Inter-Torino, Juventus-Chievo, Parma-Cesena

Serie A

Questa domenica ci sono sei partite di Serie A. In questo post ci sono i pronostici su tre delle cinque partite in programma alle 15: Inter-Torino, Juventus-Chievo e Parma-Cesena.

INTER – TORINO | domenica ore 15:00

Nell’ultima partita di campionato vinta contro il Cesena, il Torino è riuscito a fare tre gol in una singola partita di Serie A per la prima volta in questa stagione, e per la prima volta in questo campionato ha fatto due gol su azione. Il Torino sta giocando meglio, ha fatto sei risultati utili di fila nelle ultime sei giornate (quattro vittorie e due pareggi), ma è ancora presto per affermare che abbia risolto il problema del gol. Tutte le squadre di Serie A tranne il Parma hanno fatto gol al Cesena in questo campionato, ripetersi con l’Inter sarà meno facile anche se non è la fase difensiva dell’Inter quella che suggerisce di puntare sul segno “1”, bensì la forza offensiva a disposizione di Mancini: Hernanes, Guarin, Kovacic, Palacio, Shaqiri, Podolski e Icardi. Anche dalla panchina, l’Inter ha numerose variabili per mettere in difficoltà la difesa del Torino.

L’Inter ha fatto sei “over 2.5” nelle ultime sette partite di campionato giocate in casa, e da quando c’è Mancini allenatore le tre partite a San Siro sono tutte finite con “gol” e “over”: 1-2 contro l’Udinese, 2-2 contro la Lazio e 3-1 contro il Genoa.

Il Torino ha una percentuale di “attacco alla porta” (indice che valuta la capacità di una squadra di attaccare la porta avversaria) maggiore di quello dell’Inter, che ancora risente dei dati negativi della gestione Mazzarri quando attaccava con enormi difficoltà. Il Torino crea parecchie occasioni da gol nel corso di una partita, ma ha una scarsa precisione in zona gol e un esempio di questo problema è la partita pareggiare contro il Milan, in cui c’è voluto il solito gol su calcio d’angolo di Glik per pareggiare la partita.

L’Inter in fase difensiva sta avendo parecchi problemi nel passaggio dalla difesa con tre centrali a quella a quattro in linea, non riesce a evitare agli avversari di tirare in porta con frequenza.

L’Inter farà possesso palla e avrà probabilmente la supremazia territoriale, alla lunga con tutti quei calciatori di qualità in fase offensiva un paio di gol dovrebbero arrivare, perché no anche con i tiri dalla distanza di Kovacic, Guarin o degli stessi Podolski e Shaqiri.

Una delle quote più alte per l’over 2.5 è 2.10 su #&bid=9289″ target=”_blank”>Betfair che offre ai nuovi registrati 5 euro subito, senza obbligo di deposito, e un accredito – fino a un massimo di 50€ – pari al 50% dell’importo della prima scommessa effettuata (di almeno 10€).

Probabili formazioni
INTER: Handanovic, Campagnaro, Andreolli, Vidic, D’Ambrosio, Guarin, Hernanes, Shaqiri, Kovacic, Podolski, Icardi.
TORINO: Padelli, Maksimovic, Glik, Moretti, Darmian, Gazzi, Vives, Farnerud, Molinaro, Maxi Lopez, Quagliarella.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.83, #&bid=9289″ target=”_blank”>Betfair)
OVER (2.10, #&bid=9289″ target=”_blank”>Betfair)

JUVENTUS – CHIEVO | domenica ore 15:00

Nelle ultime settimane qui sul veggente abbiamo scritto che nel passaggio dal 3-5-2 tipico della Juventus di Conte al 4-3-1-2 di Allegri c’è stato un miglioramento nella qualità della manovra di gioco. La Juventus quando attacca – e lo fa per quasi tutta la durata delle partite, visto che in Serie A è dopo la Roma la squadra che fa più possesso palla – lo fa con più opzioni rispetto al passato, e anche le difese schierate hanno problemi a limitare le offensive bianconere. Il limite è probabilmente il rischio a cui si espone la Juventus quando inizia l’azione, perché se gli avversari riescono a riprendersi il pallone sulla linea di centrocampo e hanno attaccanti forti in contropiede, le probabilità di subire gol aumentano. Una delle prime partite in cui la Juventus è passata al 4-3-1-2 è stata non a casa quella contro l’Olympiakos in Champions League finita 3-2.

