I pronostici di Real Betis-Granada, Celta Vigo-Villarreal, Real Madrid-Getafe e Valencia-Siviglia

Pronostici Liga spagnola
Pronostici Liga spagnola

Liga e Segunda Divisiòn

REAL BETIS – GRANADA | domenica h. 12:00

Se il Real Betis giocasse contro il Granada la stessa partita che ha giocato contro il Valencia, finirebbe 9-0. Solo alla quarta giornata di campionato si è finalmente visto in campo il Real Betis che alcuni osservatori davano come possibile sorpresa di questa stagione: tre gol rifilati al Valencia, tutti nel primo tempo, e con Diego Alves del Valencia che ha parato di tutto (sarebbe potuta finire 6 a 0 già nel primo tempo, seriamente). Ha giocato benissimo – oltre che Sevilla e Molina, autori dei gol – il giovanissimo Álvaro Vadillo, 19 anni, velocissimo esterno sinistro: salta l’uomo facilmente ed è molto preciso nei passaggi (suo l’assist del terzo gol). Vero che il Valencia non ha fatto niente ma proprio niente, però alcune azioni del Betis sono state obiettivamente pregevoli: il secondo gol è arrivato al termine di una serie di passaggi stretti, che a momenti manco il miglior Barcellona.

Il Granada invece è il genere di squadra non proprio bellissima da vedere ma comunque relativamente solida: non prende molti gol, ma manco ne segna. La cosa migliore vista fin qui è la partita che ha giocato contro il Real Madrid alla seconda di campionato, dove meritava ampiamente il pareggio, quanto meno. C’è da dire che è anche stato sfortunato: la settimana scorsa ha perso ingiustamente la partita in casa contro l’Espanyol, che ha segnato su un calcio di punizione in area assegnato per un fallo di retropassaggio al portiere letteralmente inventato dall’arbitro (poi chiaramente son saltati i nervi e c’è pure stata un’espulsione, di Ighalo, che quindi oggi non ci sarà, come neppure l’infortunato Piti).

I segnali mandati dal Real Betis nell’ultima convincente prova contro il Valencia – come anche il buon pareggio di giovedì contro il Lione in Europa League – lasciano pensare che la squadra potrebbe aver finalmente trovato quell’intesa che fin qui non si era ancora vista. Peraltro rientra Ruben Castro, un giocatore molto importante per il Betis.

PROBABILE RISULTATO: 3-0
1 (1.75, #)
CELTA VIGO – VILLARREAL | domenica h. 17:00

Attualmente il Villarreal è la squadra più bella da vedere di tutta la Liga, c’è poco da girarci intorno. Che l’altra volta avrebbe messo in difficoltà il Real Madrid – bloccato sul 2-2 – lo avevamo messo in conto, ma non che avrebbe per lunghi tratti dominato l’incontro. Il Villarreal crea moltissime occasioni da gol e, tutto sommato, ne sciupa anche tante: nella partita contro il Real Madrid, Diego López ha fatto un paio di interventi decisivi nel primo tempo, che avrebbe potuto chiudersi sul 3-0 e invece si è chiuso 1-1 (col gol di Bale proprio all’esordio). Grazie alla differenza reti, il Villarreal – fin qui mai meno di due gol segnati a partita – sta al terzo posto, proprio sopra il Real Madrid.

La trasferta di oggi è in Galizia contro il Celta Vigo, di cui già in tanti hanno osservato la sorprendente (e preoccupante) capacità di farsi sempre rimontare quando passa in vantaggio (caratteristica peraltro comune alla nota ex squadra italiana di Luis Enrique, attuale allenatore del Celta Vigo). Paradossalmente, però, l’ultima partita giocata – e persa – contro l’Athletic Bilbao è stata forse la miglior prestazione offerta finora dal Celta Vigo: hanno prodotto ottime azioni e sfruttato bene le ripartenze, peraltro in uno stadio molto difficile. Ma resta il fatto che stavolta contro avranno il Villarreal, e le possibilità che giocatori come Aquino, Pereira and Giovani dos Santos non possano segnare contro una squadra così debole in difesa sono praticamente nulle.

