Supercoppa Europea: Bayern Monaco-Chelsea

Calcio

Calcio

BAYERN MONACO – CHELSEA | venerdì ore 20:45

Mourinho l’altro giorno ha fatto un’intervista con la Bild, che è stata ripresa dal sito della Gazzetta dello Sport. L’ex allenatore dell’Inter conosciuto un po’ da tutti come lo “Special One” ha detto: «Non sono sicuro che il Bayern di oggi sia così forte come sotto la gestione di Heynckes». Magari sarà stato un dispetto a Guardiola, collega che non ama di certo come Homer Simpson ama le sottilette, eppure il discorso fila.

Il Bayern Monaco l’anno scorso ha vinto il “triplete” (Bundesliga, Champions League e Coppa di Germania), e con l’arrivo di Guardiola in panchina e gli acquisti di Thiago Alcantara, Gotze e Kirchhoff – a fronte della sola cessione di Mario Gomez – si pensava ad un aumentato valore di questa squadra, che già era molto forte. Il problema è che Guardiola – allenatore geniale e rivoluzionario ma forse anche un po’ testardo – vuole fare giocare il Bayern Monaco come faceva giocare il Barcellona, e questo non è possibile.

Per questo motivo qualche piccolo dubbio sul progetto tattico di Guardiola c’è. Smontare un giocattolo che funziona alla perfezione e provare a rimontarlo cambiando alcuni pezzi è una scelta un po’ azzardata. In Bundesliga Guardiola può permetterselo perché mancano avversari di valore, in Champions e contro avversari come il Borussia Dortmund – che infatti lo ha battuto nella finale di Supercoppa di Germania – e il Chelsea, forse no.

Mandzukic non è il tipo di attaccante che Guardiola ama, l’allenatore spagnolo ha sempre detto che il suo attaccante preferito è lo “spazio”, inteso come quello da attaccare in profondità da parte di tutti i calciatori che partecipano alla fase offensiva. Mandzukic – che è alto e forte di testa ma mica è lento, anzi – si sta adattando a fare quello che vuole Guardiola, e cioè spostarsi dal centro dell’area di rigore per favorire i tagli dei fortissimi centrocampisti del Bayern Monaco. Il problema è che quando le squadre avversarie – come il Norimberga sabato scorso – si chiudono bene in difesa, il possesso palla va troppo per vie orizzontali e le accelerazioni arrivano soltanto per merito di Ribery e Robben che però giocano in una posizione più esterna rispetto a Messi nel Barcellona, motivo per cui le loro azioni personali sono un po’ meno incisive. Mourinho conosce bene il gioco di Guardiola, sa quali sono le contromosse da adottare. La sua difesa ha già dimostrato solidità non subendo gol lunedì in casa del Manchester United. Mourinho ha detto che questa finale è merito dei giocatori che hanno vinto l’Europa League l’anno scorso, e infatti con ogni probabilità nessuno dei nuovi acquisti sarà in campo, fatto che dovrebbe caricare ancora di più gli undici giocatori che scenderanno in campo. I giocatori offensivi del Chelsea hanno la velocità e l’abilità nell’uno contro uno per ripartire velocemente quando la squadra riconquisterà palla, caso in cui il Bayern per sua vocazione offensiva sarà sbilanciato. Come probabile marcatore è da valutare l’ottima quota per Mata (5.00), ma conviene aspettare le formazioni ufficiali prima di giocarlo perché la sua presenza in campo dall’inizio non è sicura.

Le quote dei bookmakers danno favorito il Bayern Monaco, per i motivi sopra elencati non sorprenderebbe più di tanto il pareggio o addirittura la vittoria del Chelsea.

Su Paddypower c’è il Power Bonus su questa partita con rimborso delle singole perdenti su parziale/finale, primo marcatore e risultato esatto in caso di risultato finale di 0-0 (sarebbe Thiago Alcatara ultimo marcatore, ma è infortunato e non giocherà).

Probabili formazioni
BAYERN MONACO: Neuer, Lahm, Boateng, Dante, Alaba, Schweinsteiger, Robben, T. Müller, T. Kroos, Ribery, Mandzukic.
CHELSEA: Cech, Ivanovic, Cahill, Terry, A. Cole, Ramires, Lampard, Mata, Oscar, Hazard, Torres.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
X2 DOPPIA CHANCE (2.15, Paddypower)
CHELSEA SOLLEVA LA COPPA (3.20, Paddypower)