Serie A: Juventus-Roma è il partitone

Serie A

Serie A

JUVENTUS – ROMA | domenica ore 20:45

La squadra prima in classifica in Serie A sfida la seconda, e già questo è un buon motivo per dire che questa partita tra Juventus e Roma sarà un partitone. La Juventus di Conte ha vinto gli ultimi due campionati di Serie A, ma mai aveva fatto nelle due scorse stagioni tanti punti quanti quelli totalizzati quest’anno. La Roma ha vinto consecutivamente le prime dieci partite di campionato e nessuno c’era mai riuscito in Serie A. Sarà una bella partita. Spesso nel gioco del calcio si pensa che una partita sia bella quando ci sono parecchi gol, ma queste sono valutazioni soggettive, basti pensare che per Gianni Brera – e per altri prima e dopo di lui – era lo zero a zero il risultato perfetto.

Per l’organizzazione di gioco e per la solidità che hanno Juventus e Roma in difesa viene difficile pensare ad una partita con parecchi gol, anche perché questa sarà una partita molto tesa per l’importanza che hanno i punti in palio. Se la Juventus vincerà avrà già mezzo scudetto in tasca, uno scudetto che imolto probabilmente i bianconeri vinceranno in ogni caso, a maggior ragione dopo l’eliminazione dalla Champions League. Si sfideranno Morgan De Sanctis (11) e Gianluigi Buffon (10): i numeri che leggete tra parentesi sono le volte in cui i due portieri hanno mantenuto la porta inviolata in questa stagione, la Roma ha la migliore difesa di tutti i principali campionati europei con sette gol subiti, la Juventus – che in casa ha vinto tutte le partite – ha la seconda migliore difesa del campionato. Quando si affrontano due squadre molto forti in difesa ci sono buone possibilità che esca il segno “under 2.5”, che i bookmakers propongono a quota alta perché in partitoni come questi gli #tori amano puntare sui gol. Su Paddypower – che #risultato esatto, primo marcatore e parziale primo tempo/finale se Tevez segnerà un gol durante la partita – la quota per l’under è 2.10.

I tifosi della Juventus che conoscono a memoria i risultati della propria squadra del cuore avrebbero probabilmente preferito giocare questa partita in un mese diverso da quello di gennaio. Perché l’anno scorso a gennaio la Juventus vinse una sola partita delle quattro giocate, perdendo 2-1 il 6 gennaio in casa contro la Sampdoria, pur essendo in undici contro dieci per l’espulsione di Berardi, e in vantaggio di un gol. Due anni fa il periodo negativo della Juventus fu pure dopo la sosta invernale, ma a febbraio (tre pareggi su quattro partite). Il periodo in cui la Juventus di Conte ha tradizionalmente più difficoltà è questo, ed è un buon motivo per cui la Roma può guardare con fiducia a questa partita.

La Juventus proverà ad imporre come al solito il suo gioco, giocando con il baricentro molto alto e cercando di fare più possesso palla della Roma. La Roma allo stesso tempo dovrà essere brava a non farsi schiacciare nella propria area di rigore e fare attenzione ai cambi di gioco. Lo schema che da sempre funziona da quando c’è Conte alla Juventus sono i lanci di Pirlo per gli esterni, che in questo caso saranno Lichtsteiner e Asamoah. E visto che la Roma ha in Maicon e Dodò i giocatori meno attenti e abili nella fase difensiva, è proprio sugli esterni che la Juventus potrebbe trovare gli spunti giusti per fare gol. Al centro dell’area di rigore Llorente non avrà vita facile contro Benatia, probabilmente il migliore difensore centrale della stagione in corso. Benatia, come anche Castan, cerca spesso l’anticipo ed è molto deciso e vigoroso nei suoi interventi. La Roma ha una maggiore tendenza della Juventus a collezionare cartellini gialli, gli stessi De Rossi e Strootman fanno parte di questo “giro”. Le frasi di Totti riferite alla Juventus («Hanno i soliti aiutini, spero involontari») potrebbero generare in caso di decisioni arbitrali dubbie il solito vittimismo che spesso ha fatto da freno alle ambizioni della Roma. Puntare su un maggiore numero di cartellini gialli nei confronti dei giocatori della Roma potrebbe essere per questi motivi un altro pronostico sensato.

Visto che c’è il Power Bonus di Paddypower – che dà pure 5 euro subito e 5 euro a settimana di bonus, per tutto l’anno (se l’utente piazza almeno una scommessa alla settimana) – qualche consiglio anche sull’eventuale primo marcatore. Le scelte ad alta quota sono Lichtsteiner (quota 17.00) della Juventus e Gervinho (quota 9.00) della Roma, con quest’ultimo che potrebbe essere molto pericoloso in velocità grazie ai precisi lanci di Strootman e Totti quando e se la Juventus perderà palla in fase di impostazione. Con Pirlo in precarie condizioni fisiche messo di fronte a un tipo tosto come il capitano della nazionale olandese ed ex Psv Eindhoven (sì, Strootman), occasioni del genere potrebbero ripetersi con una certa frequenza.

Probabili formazioni:
JUVENTUS: Buffon, Caceres, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah, Tevez, Llorente.
ROMA: De Sanctis, Maicon, Benatia, Castan, Dodò, Pjanic, De Rossi, Strootman, Gervinho, Totti, Florenzi.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
UNDER (2.10, Paddypower)
UNDER 1.5 PRIMO TEMPO (1.50, Paddypower)
2 (1X2 AMMONIZIONI) (1.91, Paddypower)