Bologna-Udinese, Cagliari-Fiorentina e Milan-Torino

Serie A

Serie A

BOLOGNA – UDINESE | sabato ore 18:00

L’Udinese è in difficoltà, la partita contro il Parma ha confermato i limiti delle squadra di Guidolin che rischia l’esonero in caso di risultato negativo, nonostante il traguardo delle semifinali di Coppa Italia grazie alle eliminazioni di Inter e Milan.

L’Udinese ha perso le ultime quattro partite di Serie A e una serie così negativa non c’era in Serie A per i bianconeri dal settembre 2010. A sorprendere è soprattutto la mancanza di solidità e organizzazione nella fase difensiva, solitamente uno dei punti di forza di tutte le squadre allenate da Guidolin. In questo campionato l’Udinese non ha mai tenuto la porta inviolata in trasferta, subendo 18 gol su 11 partite.

Il Bologna nonostante il cambio di allenatore e l’arrivo di Ballardini al posto di Pioli non se la passa poi tanto meglio, non vince da quattro giornate di Serie A, pur avendo pareggiato le ultime tre. I precedenti contro l’Udinese non sono incoraggianti: nelle ultime sei partite con l’Udinese in Serie A il Bologna non ha mai vinto, quattro sono stati i pareggi inclusi quelli delle ultime tre partite.

Nelle ultime quattro partite giocate al Dall’Ara, stadio del Bologna, c’è sempre stato il “gol” (entrambe le squadre segnano). Il “gol”, considerata questa statistica e la scarsa tenuta della difesa dell’Udinese in trasferta, è da provare ed è a quota 1.95 su William Hill, che offre ai nuovi registrati un bonus pari al 50% dell’importo della prima scommessa (fino a un massimo di 50€).

Probabili formazioni:
BOLOGNA: Curci, Antonsson, Natali, Cherubin, Garics, Perez, Kone, Pazienza, Morleo, Diamanti, Bianchi.
UDINESE: Brkic, Heurtaux, Danilo, Domizzi, Basta, Badu, Allan, Lazzari, Pereyra, Nico Lopez, Di Natale.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.95, William Hill)
X (3.00, William Hill)

CAGLIARI – FIORENTINA | sabato ore 18:00

Sul piano tattico in questa partita per il Cagliari sarebbe stato fondamentale avere a disposizione Cossu e Ibarbo per provare a fare gol alla Fiorentina sfruttando il contropiede. Il primo è squalificato, il secondo infortunato, e così Lopez dovrà cambiare schema di gioco e approccio alla partita. La Fiorentina farà come al solito tanto possesso palla, un possesso palla però sempre molto efficace. La squadra di Montella gioca bene e pur senza Borja Valero, Giuseppe Rossi e Mario Gomez nell’ultima partita contro il Genoa ha fatto tre gol confermando di essere una squadra forte in attacco a prescindere dai calciatori che ci sono in campo. Peccato che la difesa dopo cinque turni di campionato senza subire gol sia tornata insicura. Può però trattarsi di un semplice caso, la Fiorentina da quando è ripreso il campionato a parte la parentesi dell’ultimo turno ha dimostrato una buona solidità in fase difensiva.

Il Cagliari ha sempre subito gol in casa in questo campionato: 19 gol in 11 partite. Difficile pensare che riuscirà per la prima volta a tenere la porta inviolata contro una squadra forte in attacco come la Fiorentina, i rossoblù poi non vincono da sei giornate di campionato, hanno fatto tre pareggi seguiti da tre sconfitte consecutive coincise con l’addio del forte centrocampista Nainggolan passato alla Roma.

La vittoria della Fiorentina è a quota 2.30, probabile anche il “no gol” visto che la Fiorentina non ha subito gol nelle ultime tre trasferte di campionato (due vittorie e un pareggio per zero a zero).

Come possibile marcatore c’è Matri, che giocherà da attaccante centrale e che al Cagliari ha già segnato da “ex” ben quattro gol grazie a due doppiette.

Probabili formazioni:
CAGLIARI: Avramov, Pisano, Rossettini, Astori, Murru, Dessena, Conti, Eriksson, Ekdal, Pinilla, Sau.
FIORENTINA: Neto, Roncaglia, Savic, Rodriguez, Pasqual, M. Fernandez, Pizarro, Aquilani, Joaquin, Matri, Vargas.

PROBABILE RISULTATO: 0-2
2 (2.30, William Hill)
NO GOL (1.90, William Hill)
MATRI MARCATORE (2.20, William Hill)
MILAN – TORINO | sabato ore 20:45

Il Milan ha vinto due partite consecutive ed è già una notizia perché finora non c’era mai riuscito nel corso di questo campionato di Serie A. Il nuovo allenatore Seedorf ha aumentato probabilmente la voglia di fare e di mettersi in discussione dei calciatori, ma sul piano tattico e del gioco il Milan continua a mostrare parecchi limiti. Contro il Cagliari la squadra rossonera ha rischiato di subire parecchi gol in contropiede, il 4-2-3-1 voluto da Seedorf ancora non dà equilibrio alla squadra che anzi è troppo sbilanciata. E non è una buona idea sbilanciare una squadra che nel corso di questo campionato ha più volte fatto capire di non sapere difendere bene.

Ventura quest’anno sta facendo un capolavoro. Il Torino sta giocando benissimo dall’inizio del campionato e nell’ultimo periodo sta facendo anche ottimi risultati, visto che ha perso una sola delle ultime nove partite di campionato, intervallo in cui ha vinto per ben sei volte. Il Torino è riuscito a tenere la porta inviolata nelle ultime tre partite e segna almeno un gol in trasferta da sei partite. Tutte statistiche positive, come positivo è il rendimento dei due attaccanti Immobile e Cerci, fenomenali quando possono giocare in contropiede.

Il Torino ha già messo in difficoltà il Milan nella partita di andata, e potrebbe riuscirci anche in questa di ritorno in cui i rossoneri dovranno fare a meno di Balotelli.

Paddypower #risultato esatto, primo marcatore e parziale/finale se Immobile farà un gol. Il consiglio per provare a sfruttare questa promozione è quello di puntare sul 2-2 risultato esatto a quota 13.00.

Probabili formazioni:
MILAN: Abbiati, Abate, Bonera, Rami, De Sciglio, De Jong, Montolivo, Honda, Kakà, Robinho, Pazzini.
TORINO: Padelli, Maksimovic, Glik, Moretti, Darmian, Basha, Vives, Farnerud, S. Masiello, Cerci, Immobile.

PROBABILE RISULTATO: 2-2
GOL (1.90, William Hill)
X (3.60, William Hill)
CERCI MARCATORE (3.30, Paddypower)