Il posticipo serale è Milan-Verona

Serie A

Serie A

CHIEVO – PARMA | domenica ore 15:00

Il Chievo con Corini allenatore ha ritrovato grande compattezza in fase difensiva e lo ha confermato pareggiando 1-1 in casa dell’Inter. Nel secondo tempo, nonostante il maggiore possesso palla della squadra avversaria, il Chievo ha difeso bene e solo in poche occasioni ha rischiato di subire il secondo gol. Le possibilità di ottenere la salvezza difendendo in questo modo sono alte, nel campionato italiano alla lunga chi subisce pochi gol si trova solitamente in una posizione migliore di chi fa parecchi gol ma ne prende pure di più.

Il Chievo però in casa finora ha fatto pochi punti e deve migliorare. La squadra allenata da Corini è quella che ha raccolto meno punti in casa nella stagione in corso, otto. Battere il Parma non sarà facile, perché non perde da otto giornate di Serie A (tre vittorie e cinque pareggi). Nelle ultime nove partite il Chievo ha subito gol soltanto in tre occasioni, e nelle quattro più recenti giocate al Bentegodi ha mantenuto la porta inviolata tre volte su quattro subendo un solo gol in totale.

Su William Hill – che offre ai nuovi registrati un bonus pari al 50% dell’importo della prima scommessa (fino a un massimo di 50€) – la quota per la doppia chance interna (vittoria del Chievo o pareggio) è 1.50, mentre l’under 2.5 è a quota 1.57.

Probabili formazioni:
CHIEVO: Puggioni, Frey, Dainelli, Cesar, Sardo, Radovanovic, L. Rigoni, Hetemaj, Dramé, Paloschi, Thereau.
PARMA: Mirante, Cassani, Paletta, Lucarelli, Gobbi, Acquah, Gargano, Parolo, Biabiany, Amauri, Cassano.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
1X (1.50, William Hill)
UNDER (1.57, William Hill)

GENOA – INTER | domenica ore 15:00

La partita è a rischio rinvio a causa del forte maltempo che sta colpendo la Liguria e che non risparmierà Genova anche nella giornata di domani. Considerate le assenze con cui il Genoa dovrebbe affrontare la partita, il rinvio non sarebbe forse nemmeno un male. A parte Matuzalem squalificato e Kucka la cui stagione è finita, il Genoa rischia di non recuperare in tempo il forte portiere Perin, uno dei migliori di questo campionato, oltre a Gamberini e Portanova. Se si aggiunge la partenza di Manfredini che è stato ceduto al Sassuolo, si scopre che la difesa è in emergenza. Dovrà giocare De Maio al centro e almeno uno tra Antonini e Marchese – tutti e due abituati a giocare a sinistra, di solito terzini – sarò decisamente fuori ruolo. Se si giocherà, probabilmente il terreno sarà pesante e per questo motivo non dovrebbero esserci parecchi gol. Il Genoa ha fatto cinque “under 2.5” consecutivi in casa e farà una partita di grande intensità e corsa per provare a chiudere gli spazi alla squadra avversaria. L’Inter per via delle parecchie assenze nel Genoa è però favorita per la vittoria.

Probabili formazioni:
GENOA: Bizzarri, Antonini, De Maio, Marchese, Vrsaljko, Biondini, Cabral, Antonelli, Konate, Gilardino, Bertolacci.
INTER: Handanovic, Campagnaro, Rolando, J. Jesus, Jonathan, Kuzmanovic Cambiasso, Nagatomo, Alvarez, Guarin, Palacio.

PROBABILE RISULTATO: 0-1
2 (1.90, William Hill)
UNDER (1.90, William Hill)
SASSUOLO – TORINO | domenica ore 15:00

In Sassuolo-Torino giocano due attaccanti che ad inizio campionato il veggente ha suggerito nella lista dei consigli per il fantacalcio, una lista in cui c’era anche Monzon del Catania in difesa, capita.

