REAL contro ATLETICO

Champions League

Champions League

REAL MADRID – ATLETICO MADRID | 20:45

Qui al Veggente – come buona parte di tutti gli osservatori e gli appassionati di calcio – abbiamo le idee piuttosto chiare su quale sia la squadra più forte tra Atletico Madrid e Real: quella con il tipo che in 46 partite stagionali ha segnato 50 gol, di cui 16 in questa edizione della Champions League. Ma trattasi di una finale di Champions League, e non è detto che ne esca per forza una partita prevedibile o indimenticabile. Anzi c’è da considerare che si affrontano due squadre con un attacco stratosferico, da una parte, ma con una difesa coriacea, dall’altra, e potrebbe anche essere una faccenda molto tattica e poco spettacolare.

Il Real Madrid ha vinto questa competizione più di qualsiasi altra squadra nella storia: nove volte, però l’ultima avvenne nel 2002, con quel 2-1 contro il Bayer Leverkusen (e quel gran gol di Zidane). Per una squadra abituata a vincerne così spesso, effettivamente è un trofeo che manca da parecchio. L’Atletico arrivò una sola volta in finale di Coppa dei Campioni, nel 1974, e la perse contro il Bayern Monaco. In questa stagione è stato pressoché perfetto: grande solidità, grande compattezza, grande difesa, grande gruppo. E grande allenatore, Simeone, che ha saputo motivare la squadra anche nei momenti in cui un leggero calo fisico c’è stato (nelle ultime giornate di Liga).

Il Real Madrid ha mollato in campionato soltanto nelle ultime settimane, peraltro piuttosto inspiegabilmente, perdendo o pareggiando contro squadre scarse. Ma è noto che la dirigenza ha chiamato Ancelotti soprattutto per vincere la Champions, più che il campionato.

In questa stagione, pur avendo perso il campionato, sulla partita secca il Real Madrid ha già dimostrato quantomeno di sapere come battere l’Atletico (il Barcellona ad esempio no, proprio non ha trovato il modo). Il problema del Barcellona è che col suo gioco prova sempre a entrare nell’area di rigore avversaria con una serie infinita di passaggi, e riuscirci contro l’Atletico con la difesa schierata è impossibile. Il Real Madrid quando ne ha la possibilità verticalizza, e soprattutto Modric, Bale e Cristiano Ronaldo sono ottimi tiratori dalla distanza. Modric in questa stagione ha giocato benissimo ma segnato pochissimo, meno che nelle passate stagioni. Chissà, potrebbe pareggiare i conti proprio stasera, senza lo squalificato Xabi Alonso nella manovra offensiva diventerà il calciatore più importante a centrocampo nel Real Madrid, e con la difesa schierata dell’Atletico proverà spesso il tiro dalla distanza o di inserirsi senza palla. Real e Atletico si sono già affrontante quattro volte: in campionato l’Atletico ha vinto 1-0 a Madrid all’andata, il 28 settembre, mentre al ritorno, a marzo, hanno pareggiato 2-2 al Vicente Calderón. In Coppa del Re invece il Real gliele ha suonate: 3-0 all’andata, 2-0 al ritorno.

Mancherà Xabi Alonso, che è squalificato, e sostanzialmente è l’unico assente del Real, a parte Jesé, che comunque non avrebbe mai giocato titolare una partita del genere. Nelle settimane scorse c’è stata un po’ di preoccupazione per le condizioni di alcuni giocatori – Diego López, Morata, Benzema e Cristiano Ronaldo – ma alla fine saranno tutti in campo o comunque tra i disponibili. Anche Pepe è recuperato, ma se non dovesse essere pronto a giocare titolare è pronto Varane che forse è pure meglio. Nell’Atletico è in dubbio la presenza di uno che la partita potrebbe cambiarla eccome: Diego Costa è tornato ad allenarsi molto cautamente solo da mercoledì, dopo l’infortunio nella partita contro il Barcellona. Simeone conta di recuperarlo, ma se non dovesse farcela, in attacco insieme a Villa ci sarà Raul Garcia, che è tutta un’altra storia. Ce l’ha fatta a recuperare anche Arda Turan, e Gabi riprenderà il suo posto da titolare a centrocampo insieme a Tiago, dopo aver scontato la squalifica.

Il Real Madrid è stato semplicemente spaventoso, in questa edizione della Champions: ha segnato 37 gol in 12 partite complessive, su 187 tiri in porta (praticamente un tiro su cinque era un gol). E ha fatto fuori entrambe le finaliste della passata edizione, Borussia Dortmund e Bayern Monaco. Per quanto la difesa dell’Atletico si sia dimostrata il miglior reparto della squadra, è veramente difficile ipotizzare che il Real Madrid non trovi il modo di segnare almeno un gol, probabilmente due. Potrebbe subirne? Forse su calcio piazzato, come all’Atletico è già capitato numerose volte di segnarne in questa stagione.

E così il Real Madrid ha maggiori possibilità di vincere la Champions League, del resto è il pronostico dato a inizio stagione dal veggente, quando la quota era 6.50 su William Hill.

I bonus dei bookmakers sulla finale di Champions League
#&bid=8762″ target=”_blank” >Betfair – che offre ai nuovi registrati 10€ al termine della procedura di invio dei documenti più un bonus pari all’importo della prima scommessa effettuata (vincente o perdente che sia, fino a un massimo di 80€) – ha studiato un bonus speciale per i suoi giocatori in occasione di questa finale: piazzando una scommessa sul risultato esatto, risultato esatto primo tempo o esito primo tempo/finale, è previsto un rimborso fino a €25 nel caso non si vinca. Bisognerà prevedere, al di fuori della propria giocata, quale opzione si verificherà fra le cinque proposte:

– Ronaldo segna 2 o più gol (evento già avvenuto in 6 delle 10 partite di quest’anno per un totale di 16 reti, nuovo record della competizione)
– Un cartellino rosso nel secondo tempo (nessun espulso per l’Atletico, Sergio Ramos per il Real nel corso della competizione)
– Un gol nei primi 10’ dell’incontro (evento avvenuto sia nella gara di ritorno di Coppa del Re che in quella di Liga giocata al “Calderon”)
– L’incontro va ai supplementari (come la finale di Europa League)
– Raul Garcia primo marcatore dell’incontro (evento già avvenuto 2 volte in questa edizione)

Chi perderà la propria scommessa sui due mercati indicati, ma avrà predetto correttamente una di queste tre ipotesi, si vedrà accreditato un rimborso fino a €25.

Poi c’è # che oltre a dare ai nuovi registrati un bonus del 50% sul primo deposito fino a 50€ darà anche un altro bonus pari al 50% della prima scommessa live effettuata sulla finale di Champions League fino a un massimo di 10€.

Paddypower – che accredita 5 euro subito e 5 euro a settimana, per tutto l’anno (se l’utente piazza almeno una scommessa alla settimana) – rimborserà tutte le scommesse singole perdenti su risultato esatto, primo marcatore e parziale/finale se Bale farà un gol.

Probabili formazioni:
REAL MADRID: Casillas, Carvajal, Varane, Sergio Ramos, Fabio Coentrao, Modric, Illarramendi, di Maria, Bale, Cristiano Ronaldo, Benzema.
ATLETICO MADRID: Courtois, Juanfran, Miranda, Godin, Filipe, Tiago, Gabi, Arda Turan, Koke, Adrian, Villa.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (2.10, #&bid=8762″ target=”_blank” >Betfair)
GOL (2.10, Paddypower)
MODRIC MARCATORE (6.50, Paddypower)