Genoa-Verona è da “gol”, Atalanta-Bologna da “under”

Serie A

Serie A

GENOA – VERONA | domenica ore 12:30

Con l’esonero di Liverani e il ritorno di Gasperini come allenatore, il Genoa ha migliorato i suoi risultati e ha vinto le ultime tre partite. Sono arrivati i risultati positivi, non ancora il gioco. Il Verona ha un’ottima classifica e sta giocando benissimo, ha una manovra offensiva sempre pericolosa grazie alle geometrie di Jorginho, alle accelerazioni di Iturbe e alle sponde di Toni che sta vivendo una seconda giovinezza. Il fatto che la classifica delle due squadre sia tranquilla, potrebbe favorire lo spettacolo. Nessuna delle due avrà paura di perdere e anzi faranno di tutto per continuare la serie positiva.

Il “gol” (entrambe le squadre segnano) è molto probabile, molto bella sarà la sfida nella sfida tra Gilardino e Toni che sono a quota cinque gol in questo campionato e che hanno segnato nelle ultime due giornate. Il Verona è forte in attacco, ma è tra le squadre che subisce più tiri in porta e in trasferta finora ha un rendimento pessimo, ha subito almeno un gol in tutte le partite, dodici gol in totale su cinque partite. Il Verona è la seconda squadra del campionato di Serie A ad avere subito meno ammonizioni, nel Genoa invece ci sono parecchi giocatori abbonati al cartellino giallo come Portanova, Matuzalem e Biondini. Nel testa a testa sulle ammonizioni, non sorprenderebbe il segno “1” nonostante il Genoa giochi in casa.

Probabili formazioni:
GENOA: Perin, Antonini, Portanova, Manfredini, Vrsaljko, Biondini, Matuzalem, Marchese, Kucka, Gilardino, Antonelli.
VERONA: Rafael, Cacciatore, Moras, Maietta, Agostini, Romulo, Jorginho, Hallfredsson, Iturbe, Toni, Jankovic.

PROBABILE RISULTATO: 2-2
GOL (1.60, Paddypower)
X (3.30, Paddypower)
1 (1X2 AMMONIZIONI) (2.50, Paddypower)

ATALANTA – BOLOGNA | domenica ore 15:00

Il Bologna ha cambiato modo di giocare nelle ultime partite. Pioli ad inizio campionato voleva sfruttare la qualità dei suoi centrocampisti offensivi e dei suoi attaccanti, la squadra però era troppo sbilanciata e ha subito troppi gol. Così Pioli ha deciso di cambiare, e lo si è capito in modo definitivo nello zero a zero contro il Chievo, una delle partite più brutte della Serie A degli ultimi anni. Tre difensori centrali, due esterni di centrocampo con compiti più difensivi che offensivi, in attacco il solo Diamanti con Cristaldo che fa grande lavoro in fase di copertura pressando i difensori avversari quando portano palla. L’Atalanta questo gioco con Colantuono lo fa da sempre, prima di tutto difendere bene, poi si vede. Di solito i gol arrivano grazie all’abilità nel gioco aereo di Denis, che però salterà questa partita per squalifica. Pesante anche l’assenza di Bonaventura, unico giocatore che assicura una certa qualità in fase offensiva. Denis e Bonaventura non sono gli unici assenti, tra gli indisponibili ci sono anche Yepes, Giorgi, Lucchini, Bellini e Nica. Il Bologna non prende gol da tre partite consecutive in campionato, difficilmente la serie si allungherà però l’under è molto probabile. La maggiore solidità dell’Atalanta, che in casa perde raramente contro squadre di media o bassa classifica, consiglia di puntare eventualmente anche sulla doppia chance interna (vittoria dell’Atalanta o pareggio).

Probabili formazioni:
ATALANTA: Consigli, Scaloni, Canini, Stendardo, Raimondi, Cigarini, Migliaccio, Baselli, Del Grosso, Moralez, Livaja.
BOLOGNA: Curci, Garics, Sorensen, Antonsson, Crespo, Kone, Khrin, Laxalt, Morleo, Diamanti, Cristaldo.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
UNDER (1.60, Paddypower)
1X (1.25, #)
CAGLIARI – TORINO | domenica ore 15:00

Il Cagliari ha iniziato bene il campionato, ha perso una sola partita delle prime sei pareggiando contro squadre forti come Fiorentina e Inter, ma nel momento in cui doveva vincere partite sulla carta facili come quella contro il Bologna per migliorare la classifica ha invece perso, e nelle ultime tre partite non ha fatto punti. Il Torino potrebbe approfittare del momento difficile della squadra avversaria, il pareggio in casa contro la Roma ha dato grande entusiasmo. Il Torino ha sempre giocato bene in questo campionato – tranne la partita contro la Juventus condizionata dalla troppa tensione – e soprattutto a livello offensivo con Cerci inarrestabile, è sempre nelle condizioni di fare gol, grazie alle giocate in velocità del suo calciatore più forte e ai moduli offensivi di Ventura. La difesa però concede troppo e il Cagliari potrebbe approfittarne per mettere in azione la velocità do Sau e Ibarbo.

Il Torino ha vinto solo una delle ultime 13 trasferte di Serie A e ha sempre subito gol in questo parziale. Nelle ultime cinque partite di questo campionato il Torino ha pareggiato quattro volte e proprio il pareggio sembra il risultato più probabile anche per questa partita.

Un pronostico basato sulle statistiche: Cagliari e Torino sono dopo l’Inter le due squadre di Serie A che hanno tirato più calci d’angoli, 67 a testa. In questa partita potrebbero esserci parecchi calci d’angolo, il pronostico è tra 12 e 14 in perfetta media con quelli calciati finora dalla due squadre.

Probabili formazioni:
CAGLIARI: Avramov, Pisano, Rossettini, Astori, Murru, Dessena, Conti, Nainggolan, Cossu, Ibarbo, Sau.
TORINO: Padelli, Darmian, Glik, Moretti, D’Ambrosio, Gazzi, Brighi, Cerci, Meggiorini, Immobile, Vives.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.72, Paddypower)
X (3.20, #)
NUMERO DI CORNER TRA 12 e 14 (3.70, #)