Milan-Empoli, Atalanta-Inter, Genoa-Verona e Roma-Parma

Serie A

Questa domenica ci sono otto partite di Serie A. In questo post ci sono i pronostici su Milan-Empoli che si gioca alle 12.30 e su Atalanta-Inter, Genoa-Verona e Roma-Parma che si giocano alle 15.

MILAN – EMPOLI | domenica ore 12:30

Partita difficile per il Milan, questa contro l’Empoli. La squadra allenata da Inzaghi ha giocato una partita coraggiosa a Torino contro la Juventus, tutto sommato ben figurando nel primo tempo ma nel complesso nel corso della partita sono venuti fuori tutti i limiti attuali della formazione rossonera, soprattutto in fase difensiva. E la sconfitta per 3-1 è stata giusta, al di là dei discorsi sul fuorigioco di Tevez in occasione del primo gol della partita.

L’Empoli nel corso di questa stagione ha sempre giocato bene, Sarri ha dato alla sua squadra un’ottima organizzazione tattica che al momento al Milan non sembra esserci in tutte le fasi di gioco. Finora è mancata un po’ di cattiveria in zona gol, l’Empoli ha pareggiato troppe partite che avrebbe potuto vincere, ma anche contro le “grandi” ha fatto ottime prove. La squadra allenata da Sarri ha pareggiato a Genova contro il Genoa, a Napoli e a Firenze e ha vinto in casa contro la Lazio. Nelle sfide contro le prime otto della Serie A, l’Empoli ha perso solo contro Juventus, Roma (pareggiando però all’Olimpiaco sia in campionato sia in Serie A) e Sampdoria.

Il pressing in fase di non possesso palla è uno dei punti di forza della squadra di Sarri, ma la squadra ha anche grande qualità in fase di manovra con Valdifiori che – statistiche alla mano – è tra i calciatori di Serie A con più passaggi precisi, grazie pure al modulo di gioco: con i reparti molto vicini, l’Empoli fa per lo più passaggi corti, con attaccanti e trequartisti che partecipano sempre alla manovra. A questo va aggiunta l’ottima organizzazione della fase difensiva, tirare in porta all’Empoli è difficile, e l’abilità sui calci piazzati e nel gioco aereo da parte dei difensori Rugani e Tonelli. L’Empoli ha fatto 13 gol su palla inattiva, nessuna squadra ha fatto meglio in questo campionato, mentre il Milan ha subito 11 gol da calcio piazzato, nove dei quali su calcio d’angolo. Un gol su palla inattiva dell’Empoli non è quindi da escludere e Rugani e Tonelli sono da provare come marcatori. A tal proposito ricordate che su Eurobet c’è una promozione relativa anche al “primo marcatore” su questa partita. Se gli allenatori effettueranno in totale meno di 6 sostituzioni, la tua scommessa perdente su risultato esatto, primo marcatore e parziale/finale sarà rimborsata fino a 15€.

Il “segna gol squadra ospite” è a quota 1.54 su Eurobet che offre 10€ gratis subito dopo il primo deposito da almeno 10€ + un bonus (fino a un massimo di 100€) del 100% dell’importo delle scommesse effettuate entro 7 giorni dalla registrazione: vale solo per le scommesse multiple con almeno 3 eventi con quota minima 1.20 e moltiplicatore totale minimo 2.50.

Probabili formazioni
MILAN: Diego Lopez, Paletta, Zaccardo, Rami, Antonelli, Bonaventura, Poli, De Jong, Honda, Menez, Destro.
EMPOLI: Sepe, Hysaj, Rugani, Tonelli, Mario Rui, Croce, Valdifiori, Vecino, Verdi, Pucciarelli, Maccarone.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
SEGNA GOL SQUADRA OSPITE (1.54, Eurobet)
X (3.60, Eurobet)

ATALANTA – INTER | domenica ore 15:00

Le statistiche di gioco dell’Inter di Mancini evidenziano una maggiore qualità del gioco d’attacco, e i nuovi acquisti Brozovic e Shaqiri sono stati importanti in tal senso. Il passaggio al 4-3-3 ha apportato dei vantaggi nella costruzione del gioco, anche se la fase difensiva continua ad essere un limite di questa squadra e se nell’ultima giornata di campionato il Palermo non ha fatto gol è stato solo un caso, visto che di occasioni i rosanero ne hanno avute parecchie.

Vincere in casa dell’Atalanta non sarà facile. La squadra allenata da Colantuono non sta trovando continuità nel rendimento anche per via di un calendario difficile, ma è imbattuta in casa nelle ultime quattro partite di campionato (2 vittorie e 2 pareggi) e sembra avere ritrovato una quadratura a livello tattico.

Colantuono grazie all’arrivo di Pinilla può insistere sul 4-4-2. In fase di non possesso palla il baricentro della squadra è basso e difesa e centrocampo sono vicini per proteggere l’area di rigore. Quando si riprende palla l’Atalanta attacca soprattutto sulle fasce e infatti è la squadra che in media fa più cross da fondo campo. A mancare finora è stato il gol, l’Atalanta segna poco ma con Pinilla molto abile nel gioco aereo ci saranno pericoli costanti per la distratta difesa dell’Inter.

