Torino-Bologna, Parma-Catania, Livorno-Genoa e Samp-Cagliari

Serie A

Serie A

TORINO – BOLOGNA | domenica ore 12:30

Il Bologna ha ceduto nel corso di questa settimana il suo calciatore più forte, Diamanti. Una partenza dolorosa che dimezza le potenzialità offensive di questa squadra che nonostante la fantasia di Diamanti e la sua abilità nei calci piazzati ha comunque finora segnato pochi gol in questo campionato. Il lavoro per Ballardini si complica, e fare risultato a Torino contro la squadra più in forma del momento dopo la Juventus sarà difficile.

Il Torino ha fatto 21 puntinelle ultime 10 giornate, periodo in cui solo la Juventus (28 punti) ha fatto meglio. Il Bologna al contrario non trova la vittoria da cinque giornate di campionato (tre pareggi, due sconfitte) e non è riuscito a fare gol in tre di queste partite. Senza Diamanti sarà ancora più difficile, senza dimenticare l’assenza dell’altro centrocampista più talentuoso in fase offensiva – Kone – che è squalificato.

La vittoria del Torino è a quota 1.67 su Paddypower che accredita ai nuovi utenti che si registrano al sito 5 euro subito e 5 euro a settimana, per tutto l’anno (se l’utente piazza almeno una scommessa alla settimana).

Probabili formazioni:
TORINO: Padelli, Maksimovic, Glik, Moretti, Darmian, Farnerud, Vives, El Kaddouri, Masiello, Cerci, Immobile.
BOLOGNA: Curci, Antonsson, Natali, Cherubin, Garics, Krhin, Perez, Christodoulopoulos, Morleo, Cristaldo, Bianchi.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.67, Paddypower)

PARMA – CATANIA | domenica ore 15:00

Il Catania ha fatto due punti nelle ultime due partite, in due modi completamente differenti. A Milano contro l’Inter ha difeso con ordine e fatto 0-0 senza rubare nulla, contro il Livorno dopo lo svantaggio ha giocato all’attacco, sono saltati tutti gli schemi e ne è uscito un incredibile 3-3. Il rendimento in trasferta del Catania finora è stato pessimo, ha sempre perso tranne una partita, proprio l’ultima giocata in casa dell’Inter. La classifica è negativa, il Catania dovrà fare necessariamente punti d’ora in avanti anche in trasferta e un’altra sconfitta a Parma sarebbe quasi una condanna. La quota per la vittoria pur probabile del Parma è troppo bassa, e conviene azzardare il pareggio.

Il Catania col ritorno di Lodi ha una squadra quasi uguale a quella degli anni passati, e il Parma non vince contro il Catania da cinque partite di Serie A (tre pareggi e due sconfitte una delle quali nell’ultimo precedente giocato al Tardini).

Chi non se la sente può optare per il “gol”: il Parma ha sempre segnato almeno un gol quando ha giocato in casa contro il Catania in Serie A, ma allo stesso ha tenuto la porta inviolata una sola volta al Tardini contro gli etnei.

Probabili formazioni:
PARMA: Mirante, Cassani, Paletta, Lucarelli, Gobbi, Marchionni, Gargano, Parolo, Biabiany, Amauri, Cassano.
CATANIA: Andujar, Bellusci, Rolin, Spolli, Biraghi, Izco, Lodi, Rinaudo, Barrientos, Bergessio, Castro.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.72, Paddypower)
X (3.80, Paddypower)
LIVORNO – GENOA | domenica ore 15:00

Il Genoa ha giocato un buon secondo tempo contro la Sampdoria nel derby e probabilmente non avrebbe meritato la sconfitta. La squadra di Gasperini però ha un problema, segna poco, e questo problema lo ha evidenziato proprio nell’ultima sconfitta. Se Gilardino non trasforma in gol il primo pallone che gli capita è un guaio perché il Genoa costruisce poche chiare occasioni da gol. Rispetto ad inizio campionato il pregio è che subisce pochi gol grazie ad una difesa più attenta e grazie anche alle parate dell’ottimo Perin, tra i migliori portieri del campionato. La differenza reti negativa conferma questo problema del Genoa.

Il Livorno ha fatto quattro punti nelle due partite con Di Carlo allenatore e avrà dalla sua il fattore campo e l’entusiasmo, ma vincere non sarà facile per una squadra che subisce gol troppo facilmente. Gli amaranto subiscono gol da 11 gare di campionato, in media 2.2 a partita. Nove degli ultimi 11 confronti tra queste due squadre in Serie A sono terminati in parità, e anche a questo giro è probabile un pareggio.

Probabili formazioni:
LIVORNO: Bardi, Ceccherini, Coda, Emerson, Rinaudo, Castellini, Benassi, Luci, Greco, Emeghara, Paulinho.
GENOA: Perin, Antonini, De Maio, Burdisso, Vrsaljko, Matuzalem, Bertolacci, De Ceglie, Konaté, Gilardino, Antonelli.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
X (3.20, Paddypower)
GOL (1.72, Paddypower)
SAMPDORIA – CAGLIARI | domenica ore 15:00

Caricata dalla vittoria nel derby contro il Genoa, la Sampdoria cerca un altro risultato positivo in casa contro il Cagliari per allontanarsi definitivamente dalle ultime posizioni di classifica. Rispetto a lunedì scorso mancherà però Maxi Lopez, che ha dato sicuramente maggiore qualità all’attacco, facendo diventare la squadra più offensiva. Senza l’argentino infortunato, Mihajlovic confermerà il 4-2-3-1 ma lo farà con Eder attaccante di riferimento. Eder sta giocando la sua migliore stagione in Serie A, ma è un attaccante forse più efficace quando c’è da ripartite, in casa contro la difesa schierata del Cagliari sarebbe stato più utile Maxi Lopez.

Contro il Cagliari la Sampdoria ha una tradizione molto negativa. Nei 57 precedenti in Serie A la Sampdoria ha vinto solo nove volte e negli ultimi dieci scontri diretti il Cagliari non ha mai perso. In casa la Sampdoria non ha ancora perso dall’arrivo di Sinisa Mihajlovic (due vittorie, tre pareggi) mentre il Cagliari in trasferta al massimo pareggia: l’ultima vittoria risale allo scorso campionato, 2-0 a Pescara il 17 febbraio 2013.

Probabili formazioni:
SAMPDORIA: Da Costa, De Silvestri, Gastaldello, Palombo, Regini, Krstcic, Obiang, Soriano, Bjarnason, Gabbiadini, Eder.
CAGLIARI: Avramov, Perico, Rossettini, Astori, Murru, Eriksson, Conti, Ekdal, Cossu, Pinilla, Sau.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
X (3.10, Paddypower)
UNDER (1.56, Paddypower)