Vittorie in casa per Udinese e Inter?

Serie A

Serie A

PARMA – GENOA | domenica ore 12:30

Al Parma in questo periodo va tutto alla grande, e contro il Genoa il periodo positivo potrebbe continuare. Dopo il 4-2 in trasferta sul Milan è salito a 16 partite la serie di imbattibilità del Parma in Serie A (9 vittorie e sette pareggi), un record assoluto per i gialloblu nel massimo campionato. Il Parma inoltre è imbattuto in casa da otto partite e non ha subito gol in quattro delle ultime sei partite giocate nel suo stadio, il Tardini.

Il Genoa ha invece perso le ultime due partite consecutive e ha il morale sicuramente più basso rispetto agli avversari, anche perché i gol subiti sono arrivati sia contro il Chievo che contro la Juventus negli ultimi minuti di gioco e su calcio da fermo, un rigore al Bentegodi e un calcio di punizione – che per Pirlo è come un rigore – domenica scorsa a Marassi. Il Parma è favorito ma fare gol al Genoa non è facile, la squadra di Gasperini anche contro la Juventus ha dimostrato di difendere bene e ha un portiere molto forte, Perin. La vittoria del Parma è a quota 1.60 su #&bid=8621″ target=”_blank” >Betfair che solo per questo weekend propone ai nuovi registrati un bonus complessivo di 60 euro. In alternativa c’è l’under 2.5, segno che si è sempre ripetuto negli ultimi tre precedenti tra le due squadre.

Probabili formazioni:
PARMA: Mirante, Cassani, Paletta, Lucarelli, Gobbi, Acquah, Parolo, Munari, Biabiany, Amauri, Cassano.
GENOA: Perin, De Maio, Burdisso, Marchese, Motta, Bertolacci, Matuzalem, Antonelli, Konatè, Gilardino, Sculli.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1 (1.60, #&bid=8621″ target=”_blank” >Betfair)
UNDER (1.75, #&bid=8621″ target=”_blank” >Betfair)

BOLOGNA – CAGLIARI | domenica ore 15:00

Il Bologna se la passa davvero male e rischia la retrocessione. La cessione di Diamanti ha pesato parecchio, la squadra di Ballardini da quando è partito il suo calciatore di maggiore talento nella fase offensiva fa enorme fatica a segnare.

Il Bologna ha fatto due soli punti nelle ultime cinque giornate di campionato, e ha fatto solo un gol in questo parziale. Anche il Cagliari rischia la retrocessione ma ha qualche punto in più del Bologna e un pareggio sarebbe fondamentale in questa partita, non tanto per il punto in più quanto perché manterrebbe intatto il vantaggio su una diretta concorrente. Il Cagliari ha un pessimo rendimento in trasferta, non vince dall’anno scorso (sono ben 19 partite) e segna pure poco, come il Bologna in casa (è rimasto a secco in cinque delle ultime sette partite giocate al Dall’Ara).

È una partita molto importante per tutte e due le squadre che vorranno prima di tutto evitare di perdere, e per questo motivo giocheranno con grande attenzione nella fase difensiva. In partite come queste il segno “under” è sempre molto probabile, e in Bologna-Cagliari lo è ancora di più per altri motivi. Il Bologna ha fatto nove “under” nelle ultime dieci partite in casa, il Cagliari ne ha fatti sette nelle ultime sette partite in trasferta.

Pensare che una partita finisca 0-0 è sempre un pericolo, perché poi capita che un tiro che riesce una volta su mille finisce all’incrocio e poi ci sono gol a ripetizione. Ma per tutti i motivi prima elencati Bologna-Cagliari è da “under”.

Probabili formazioni:
BOLOGNA: Curci, Antonsson, Natali, Cherubin, Garics, Perez, Pazienza, Christodoulopoulos, Morleo, Cristaldo, Bianchi.
CAGLIARI: Avramov, Perico, Rossettini, Astori, Avelar, Dessena, Ekdal, Vecino, Cossu, Ibarbo, Pinilla.

PROBABILE RISULTATO: 0-0
UNDER (1.50, #&bid=8621″ target=”_blank” >Betfair)
X (3.10, #&bid=8621″ target=”_blank” >Betfair)
INTER – ATALANTA | domenica ore 15:00

L’Atalanta ha ormai da tempo ottenuto la salvezza e cioè l’obiettivo stagionale. Dopo tre vittorie consecutive un piccolisimo rischio di andare a giocare in casa dell’Inter rilassati c’è, anche perché in trasferta – dove pure ha vinto l’ultima partita contro la Lazio, favorito però dall’espulsione di Candreva – il rendimento nel corso della stagione è stato negativo. L’Inter è migliorata nelle ultime settimane e ha l’occasione di continuare la serie positiva, magari superando la Fiorentina al quarto posto in classifica.

