Nba, stasera altra maratona

nba

WASHINGTON WIZARDS – CHICAGO BULLS

Se i Bulls sono rientrati in questa serie lo devono all’ineffabile Mike Dunleavy, quasi 34 primavere, nella tiratissima gara-3 in versione “eroe per un giorno” con i suoi trentacinque punti con otto triple. Il merito è soprattutto dell’ex giocatore di Duke se dal punto di vista offensivo Chicago stavolta ha detto la sua, espugnando l’arena tutta rossa dei Wizards, più nervosi rispetto alle uscite precedenti e forse non troppo abituati a gestire una pressione del genere. Washington aveva in pratica la serie in mano dopo aver vinto due volte in Illinois e ora si ritrova a dover affrontare una delicatissima gara-4, per giunta senza il suo uomo migliore in questi playoff. Il brasiliano Nenè, 17 punti e 7 rimbalzi di media nelle tre partite, ha pagato cara la testata rifilata in gara-3 a Jimmy Butler: la lega l’ha sospeso per un turno e stanotte sarà costretto a guardare il match dalla panchina. Assenza che può essere determinante, ancor più dopo che l’inerzia si è spostata dalla parte dei Bulls.

PRONOSTICI:
2 (2.00, #)
Over 180.5 (1.77, #)
1×2 1° quarto 2.5 punti – 1 (2.30, #)
GOLDEN STATE WARRIORS – LOS ANGELES CLIPPERS

Salto di qualità. Quello che i Clippers non riuscivano mai a fare e che invece è arrivato dopo l’importantissima vittoria per 98-96 in gara-3 contro i Warriors, in una delle arene più infuocate della Nba. Paul e compagni, ammaestrati da un grande allenatore come Doc Rivers, si sono ripresi il fattore campo che avevano perso in gara-1 con un successo di carattere arrivato contro una squadra che giocava con il coltello tra i denti, ferita dal -40 subìto in gara-2. A guidare Los Angeles ancora uno straordinario Blake Griffin, decisivo con i suoi 32 punti, 8 rimbalzi e 3 assist. In gara-3 i Warriors hanno fatto un passo avanti rispetto alla catastrofe losangelina di due giorni prima, ma non sono stati brillanti al tiro (meglio Thompson di Curry) e si sono svegliati solamente nell’ultimo quarto. Il match di stanotte è da dentro o fuori per Golden State: si prospetta un altro match emozionante nella quale ogni Warrior dovrà dare il meglio di sé contro una difesa che sta crescendo partita dopo partita. Probabilmente vedremo un gran Stephen Curry, chiamato a fare gli straordinari dal perimetro: basterà per fermare i Clippers e impattare nella serie?

PRONOSTICI:
1 handicap -2.5 (1.88, #)
Under 210.5 (1.78, #)
1 (2.10, #)
BROOKLYN NETS – TORONTO RAPTORS

Meno male che Patterson c’è. Per i Nets, ovviamente, che dopo essersi fatti rimontare clamorosamente nel finale di gara-3 dai Raptors sono stati “salvati” dai tiri liberi sbagliati dall’ex Sacramento, pessimo nei minuti finali dalla lunetta. Brooklyn era stata davanti per tutto il match, trascinata dagli ispirati Williams, Pierce, Johnson (quasi 70 punti in tre) e dall’energia di Garnett, salvo poi concedere qualche tripla di troppo a Toronto nell’ultimo quarto. I Raptors infatti si erano di nuovo fatti sotto grazie alle giocate di Lowry (contenuto rispetto a gara-2) e DeRozan (altra prestazione da All Star con 30 punti) e speravano di poter compiere il miracolo. Gara-4 è di fondamentale importanza per i Nets: vincendo hanno l’occasione di mettere una seria ipoteca sulle semifinali della Eastern Conference, traguardo meritato considerato che stanno giocando tutto sommato meglio rispetto ai talentuosi ma troppo inesperti Raptors. Negli ultimi due incontri è uscito il segno “over”: vale la pena farci un pensierino anche stanotte.

PRONOSTICI:
1 (1.53, #)
Under 190.5 (2.05, #)
2 handicap 4.5 (1.82, #)
PORTLAND TRAIL BLAZERS – HOUSTON ROCKETS

La tripla a 11 secondi dalla fine di gara-3 dell’improbabile man of the match Troy Daniels, uno che fino a qualche mese fa giocava nella lega di sviluppo (!), ha fatto tirare un lungo sospiro di sollievo a coach McHale e a tutti i Rockets. Senza quel canestro a quest’ora i Trail Blazers sarebbero in vantaggio per 3-0 e la serie già bell’e chiusa. Invece Houston è riuscita a strappare con le unghie il successo all’overtime (è finita 121-116) al termine di una partita drammatica, riaprendo di fatto i giochi. Vittoria che però non è riuscita a cancellare gli evidenti problemi dei texani, a partire da Harden – non fatevi ingannare dai 37 punti di gara-3 – che continua a non convincere. Come non convince Parsons, fattore in regular season e oggetto misterioso nei playoff. A Portland, invece, non si può rimproverare nulla: con Aldridge braccato dalle due torri Howard-Asik, è toccato a Lillard e Batum prendere per mano la squadra e la gloria non è arrivata solo per la prodezza di un semi-sconosciuto. Il consiglio in vista di gara-4 è di puntare di nuovo sull’“over” – punteggi finali finora sempre sopra i 210 punti – e sul segno “1”: difficile, per i Rockets, trovare un altro eroe di turno.

PRONOSTICI:
1 (1.72, #)
Over 210.5 (1.60, #)
1×2 – X 5.5 punti (2.55, #)