Girone H: Ajax-Milan e Celtic-Barcellona

Champions League

Champions League

AJAX – MILAN | martedì ore 20:45

È una partita da vincere assolutamente, per il Milan. Dopo l’Ajax, la squadra di Allegri ha in calendario le due partite contro il Barcellona – che non sono mai facili – e poi la trasferta contro il Celtic, che già ha creato problemi a San Siro, figuriamoci in casa dove perde poche volte. La qualificazione agli ottavi di finale passa da questa partita: l’Ajax è probabilmente la squadra più scarsa del girone, il Milan deve provare a vincere. Ma come “l’Ajax è scarso”? Sì, poi magari fa la partita della vita, però non devono ingannare i sei gol che ha fatto sabato al Go Ahead Eagles Deventer, squadra neopromossa in Eredivisie. Il vero Ajax è quello che ha preso quattro gol dal Barcellona e poi anche dal Psv – sì, quello che è stato eliminato nei preliminari di Champions proprio dal Milan –, quello che su 8 partite di campionato ne ha vinte solo 4, e in Olanda non è una grande cosa. L’Ajax ha parecchi giocatori giovani forti, il problema è che quando stanno per diventare campioni, li vende. Quest’anno sono partiti Alderweireld ed Eriksen, oltre a Babel e Sulejmani, l’anno passato erano andati via van der Wiel, Anita e Vertonghen.

L’Ajax ha un portiere scarso, Vermeer, così scarso che titolare è diventato il secondo Cillessen, che è un punto interrogativo e che di sicuro non ha esperienza internazionale. Bojan è infortunato, la manovra a centrocampo passa – pensate un po’ – dai piedi ruvidi di Poulsen, quello famoso per lo sputo di Totti e con un passato non esaltante nella Juventus di Ranieri. Va meglio in attacco con Fischer e Sighthorsson, ma il Milan davvero non può temere questo avversario.

Ma come si fa a dare vincente il Milan che per poco non perdeva a Bologna e che poi ha vinto a stento contro la Sampdoria? Il fatto è che stasera tornerà Balotelli in attacco, perché in Champions mica è squalificato. A centrocampo si rivedrà Montolivo, fondamentale nella manovra (e in sua assenza lo si è capito ancora di più).

E sì, lo sappiamo che El Shaarawy non c’è, che è infortunato e resterà fuori per 15-20 giorni a causa di una microfrattura al quarto metatarso del piede sinistro (bene così?). Era un refuso che ci è scappato in mattinata, e grazie per le numerose segnalazioni. Pure quelle scandalizzate, indignate e tuonanti: vogliamoci bene. Augh!

Paddypower – che accredita l’importo della prima scommessa effettuata, vincente o perdente che sia (fino a un massimo di 50€) – #risultato esatto e primo marcatore se la partita finirà in parità. Per provare a sfruttare il Power Bonus il veggente consiglia di puntare sull’1-2 risultato esatto a quota 9.50. Attenzione anche all’X/2 parziale/finale a quota 6.25, motivato dal fatto che nelle ultime partite il Milan ha segnato la maggiore parte dei gol nel secondo tempo.

Formazioni ufficiali:
AJAX: Cillessen, Van Rhijn, Moisander, Denswil, Blind, De Jong, Poulsen, Duarte, De Sa, Sigthórsson, Fischer.
MILAN: Abbiati, Abate, Zapata, Mexes, Constant, Muntari, De Jong, Montolivo, Robinho, Birsa, Balotelli.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
2 (2.65, Paddypower)
GOL (1.60, Paddypower)
BALOTELLI MARCATORE (2.50, Paddypower)
X/2 PARZIALE/FINALE (6.25, Paddypower)

CELTIC – BARCELLONA | martedì ore 20:45

L’anno scorso il Celtic vinse contro il Barcellona una partita incredibile. Guardando le statistiche di quella partita, 78% di possesso palla del Barcellona, che fece 11 tiri in porta contro i 2 del Celtic, verrebbe da pensare ad una vittoria netta della squadra spagnola, invece a vincere furono gli scozzesi col risultato di 2-1.

Sono quelle cose belle che ti fanno amare il calcio e che però sono belle perché capitano raramente, e così stasera si dovrebbe tornare alla normalità e anche senza l’infortunato Messi il Barcellona dovrebbe vincere. Il Celtic rispetto all’anno scorso ha perso un giocatore fortissimo a centrocampo come Wanyama, il Barcellona ha in più Neymar che però finora è stato oscurato da Messi. Il primo confronto che si fa tra gli attaccanti è quello sui gol segnati, Messi ne ha fatti già undici, Neymar soltanto due. Senza l’argentino infortunato potrebbe però diventare Neymar la principale fonte di gioco del Barcellona che giocherà senza attaccanti di riferimento, con Fabregas schierato come “falso nueve”. La vittoria del Barcellona dipenderà molto da Neymar, il Celtic giocherà come al solito con grande generosità e voglia di correre, e potrebbe anche fare gol al Barcellona che sarà privo di Jordi Alba, Mascherano e Puyol in difesa. Bartra – che farà coppia con Piquè al centro della difesa – ha dimostrato già in passato di non essere affidabile nelle partite di Champions League. Nelle sei partite che ha giocato l’anno scorso in questa competizione, il Barcellona ha sempre subito almeno un gol.

La vittoria del Barcellona è a quota 1.44 su # che offre ai nuovi registrati un bonus pari al 50% dell’importo della prima scommessa (fino a un massimo di 50€).

Formazioni ufficiali:
CELTIC: Forster, Lustig, Ambrose, Van Dijk, Izaguirre, Matthews, Brown, Mulgrew, Samaras, Commons, Stokes.
BARCELLONA: Valdés, Alves, Piqué, Bartra, Adriano, Xavi, Busquets, Iniesta, Pedro, Cesc, Neymar.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
2 (1.44, #)
GOL (2.00, #)
NEYMAR MARCATORE (1.90, Paddypower)