PROBABILE RISULTATO: 1-3
OVER (1.90, Eurobet)
OVER 1,5 primo tempo (2.50, Tipico)
2 (2.50, Paddy Power)
REAL MADRID – GETAFE | domenica h. 19:00

Senza Bale prima e con Bale adesso, il Real Madrid di questo inizio di stagione per ora rimane una squadra poco convincente, e in generale molto meno forte di quanto ci si aspetterebbe da questa rosa stellare. Le buone notizie in difesa sono il recupero di due giocatori fondamentali come Varane e Coentrao, che magari partiranno dalla panchina ma comunque sono tornati ad allenarsi ormai regolarmente con gli altri, e Pepe ha i giorni contati (perché Varane sarà certamente titolare fisso anche con Ancelotti). Il Getafe è il genere di squadra che il Real dovrebbe seppellire sotto una valanga di gol; ma altre partite che in questa stagione si presentavano esattamente come questa (quella contro il Granada, per esempio) poi sono terminate con vittorie sorprendentemente risicate e prestazioni piuttosto deludenti del Real.

Se davvero Bale era l’elemento mancante di questa rosa, ora che scenderà in campo di nuovo dal primo minuto, alla sua prima apparizione al Bernabeu, c’è da credere che il Real riuscirà finalmente a offrire quello spettacolo che fin qui si è visto poco.
Vediamo. Magari è la volta buona.

PROBABILE RISULTATO: 4-1
OVER 3,5 (1.65, Tipico)
VALENCIA – SIVIGLIA | domenica h. 21:00

Tre sconfitte consecutive su quattro partite di campionato avevano già ampiamente ridimensionato le ambizioni del Valencia, che alla vigilia della prima giornata di campionato si presentava peraltro come possibile quarta, quinta forza della Liga. Ma il 3 a 0 di giovedì scorso – subito in casa contro lo Swansea, in Europa League – è stato il tonfo definitivo che spinge qualcuno a dire che la panchina di Đukić ha le ore contate, dopo sole cinque partite in totale. Contro lo Swansea i tifosi erano letteralmente furibondi, e alcuni di loro hanno atteso l’autobus dei giocatori all’uscita dallo stadio per manifestare tutta la loro rabbia e delusione. Insomma butta male, e non se ne vede modo di venirne fuori rapidamente. Contro il Siviglia non mancherà nessun giocatore, e almeno – dovesse andare male di nuovo – non si potrà dire che è colpa degli assenti.

È un peccato, perché il Valencia può comunque contare su un attaccante micidiale e di grande esperienza come Helder Postiga, uno di quelli che – se la palla arriva – il gol lo fa sempre (già 3, finora).

Il Siviglia è un’altra di quelle squadre che, come l’Almeria, forse si ritrova in una posizione di classifica un po’ ingenerosa: addirittura ultimo. Viene dalla vittoria in trasferta di Europa League contro l’Estoril, battuto 2-1, e la settimana scorsa meritava forse il pareggio proprio contro il Barcellona, che era andato in vantaggio di due gol e poi si era fatto rimontare nel secondo tempo, prima che Messi al 93′ fissasse il risultato sul 3-2 definitivo (al Siviglia hanno pure annullato un gol regolare). Il Siviglia – peraltro allenato da Unai Emery, a lungo allenatore del Valencia – può contare sul gran cuore del capitano Rakitic (gol e assist contro il Barcellona) e su un giocatore che si sta rivelando forse il migliore acquisto dell’estate: il giovanissimo attaccante Kevin Gameiro, nazionale francese, arrivato dal PSG.

È una squadra tosta, non così facile da battere, e comunque segna con una certa continuità. Resta da capire se le motivazioni del Valencia saranno di quelle che fanno superare le crisi oppure no: c’è anche la possibilità che la nave affondi definitivamente, considerando pure che il Mestalla potrebbe persino non supportare la squadra, ma proseguire con la protesta contro società e allenatore. Diremmo “1” di fiducia, ma – dato l’andazzo – meglio il “gol”.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
GOL (1.67, #)