Nba, Nets e Blazers in cerca del pareggio

nba

MIAMI HEAT – BROOKLYN NETS

Riposare qualche giorno in più del tuo avversario nei playoff può essere o salutare o deleterio. Non è stato quest’ultimo il caso degli Heat, alla finestra per otto giorni dopo il 4-0 tondo tondo rifilato ai Bobcats. Con la calma propria dei campioni, Miami ha fatto la voce grossa battendo nettamente i Nets in gara-1 e vendicandosi delle quattro sconfitte in regular season. L’impressione è che coach Kidd, reduce dalla massacrante serie coi Raptors, non abbia avuto il tempo necessario per preparare una sfida così delicata: d’altra parte è l’unica motivazione plausibile per spiegare un k.o. così pesante (107-86). L’energia smisurata e la fame di vincere degli Heat ha prevalso in un match che ha regalato emozioni solo fino al primo tempo. Dal terzo quarto in poi non c’è stata storia: Ray Allen, 38 anni suonati, è tornato a far piovere triple (19 in 25 minuti), forse stimolato dalla sfida coi suoi ex compagni ai Celtics, Paul Pierce e Kevin Garnett, che hanno combinato poco o nulla. Gli unici a salvarsi tra quelli in maglia bianconera, Deron Williams e Joe Johnson. E’ grazie a loro se i Nets non sono hanno alzato bandiera bianca ancora prima. Per Miami gara-1 è filata liscia come l’olio, al punto che neanche James ha dovuto strafare. Una serata talmente calma che sembra difficile possa ripetersi. Brooklyn in gara-2, anche per una questione d’onore, non si mostrerà morbida come due notti fa. Cercherà di prendere le misure agli Heat, i quali saranno costretti ad usare le maniere forti se vogliono arrivare a New York con la qualificazione alle finali di Conference già in ghiaccio.

PRONOSTICI:
2 Handicap 7.5 (1.88, #)
1 (1.26, #)
Over 190.5 (1.75, #)

SAN ANTONIO SPURS – PORTLAND TRAIL BLAZERS

Avete presente i Trail Blazers del primo turno con i Rockets? Ecco, scordateveli. Il primo assaggio di Spurs è andato storto a Aldridge e compagni. Decisamente. Portland si è arresa prima ancora di disputare gara-1, vinta in scioltezza da San Antonio 116-92. La supremazia nero argento non è mai stata in discussione, al contrario di quello che era successo nell’appassionante serie con i Dallas Mavericks. Popovich ha ritrovato quei panchinari che erano stati la sua arma segreta in regular season: si è rivisto finalmente anche Belinelli, decisivo con 19 punti, che ha saputo approfittare dei matchup favorevoli. Ha sopreso in negativo, invece, l’uomo-copertina dei Blazers, Damien Lillard, eroe assoluto nella gara-6 contro Houston: Leonard gli ha lasciato poco campo libero e lui ne ha risentito (17 punti con il 6/15 dal campo). Continua a dispensare magie Tony Parker: i 33 punti sono un avvertimento al suo giovane avversario. Se si manterrà su questi livelli, è indubbio che sarà lui la chiave della serie. In gara-2 Portland dovrà dimostrare di essere in grado di impensierire gli Spurs, adesso lanciatissimi e favoritissimi per il passaggio del turno. Anche per questa partita vale il discorso fatto per Miami-Nets: dover rimontare un 2-0 è un’impresa quasi impossibile, soprattutto sei davanti hai una squadra in missione come San Antonio. Dunque, bucare pure gara-2 significa essere con un piede e mezzo nella fossa.

PRONOSTICI:
Over 205.5 (1.75, #)
2 Handicap 6.5 (1.92, #)
1X2 1° quarto – 1 2.5 punti (2.00, #)