La squadra di Mazzarri – che non non perde in casa da 10 partite di campionato (cinque vittorie e altrettanti pareggi) – nelle ultime tre partite è migliorata in fase difensiva, Handanovic ha sempre mantenuto la sua porta inviolata. Un motivo in più per pensare alla vittoria dell’Inter, anche se sarà difficile vedere parecchi gol. L’Atalanta come al solito imposterà la partita pensando prima di tutto a difendere, e l’Inter non si scoprirà troppo perché Mazzarri teme il contropiede degli avversari. L’Inter inoltre non ha mai fatto più di un gol a partita nelle ultime sei giocate in casa.

Probabili formazioni:
INTER: Handanovic, Campagnaro, Ranocchia, Rolando, Jonathan, Guarin, Cambiasso, Hernanes, D’Ambrosio, Palacio, Icardi.
ATALANTA: Consigli, Raimondi, Yepes, Stendardo, Del Grosso, Estigarribia, Carmona, Cigarini, Bonaventura, Moralez, Denis.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.44, #&bid=8621″ target=”_blank” >Betfair)
UNDER 3.5 (1.36, #&bid=8621″ target=”_blank” >Betfair)
SAMPDORIA – VERONA | domenica ore 15:00

Sampdoria e Verona sono due squadre che hanno una classifica tranquilla e così nonostante gli ultimi risultati non troppo positivi – soprattutto nel caso del Verona – non hanno particolari preoccupazioni per il finale di stagione. Il Verona però vorrà interrompere la serie negativa di risultati, soprattutto quella relativa ai gol. Il Verona non segna infatti da tre partite consecutive, una cosa che non era mai accaduta prima in questo campionato. Contro la Sampdoria le possibilità di tornare a fare gol sono alte, visto che la squadra di Mihajlovic ha subito una media di due gol a partita nelle ultime cinque gare di Serie A. L’allenatore serbo ha cambiato il modo di giocare della sua squadra, e con risultati positivi visto che rispetto alla gestione Delio Rossi la classifica è parecchio migliorata. La Sampdoria ha un modulo più offensivo, gioca ormai costantemente con Eder e Gabbiadini più una prima punta. Questa domenica Maxi Lopez – che fu decisivo nel derby contro il Genoa – dovrebbe tornare titolare al posto di Okaka. Contro il Verona fare gol per la Sampdoria non dovrebbe essere poi così complicato, visto che i gialloblù hanno subito due o più gol in cinque delle ultime sei partite di Serie A.

Il “gol” (entrambe le squadre segnano) è a quota

Probabili formazioni:
SAMPDORIA: Da Costa, De Silvestri, Mustafi, Gastaldello, Regini, Palombo, Obiang, Soriano, Eder, Gabbiadini, Maxi Lopez.
VERONA: Rafael, Cacciatore, Moras, Maietta, Albertazzi, Romulo, Donadel, Marquinho, Iturbe, Toni, Jankovic.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
GOL (1.90, William Hill)
OVER (2.05, William Hill)
UDINESE – SASSUOLO | domenica ore 15:00

L’Udinese ha 31 punti in classifica, otto di vantaggio sulla zona retrocessione. La salvezza è ormai quasi sicura, ma per evitare inutili tensioni che potrebbero rendere più difficile il finale di questa stagione Guidolin vorrà vincere contro il Sassuolo. E l’Udinese che ha messo in difficoltà la Roma nell’ultimo turno, unica squadra capace – pur perdendo – di fare due gol all’Olipico contro i giallorossi, può battere il Sassuolo. Di Francesco dovrà infatti fare a meno di parecchi giocatori: Antei, Manfredini, Marrone, Pucino, Sansone, Brighi oltre al forte attaccante Berardi che deve scontare l’ultimo turno di squalifica.

Lo 0-0 in casa del Bologna ha interrotto una serie di cinque sconfitte consecutive in trasferta per il Sassuolo che però nel corso di questo campionato fuori casa ha mostrato parecchi limiti soprattutto nella fase difensiva, limiti di cui potrebbe approfittare Di Natale, che ha sempre fatto almeno un gol nelle ultime quattro partite giocate in casa dalla sua squadra.

Probabili formazioni:
UDINESE: Scuffet, Heurtaux, Danilo, Domizzi, Widmer, Pinzi, Badu, Pereyra, Basta, B. Fernandes, Di Natale.
SASSUOLO: Pegolo, Gazzola, Cannavaro, Ariaudo, Longhi, Magnanelli, Biondini, Missiroli, Farias, Zaza, Floro Flores.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.61, William Hill)
DI NATALE MARCATORE (1.90, William Hill)