Berardi ha contribuito in modo decisivo a nove degli ultimi dieci gol del Sassuolo in campionato (sette gol, due assist), mentre quattro degli ultimi sei gol fatti dal Torino in campionato sono stati segnati da Ciro Immobile, due di questi in trasferta.

Berardi e Immobile stanno giocando alla grande, ma nell’ultima settimana si è parlato tanto soprattutto dell’attaccante del Sassuolo che nello scorso turno ha fatto quattro gol al Milan, provocando l’esonero di Allegri. Nonostante si parli già di nazionale, di mondiali e di Juventus, Berardi non sembra tipo da farsi facilmente distrarre, anzi per tutta la settimana ha evitato microfoni e interviste per restare concentrato. Berardi è un anti-divo, e si farà trovare pronto anche in questa partita contro una squadra che non eccelle in difesa, il Torino, soprattutto in trasferta visto che non ha subito gol in solo una delle ultime 17 trasferte di campionato incluso naturalmente lo scorso campionato. Anche Immobile – come Cerci – ha una buona occasione per aumentare il suo numero di gol perché di fronte si troverà la peggiore difesa della Serie A, in assoluto e anche in casa. Il Sassuolo è la squadra che ha subito finora più gol in campionato: 41, almeno sette più di ogni altra squadra.

L’allenatore del Sassuolo Di Francesco, che ad un certo punto della stagione era passato alla difesa a tre per cercare di subire meno gol, nell’ultima partita contro il Milan ha riproposto il modulo che l’anno scorso ha portato questa squadra in Serie A, tattica che i giocatori conoscono meglio e con la quale riescono a dare il massimo in quanto a qualità di gioco, il 4-3-3.

Per il modulo offensivo del Sassuolo, per la forza dei due attacchi e per le debolezze delle due difesa, Sassuolo-Torino è una partita da “gol” (entrambe le squadre segnano).

Probabili formazioni:
SASSUOLO: Pegolo, Antei, Ariaudo, Manfredini, Longhi, Chisbah, Magnanelli, Kurtic, Berardi, F. Flores, Ziegler.
TORINO: Padelli, Maksimovic, Glik, Moretti, Darmian, Brighi, Vives, Farnerud, Pasquale, Cerci, Immobile.

PROBABILE RISULTATO: 2-2
GOL (1.72, William Hill)
OVER (2.05, William Hill)
BERARDI MARCATORE (2.50, William Hill)
IMMOBILE MARCATORE (2.40, William Hill)
MILAN – VERONA | domenica ore 20:45

Un allenatore ha successo quando è bravo e anche quando è fortunato. Le assenze di Jorginho (passato al Napoli) e Toni (infortunato) che sono stati i protagonisti dell’ottimo campionato fatto finora dal Verona sono già i due primi segnali che Seedorf potrebbe diventare un allenatore di successo.

Il nuovo allenatore del Milan ha detto che giocherà col 4-2-3-1, un modulo offensivo visto che ci saranno contemporaneamente in campo Kakà, Honda, Robinho e Balotelli. Il Verona è forte in attacco, meno in difesa, soprattutto in trasferta dove solo in una occasione è riuscito a mantenere la porta inviolata.

Nelle ultime sei partite di campionato il Milan ha fatto cinque volte “over 2.5”, segno molto probabile anche in questa partita considerati l’avversario e il cambio di modulo voluto da Seedorf con cui il Milan sarà – se possibile – ancora più offensivo.

Probabili formazioni:
MILAN: Abbiati, De Sciglio, Bonera, Zapata, Emanuelson, De Jong, Montolivo, Kakà, Honda, Robinho, Balotelli.
VERONA: Rafael, Cacciatore, Moras, Maietta, Agostini, Romulo, Donati, Hallfredsson, Iturbe, Gomez, Cacia.

PROBABILE RISULTATO: 3-1
1 (1.44, William Hill)
OVER (1.60, William Hill)