Vittorie in casa per Genoa e Torino?

Serie A

Serie A

CAGLIARI – UDINESE | domenica ore 12:30

In questa partita tra Cagliari e Udinese è il Cagliari ad avere maggiore necessità di fare punti, e proprio questo potrebbe essere il problema. Il Cagliari è una squadra che troppo spesso si lascia trascinare in un eccessivo agonismo che sfocia nell’alto numero di cartellini gialli che becca ogni partita, e le squalifiche di Ekdal e Conti assenti in questa partita ne sono la conferma. Se la partita non si metterà nel modo giusto, il Cagliari avrà più ammonizioni della squadra avversaria. E visti i precedenti, per il Cagliari non c’è da stare tranquilli. Il Cagliari non vince in campionato con l’Udinese da 10 partite: quattro i pareggi, sei le vittorie dei friulani. Ancora peggiore il dato dei gol, visto che il Cagliari ne ha fatto solo uno all’Udinese nelle ultime sei partite. Né questo è un momento in cui il Cagliari va bene e potrà cambiare facilmente questa tradizione sfavorevole: una sola vittoria per il Cagliari nelle ultime 10 giornate (cinque sconfitte, quattro pareggi), e in questo parziale i rossoblù non sono mai riusciti a segnare più di un gol a partita. L’Udinese è invece imbattuta da quattro giornate (due vittorie, seguite da due pareggi) e a parte lo squalificato Domizzi, Guidolin ha tutti a disposizione e così in caso di necessità potrà fare entrare Nico Lopez, Maicosuel o Muriel. Tornano titolari Heurtaux e Pereyra al rientro dopo un turno di squalifica. Pereyra sta giocando molto bene, al Cagliari ha già fatto due gol in carriera e potrebbe anche ripetersi, soprattutto se l’Udinese giocherà con il solo Di Natale come attaccante di ruolo.

Il “gol” (entrambe le squadre segnano) è a quota 1.88 su Unibet offre ai nuovi registrati il rimborso completo della prima scommessa effettuata, se questa dovesse rivelarsi perdente (rimborso massimo: 25€).

Probabili formazioni:
CAGLIARI: Avramov, Dessena, Rossettini, Astori, Avelar, Vecino, Cossu, Eriksson, Adryan, Pinilla, Ibarbo.
UDINESE: Scuffet, Heurtaux, Danilo, Naldo, Basta, Allan, Badu, Pereyra, Gabriel Silva, Fernandes, Di Natale.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.88, Unibet)
X2 (1.53, Unibet)
PEREYRA PRIMO MARCATORE (13.00, William Hill)
1 (1X2 CARTELLINI GIALLI) (2.50, Paddypower)

ATALANTA – CHIEVO | domenica ore 15:00

Grazie all’ottimo rendimento casalingo – perché l’Atalanta prima di perdere 4-0 contro il Parma aveva vinto le precedenti tre partite in casa dove in totale ha fatto 23 punti – la squadra di Colantuono ha una posizione di classifica tranquilla e ha ben otto punti di vantaggio sulla zona retrocessione. Il Chievo è invece a quota 21 e ha un solo punto in più della terzultima, motivo per cui avrebbe maggiore bisogno di un risultato positivo. Per l’Atalanta contro una squadra che ha meno punti in classifica sarà importante prima di tutto non perdere, un pareggio andrebbe anche bene e in fondo accontenterebbe anche il Chievo. Per questo motivo c’è da pensare che tutte e due non faranno una partita d’attacco e baderanno prima di tutto a non prendere gol, che poi è nelle caratteristiche di tutte e due le squadre.

Il Chievo non ha mai fatto più di un gol in trasferta in questa stagione, l’Atalanta nelle ultime tre partite ha fatto un solo gol e questi sono altri due motivi per credere in una partita da “under”. Il Chievo poi ha due difensori centrali – Dainelli e Cesar – molto abili nel gioco aereo che potrebbero così limitare uno dei pregi dell’Atalanta, che è quello proprio dei colpi di testa su palla da fermo.

Probabili formazioni:
ATALANTA: Consigli, Benalouane, Yepes, Stendardo, Brivio, Raimondi, Carmona, Cigarini, Bonaventura, Moralez, Denis.
CHIEVO: Agazzi, Frey, Dainelli, Cesar, Dramé, Guana, Rigoni, Guarente, Hetemaj, Paloschi, Thereau.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
UNDER 1.5 PRIMO TEMPO (1.25, Unibet)
UNDER (1.50, Unibet)
X (3.25, Unibet)
GENOA – CATANIA | domenica ore 15:00

Il Catania ha più bisogno del Genoa di fare punti, ma il Genoa a Napoli ha dimostrato grande determinazione e voglia di lottare in tutte le partite fino alla fine, figuriamoci se non lo farà in casa in una partita che in caso di vittoria darebbe la certezza della salvezza, che dopo l’inizio difficile di stagione con Liverani in panchina non era poi così scontata. Preziosi ha fatto tanti errori da quando è presidente del Genoa, ma richiamare Gasperini è stata una scelta giusta. Un allenatore che conosce bene la piazza e che ha potuto lavorare con serenità, i risultati si sono visti.

