Cagliari-Samp, Chievo-Udinese e Genoa-Livorno

Serie A

Serie A

CAGLIARI – SAMPDORIA | sabato ore 18:00

In queste prime giornate di campionato il Cagliari ha sicuramente giocato meglio della Sampdoria. La squadra rossoblù ha mantenuto rispetto all’anno scorso tutti i suoi calciatori migliori, Agazzi, Astori, Nainggolan e Pinilla, ormai la squadra gioca a memoria e ha uno spogliatoio molto unito. La Sampdoria ha deciso di fidarsi delle capacità di Delio Rossi a lavorare coi giovani, consegnandogli una squadra forse non in grado di salvarsi tranquillamente. Le cessioni di Romero, Poli, Icardi e Maxi Lopez alla lunga potrebbero pesare, l’anno scorso il campionato non è finito bene sul piano dei risultati (in totale una sola vittoria nelle ultime 14 partite di Serie A) e di sicuro dopo la batosta nel derby contro il Genoa la squadra non affronterà con la giusta serenità questa trasferta. Il Cagliari poi è imbattuto da nove sfide di campionato contro la Sampdoria e ha vinto le ultime tre.

La vittoria del Cagliari è a quota 2.10 su Paddypower che accredita ai nuovi utenti che si registrano al sito l’importo della prima scommessa effettuata, vincente o perdente che sia (fino a un massimo di 50€).

Probabili formazioni:
CAGLIARI: Agazzi, Perico, Rossettini, Astori, Murru, Dessena, Conti, Nainggolan, Cossu, Pinilla, Ibarbo.
SAMPDORIA: Da Costa, Gastadello, Palombo, Costa, De Silvestri, Obiang, Krsticic, Regini, Sansone, Bjarnason, Gabbiadini.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (2.10, Paddypower)
CHIEVO – UDINESE | sabato ore 20:45

Nelle giornate passate l’abbiamo fatta lunga sul Chievo e sulla solidità della difesa che ha permesso a questa squadra che non ha grandi mezzi tecnici di salvarsi negli ultimi anni.

La scelta di Sannino come allenatore del Chievo è in continuità con quanto fatto vedere in campo da questa squadra negli ultimi due anni. Il Chievo è diventato famoso in Serie A grazie al 4-4-2 in cui gli esterni di centrocampo giocavano in una posizione più avanzata rispetto all’applicazione classica dello schema. La squadra giocava un calcio a tratti spettacolare, tutto il contrario di quanto fatto nelle ultime stagioni con Di Carlo e Corini in panchina, in cui il primo pensiero è sempre stato quello di difendere con più uomini possibili in difesa e a centrocampo, mantenendo i due reparti molto vicini per fare volume e ridurre le linee di passaggio per i calciatori avversari.

Lo 0-0 in casa del Parma sembrava in continuità con gli anni passati, ma i sette gol subiti poi nelle successive due giornate contro Napoli e Lazio hanno fatto capire che forse era il Parma scarso in zona gol. L’Udinese ha una organizzazione difensiva sicuramente migliore, una maggiore tecnica di base dei giocatori in campo, e un attacco decisamente forte con Di Natale e Muriel che un almeno un gol dovrebbero segnarlo. Anche la tradizione recente dice Udinese. Nelle ultime cinque partite giocate al Bentegodi, tre pareggi e due vittorie per l’Udinese e i veronesi non sono riusciti a segnare in quattro degli ultimi sette confronti in Serie A.

Possibile anche un maggior numero di cartellini gialli tra i calciatori del Chievo, che dopo le recenti batoste si giocano parecchio e potrebbero essere più nervosi degli avversari, oltre ad essere mediamente più indisciplinati.

Probabili formazioni:
CHIEVO: Puggioni, Sardo, Papp, Cesar, Dramé, Hetemaj, Radovanovic, Rigoni, Estigarribia, Théréau, Paloschi.
UDINESE: Kelava, Heurtaux, Danilo, Bubnjic, Basta, Allan, Badu, Lazzari, G.Silva, Muriel, Di Natale.

PROBABILE RISULTATO: 0-1
2 (2.75, Paddypower)
SEGNA GOL SQUADRA OSPITE (1.32, Paddypower)
1 (1X2 CARTELLINI GIALLI) (2.40, Paddypower)

GENOA – LIVORNO | sabato ore 20:45

Il Genoa ha stravinto il derby e con grande entusiasmo proverà a fare subito il bis contro il Livorno, che però non ha nulla da perdere. Due vittorie consecutive contro Sassuolo e Catania, la squadra allenata da Nicola farà la sua partita senza pressioni, provando a colpire in contropiede con Paulinho ed Emeghara che formano davvero una coppia d’attacco molto forte.

Difficile fidarsi del Genoa, non vanno dimenticati i disastri fatti nelle prime due giornate di campionato e anche i troppi cambi in sede di mercato, la squadra ha ancora bisogno di trovare la giusta intesa e i problemi avuti l’anno scorso inducono a non puntare con troppo ottimismo sul segno “1”. Liverani è un allenatore inesperto, il rischio di in calo di concentrazione non è da escludere. “Gol” (entrambe le squadre segnano) da provare, e chissà non arrivi un pareggio a sorpresa.

Probabili formazioni
GENOA: Perin, Gamberini, Portanova, Manfredini, Vrsaliko, Biondini, Lodi, Matuzalem, Antonini, Calaiò, Gilardino.
LIVORNO: Bardi, Coda, Rinaudo, Ceccherini, Schiattarella, Luci, Biagianti, Mbaye, Greco, Paulinho, Emeghara.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.72, Paddypower)
X (3.40, Paddypower)