona forma nelle ultime partite sarà difficile mantenere la porta inviolata. Il Cagliari ha fatto 9 “over 2.5” nelle ultime 10 giornate di campionato e anche in questa partita i gol dovrebbero arrivare puntuali. L’allenatore del Cagliari Zola avrà pure un paio di assenze importanti, soprattutto a centrocampo dove non ci saranno Ekdal e Donsah. Meno gravi le assenze di Joao Pedro e Conti per squalifica.

Conti sta giocando titolare probabilmente per motivi di spogliatoio e di anzianità, ma nel corso dell’intera stagione Crisetig da regista ha sempre giocato molto meglio, dando maggiore dinamismo e geometrie alla squadra. Nelle otto partite in cui il Cagliari ha giocato con Crisetig come regista ha fatto 15 dei 20 punti che ha in classifica. Allo stesso tempo nelle 9 partite in cui Conti non ha giocato, il Cagliari ha fatto 15 punti.

In avanti Mpoku anche contro il Verona è stato il migliore e tornerà disponibile Sau che è il calciatore del Cagliari più abile in zona gol. Il Cagliari almeno un gol dovrebbe farlo grazie a questi calciatori, così “gol” e “over” sono molto probabile e da provare anche a questo giro.

Il “gol” (entrambe le squadre segnano) è a quota 1.90 su William Hill che #.

L’over 2.5 è a quota 2.00, su William Hill è possibile giocare anche la “combo bet” “gol + over 2.5” a quota 2.37.

Probabili formazioni
SAMPDORIA: Viviano, De Silvestri, Silvestre, Romagnoli, Regini, Obiang, Palombo, Soriano, Eder, Okaka, Muriel.
CAGLIARI: Brkic, Gonzalez, Rossettini, Diakité, Avelar, Dessena, Crisetig, Husbauer, Mpoku, Cossu, Sau.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
GOL (1.90, #)
OVER (2.00, #)

MILAN – VERONA | sabato ore 20:45

L’allenatore del Verona Mandorlini alla fine ha avuto ragione a insistere col modulo 4-3-3, visti i risultati. Nell’ultima partita vinta a Cagliari la sua squadra però ha avuto fortuna a trovare subito il gol del vantaggio, dopo il quale il Verona non ha badato più di tanto agli schemi, ha pensato solo a difendere ed è stato fortunato a giocare contro un Cagliari dalle idee un po’ confuse, lento a centrocampo per colpa di Daniele Conti e poco ficcante in attacco per via dell’assenza di Sau.

Fatto sta che la vittoria del Verona alla fine è stata meritata e i tre punti sono stati fondamentali per la classifica, perché la salvezza è adesso davvero alla portata a meno di disastri nelle prossime partite. Otto punti di vantaggio sulla terzultima sono parecchi e potranno essere amministrati senza particolari patemi.

Il Verona giocherà questa partita libero da particolari pressioni e questo potrebbe essere un vantaggio perché dall’altra parte c’è un Milan costretto a fare risultato e in un periodo negativo sotto tutti i profili. Il pubblico di San Siro ha avuto grande fiducia in Inzaghi ma i risultati tardano ad arrivare e in caso di partita ferma sul pareggio potrebbero arrivare fischi e critiche, che non sarebbero d’aiuto per i calciatori.

Il Milan ha parecchi infortunati, e non è una novità. Mancheranno Zapata, De Sciglio, El Shaarawy, Agazzi, Armero, Mastour, Zaccardo, Rami, Albertazzi, Montolivo, De Jong, una lista davvero infinita. I problemi saranno soprattutto in difesa, anche se nel corso di questa stagione nessun calciatore utilizzato da Inzaghi ha mai dato sicurezze nella fase difensiva.

Il Milan ha parecchi problemi a fare gioco contro le squadre che si chiudono in difesa, noi del veggente lo avevamo ribadito prima della partita di sabato scorso contro il Chievo e il risultato finale di 0-0 ci ha dato ragione. Rispetto al Chievo, il Verona però ha un gioco differente. Il Chievo fa parecchio pressing a centrocampo, anche con gli attaccanti, il Verona è invece più passivo, fa volume nella propria area di rigore e gioca col baricentro molto basso. Il Milan avrà probabilmente come unica soluzione il tiro dalla distanza, visto che fa fatica a creare gioco tramite passaggi e triangolazioni, anche per via dei suoi calciatori troppo innamorati dei dribbling e del pallone, tipo Menez e Cerci.

Se il Milan farà gol, molto probabilmente lo farà con un tiro da fuori area – il Verona è la squadra di Serie A che concede più tiri in porta (389 totali), soprattutto da fuori area – e tra i rossoneri il calciatore più preciso tra i centrocampisti nel tiro è Bonaventura, uno dei pochi che ha giocato bene finora in questo girone di ritorno.

# rimborserà le scommesse eventualmente perdenti su primo marcatore, risultato esatto e parziale/finale se Destro farà un gol durante la partita.

Probabili formazioni
MILAN: Lopez, Bonera, Paletta, Bocchetti, Antonelli, Poli, Van Ginkel, Bonaventura, Cerci, Destro, Menez.
VERONA: Benussi, Pisano, Marquez, Moras, Agostini, Sala, Tachtsidis, Halfredsson, Gomez, Toni, Jankovic.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
OVER 1.5 (1.23, Eurobet)
BONAVENTURA MARCATORE (2.95, Eurobet)