Il “gol” (entrambe le squadre segnano) è da provare: l’Atalanta potrà fare il gioco che preferisce – difendere e ripartire in velocità – l’Inter avrà maggiore possesso palla e alla lunga almeno un gol dovrebbe farlo grazie all’abilità tecnica, alla potenza e precisione nel tiro e alla qualità dei suo calciatori d’attacco Guarin, Shaqiri, Podolski e Icardi.

Probabili formazioni
ATALANTA: Sportiello, Benalouane, Stendardo, Bellini, Masiello, Zappacosta, Cigarini, Carmona, Moralez, Pinilla, Gomez.
INTER: Handanovic, Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus, Santon, Brozovic, Medel, Shaqiri, Guarin, Podolski, Icardi.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
1X (1.65 Eurobet)
GOL (1.78 Eurobet)
GENOA – VERONA | domenica ore 15:00

Il Verona sta attraversando un periodo difficile e il rischio è che l’allenatore Mandorlini perda un po’ la gestione tattica della squadra a causa della mancanza di tranquillità. A inizio campionato il Verona aveva riprovato a giocare col 4-3-3 che nella scorsa stagione aveva dato ottimi risultati in fase offensiva. Le partenze di Jorginho, Romulo e Iturbe non sono state degnamente rimpiazziate e se la fase difensiva è rimasta approssimativa come già nella scorsa stagione – il Verona continua a essere una delle squadre che concede più tiri in porta alle avversarie – quella d’attacco non ha assicurato lo stesso numero di gol.

Nelle ultime giornate Mandorlini era passato al 3-5-2 che dava maggiori garanzie a livello difensivo. Il messicano Marquez è un calciatore valido nella difesa a tre, quando può correggere in chiusura eventuali errori degli altri centrali e può partecipare attivamente alla manovra. Nella difesa a quattro Marquez non ha più i mezzi fisici per essere competitivo, è sempre stato lento e con l’età che avanza questo difetto lo ha peggiorato nel rendimento. Il problema è che in questa partita Mandorlini tornerà probabilmente a giocare col 4-3-3 e questo potrebbe essere un errore fatale, perché non sembra avere i calciatori giusti per giocare con questo modulo.

Il Genoa dopo una serie di partite senza vittorie è tornato a fare tre punti in casa della Lazio approfittando del fatto di giocare in undici contro dieci per quasi tutta la partita dopo l’espulsione del portiere avversario Marchetti. Da quando è rientrato dalla lunga squalifica Perotti – forse insieme al portiere Perin l’unico calciatore insostituibile di questo Genoa tutto tattica e corsa di Gasperini – la manovra offensiva è migliorata e il nuovo arrivato Niang pur mancando ancora di incisività in zona gol ha dimostrato di essere stato un acquisto azzeccato per la velocità e l’imprevedibilità che riesce a dare.

La vittoria del Genoa è a quota 1.93 su Eurobet che offre 10€ gratis subito dopo il primo deposito da almeno 10€ + un bonus (fino a un massimo di 100€) del 100% dell’importo delle scommesse effettuate entro 7 giorni dalla registrazione: vale solo per le scommesse multiple con almeno 3 eventi con quota minima 1.20 e moltiplicatore totale minimo 2.50.

Probabili formazioni
GENOA: Perin, Roncaglia, De Maio, Burdisso, Edenilson, Bergdich, Bertolacci, Kucka, Iago, Niang, Perotti.
VERONA: Benussi, Pisano, Marquez, Moras, Halfredsson, Tachtsidis, Greco, Brivio, Gomez, Christodoulopoulos, Toni.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.93, Eurobet)
ROMA – PARMA | domenica ore 15:00

Ci sono pochi motivi per credere che la Roma non riesca a battere il Parma. Un tentativo però per cercare una quota alta è quello di puntare sulla “combo bet” “1 + under 3.5”. La Roma sta avendo difficoltà in fase offensiva, la buona notizia è il ritorno di Gervinho – calciatore fondamentale nell’attacco giallorosso – che convince a puntare sul segno “1”, ma non basta per credere nella goleada.

Allo stesso tempo è difficile pensare che il Parma riesca a fare gol. La difesa della Roma ultimamente ha lasciato a desiderare, ma in questa partita ritrova il suo calciatore migliore Manolas e in campo andrà un centrocampo di corsa e sostanza che darà grande aiuto in fase di non possesso palla. Il Parma ha perso le ultime cinque partite di campionato, e non segna più di un singolo gol da 12 partite di campionato (solo 6 gol in questo parziale). Senza Cassano la qualità in attacco è venuta a mancare, né i nuovi arrivati Rodriguez e Varela possono fare granché perché manca qualità nei passaggi a centrocampo.

Nelle ultime undici partite ufficiali la Roma non è mai riuscita a fare più di due gol e ne ha fatti solo dieci in totale. Il Parma proverà a fare una partita difensiva e a limitare i danni, probabilmente perderà ma non dovrebbe subire più di tre gol.

Probabili formazioni
ROMA: De Sanctis, Torosidis, Astori, Manolas, Cole, Nainggolan, Paredes, Keita, Florenzi, Ljajic, Gervinho.
PARMA: Mirante, Cassani, Santacroce, Lucarelli, Feddal, Nocerino, Mariga, Rodriguez, Varela, Mauri, Palladino.

PROBABILE RISULTATO: 3-0
1 (1.25, Eurobet)
1 + UNDER 3.5 (1.95, Eurobet)