Nelle prime dieci partite di campionato giocate col 3-5-2 la Juventus ha fatto 18 gol subendone 4, nelle successive nove giocate col 4-3-1-2 la Juventus ha fatto 31 gol subendone 5.

Contro il Chievo la Juventus dovrebbe continuare a fare gol e dovrebbe vincere senza particolari difficoltà, ma un’altra goleada come quella contro il Verona non sarà facile da ripetere. Già nella partita di andata contro il Chievo allora allenato da Corini la Juventus vinse solo 1-0, il Chievo con Maran ha migliorato parecchio la fase difensiva, nelle ultime dieci partite è riuscito a non subire gol in ben cinque occasioni. C’è di più, il Chievo da quando c’è Maran ha subito al massimo due gol a partita, contro Inter e Fiorentina.

Una quota da provare può essere per tutti questi motivi la combo bet “1+ under 3.5”, anche perché è davvero difficile pensare che il Chievo riuscirà a fare gol alla Juventus.

L’1 + under 3.5 è a quota 1.90 su Eurobet che offre 10€ gratis subito dopo il primo deposito da almeno 10€ + un bonus (fino a un massimo di 100€) del 100% dell’importo delle scommesse effettuate entro 7 giorni dalla registrazione: vale solo per le scommesse multiple con almeno 3 eventi con quota minima 1.20 e moltiplicatore totale minimo 2.50.

Probabili formazioni
JUVENTUS: Buffon, Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra, Pogba, Pirlo, Marchisio, Vidal, Tevez, Morata.
CHIEVO: Bizzarri, Frey, Gamberini, Dainelli, Zukanovic, Birsa, Izco, Radovanovic, Hetemaj, Paloschi, Pellissier.

PROBABILE RISULTATO: 3-0
1 + NO GOL (1.58 Eurobet)
1 + UNDER 3.5 (1.90 Eurobet)
PARMA – CESENA | domenica ore 15:00

Parma e Cesena sono attualmente le due squadre più scarse del campionato, hanno fatto solo nove punti nel girone d’andata e sono ultime in classifica e a serio rischio retrocessione. Se il Cesena sembra ormai quasi rassegnato alla retrocessione, visto che la società non sembra essere in grado di fare acquisti nel corso di questo calciomercato invernale per cercare di migliorare la squadra, il discorso relativo al Parma è più complesso.

Ghirardi ha ceduto la società, il nuovo presidente è ora Kodra e la società si sta muovendo sul mercato, ha già preso Nocerino, Lila, Rodriguez e Varela. Il problema è che Cassano ha invitato la società a pagare gli stipendi arretrati, la società non l’ha presa bene e Cassano non dovrebbe scendere in campo contro il Cesena, in una partita in cui da solo avrebbe potuto fare la differenza.

Vincere con Palladino e Bidaoui sarà difficile così come sarà difficile fare gol al Cesena, che pure in questo campionato i gol li ha presi da tutte le squadre di Serie A, tranne proprio il Parma sconfitto all’andata.

Sarà una partita probabilmente tra due squadre che avranno paura di perdere, perché chi perde questa partita avrà possibilità di salvezza ridotte a zero a meno di miracoli. E così l’under è parecchio probabile soprattutto nel primo tempo.

Il Parma ha fatto solo quattro gol nelle ultime nove giornate, mai più di uno a partita in questo parziale. Il Cesena non è mai riuscito a segnare più di due gol in una partita di questo campionato e ha il peggiore attacco per quanto riguarda le partite in trasferta.

L’under 2.5 (meno di tre gol complessivi nel corso della partita) è a quota 1.69 su Unibet che accredita al momento del primo deposito (da almeno 10€) una somma extra uguale al 100% del primo deposito (bonus massimo: 50 euro), e inoltre offre un rimborso sulla prima scommessa da 10€ effettuata da dispositivo mobile.

* Aggiornamento ore 10 del 25/01: Cassano dovrebbe giocare, e pare che Donadoni abbia intenzione di mandare subito in campo Varela e Rodriguez in attacco. Il pronostico resta comunque “under”.

Probabili formazioni
PARMA: Mirante, Cassani, Paletta, Costa, Rispoli, Mauri, Lodi, Nocerino, Cassano, Varela, C. Rodriguez.
CESENA: Leali, Capelli, Lucchini, Magnusson, Renzetti, Giorgi, Cascione, Ze Eduardo, Brienza, Defrel, Djuric.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
UNDER 1.5 PRIMO TEMPO (1.32, Unibet)
UNDER (1.69, Unibet)