Il Catania in trasferta è un disastro – zero vittorie nelle ultime 19 partite di Serie A –, ha fatto solo due punti (con altrettanti 0-0) ma ha subito in totale 29 gol fuori casa, più di ogni altra squadra di Serie A in questa stagione. Nelle ultime sei partite in trasferta è rimasto a secco di gol in ben cinque occasioni. In questa partita il Catania sarà senza gli attaccanti titolari: Bergessio è squalificato, Barrientos e Castro sono infortunati. Maran farà partita difensiva provando ad ottenere il massimo da questa trasferta e cioè un altro 0-0, ma contro Gilardino sarà difficile.

Probabili formazioni:
GENOA: Perin, Burdisso, De Maio, Antonini, Motta, Sturaro, Bertolacci, Antonelli, Konatè, Gilardino, Fetfatzidis.
CATANIA: Andujar, Spolli, Bellusci, Rolin, Peruzzi, Izco, Lodi, Rinaudo, Alvarez, Keko, Leto.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1 (2.10, William Hill)
UNDER (1.65, William Hill)
SASSUOLO – PARMA | domenica ore 15:00

A volte prendere parecchi calciatori anche di esperienza in Serie A non serve per fare subito risultati. È il caso del Sassuolo, che nonostante gli arrivi nel corso del calciomercato invernale di Cannavaro, Ariaudo, Brighi, Biondini e Floccari non è riuscito a migliorare il suo rendimento che anzi da quando è stato esonerato Di Francesco è peggiorato. Il Sassuolo ha infatti perso le ultime sei partite di campionato, incluse le quattro giocato dall’arrivo di Alberto Malesani in panchina. Il Sassuolo ha inoltre subito gol in tutte le ultime 12 giornate di Serie A, e ha la peggior difesa del campionato con 54 gol subiti.

Il Parma al contrario è imbattuto da 13 giornate di campionato (sei vittorie, sette pareggi), un record assoluto nella storia del club in Serie A. E di sicuro il Parma non vorrà interrompere il suo record proprio nel derby contro il Sassuolo. Anche perché la squadra di Donadoni ha vinto le ultime tre trasferte segnando una media di tre gol a partita. Il fatto è che il Parma non hanno mai vinto quattro partite consecutive in trasferta nella sua storia in Serie A, e il Sassuolo avrà probabilmente maggiore voglia di fare punti, una nuova sconfitta oltre a costare probabilmente l’esonero per Malesani andrebbe a complicare ancora di più una classifica già drammatica.

La doppia chance interna è da provare, in alternativa c’è il “gol”. Tenuto inizialmente in panchina nell’ultima partita di campionato, Berardi dovrebbe tornare titolare contro il Parma e dal giovane talento del Sassuolo si aspetta una buona prova. Il cambio di allenatore forse lo ha penalizzato, finora da quando gioca in Serie A Berardi non è stato mai a secco di gol per più di quattro partite consecutive, un suo gol è quota 3.10 su William Hill che offre ai nuovi registrati un bonus pari al 50% dell’importo della prima scommessa (fino a un massimo di 50€).

Probabili formazioni:
SASSUOLO: Pegolo, Mendes, Cannavaro, Ariaudo, Gazzola, Brighi, Magnanelli, Biondini, Longhi, Floccari, Berardi.
PARMA: Mirante, Cassani, Paletta, Lucarelli, Biabiany, Gargano, Parolo, Marchionni, Molinaro, Cassano, Amauri.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
1X (1.70, William Hill)
GOL (1.70, William Hill)
TORINO – SAMPDORIA | domenica ore 15:00

Il Torino ha bisogno di fare subito risultato per dimenticare l’ennesima sconfitte senza fare gol nel derby contro la Juventus. La squadra di Ventura ha messo in difficoltà i bianconeri e avrebbe meritato forse di fare almeno un gol. Il Torino ha confermato di essere squadra in un buon momento di forma e contro la Sampdoria – avversario alla portata rispetto alla Juventus – dovrebbe tornare a fare risultato. Anche perché in questa partita Mihajlovic ha parecchi problemi di formazione soprattutto in difesa. Saranno assenti l’infortunato Gastaldello e gli squalificati Palombo e Costa, oltre a Maxi Lopez in attacco. La Sampdoria inoltre ha perso le ultime due partite di campionato senza riuscire a fare gol.

Probabili formazioni:
TORINO: Padelli, Maksimovic, Glik, Bovo, Darmian, Kurtic, Vives, Farnerud, Pasquale, Cerci, Immobile.
SAMPDORIA: Da Costa, De Silvestri, Mustafi, Gastaldello, Regini, Renan, Obiang, Gabbiadini, Krsticic, Soriano, Eder.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.90, William Hill)
IMMOBILE MARCATORE (2.40, William Hill)