Milan-Lazio e Atalanta-Verona

Serie A
MILAN – LAZIO | domenica 31 ore 18:00

Pippo Inzaghi allenatore. Sarebbe bello vederlo esultare ai gol del Milan allo stesso modo di quando era calciatore, ma il dubbio principale è se avrà modo di farlo spesso nel corso di questa stagione. Dopo un pessimo campionato come quello passato, essere ottimisti è difficile. E se uno si limita solo a vedere la cessione di Balotelli e l’acquisto di Fernando Torres, pure. Il Milan può però guardare con fiducia a questo campionato. L’allenatore è benvoluto dai tifosi e potrebbe riportare entusiasmo, il Milan non dovrà giocare le coppe e l’anno scorso nel caso della Roma si è visto come avere voglia di riscatto e non avere impegni infrasettimanali possa essere positivo. Altre buone notizie sono De Sciglio (squalificato per questa prima partita), Poli ed El Shaarawy: nel 4-3-3 di Inzaghi potranno esprimersi al meglio, hanno qualità e avranno finalmente fiducia incondizionata. La partenza di Balotelli – solito caprio espiatorio – potrebbe unire il gruppo e responsabilizzare di più tutti i calciatori.

La prima partita il Milan la gioca però contro una squadra forte che è la Lazio. Sono rimasti Lulic e Candreva, e sono arrivati ottimi calciatori che hanno già mostrato il loro valore nel campionato italiano: Basta e Parolo. Il dubbio riguarda il nuovo allenatore Pioli, che non è mai stato sulla panchina di una squadra di Serie A di alta classifica e che potrebbe risentire delle pressioni di una piazza come Roma. Nel caso della Lazio poi – con i tifosi in costante polemica con Lotito – alle prime difficoltà le critiche arrivano puntuali e sono spesso esagerate.

La sensazione è che il Milan potrebbe vincere questa partita, ma è meglio non fidarsi troppo e optare per la doppia chance interna. E puntare su El Shaarawy marcatore: Basta è più bravo ad attaccare che a difendere, ed El Shaarawy – tra i migliori nel precampionato – potrebbe tornare a segnare con regolarità come due anni fa prima dell’arrivo di Balotelli, 14 gol nelle prime 17 partite della Serie A 2012/2013. El Shaarawy marcatore è a quota 2.50 su # che accredita sul conto un rimborso (fino a un massimo di 50 euro) pari all’importo della prima scommessa effettuata, con una quota maggiore o uguale a 2.75, indipendentemente da come va a finire quella scommessa.

Probabili formazioni
MILAN: Diego Lopez; Abate, Alex, Bonera, Armero; Poli, De Jong, Muntari; Honda, Menez, El Shaarawy.
LAZIO: Berisha; Basta, Cana, De Vrij, Radu; Parolo, Ledesma, Lulic; Candreva, Klose, B. Keita.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1X (1.18, #)
EL SHAARAWY MARCATORE (2.50, #)

ATALANTA – VERONA | domenica 31 ore 18:00

Fiducia all’Atalanta. La squadra di Colantuono ha cambiato poco nel corso del calciomercato, ha rinforzato bene la difesa con gli arrivi di Biava, Dramè e Zappacosta e nel precampionato non ha subito gol, mantenendo invece centrocampo e attacco in cui Bonaventura e Denis continueranno a fare la differenza. Il Verona ha cambiato parecchio. La squadra di Mandorlini probabilmente continuerà a fare un calcio offensivo e divertente, ma i problemi difensivi dell’anno scorso non sono stati ancora risolti e prendere l’esperto ma lentissimo messicano Marquez per farlo giocare nella difesa a quattro è forse un errore, visto che rende molto meglio da libero. L’Atalanta in casa ha tradizionalmente un ottimo rendimento, l’anno scorso da Europa League. In attacco Gomez e Jankovic non sono Iturbe, Romulo o Marquinho, altrimenti avrebbero giocato da titolari già l’anno scorso.

La vittoria dell’Atalanta è a quota 2.10 su # che rimborserà tutte le scommesse multiple con un minimo di 5 eventi perse per un solo evento su Serie A, Serie B Premier League e Liga.

Probabili formazioni
ATALANTA: Sportiello; Zappacosta, Benalouane, Biava, Dramé; Estigarribia, Cigarini, Carmona, Bonaventura; Moralez; Denis.
VERONA: Rafael; Martic, Moras, Marquez, Agostini; Obbadi, Tachtsidis, Hallfredsson; Gomez, Toni, Jankovic.

PROBABILE RISULTATO: 3-1
1 (2.10, #)
OVER (2.10, #)