Bayern Monaco-Barcellona, oggi l’amichevole

Calcio

Il Barcellona avrebbe dovuto iniziare la serie di amichevoli prestagionali la settimana scorsa, ma nessuno se la sentiva di giocare la partita contro il Lechia Danzica dopo la notizia dell’abbandono di Tito Vilanova (quell’amichevole sarà recuperata il 30, sempre in Polonia). Quindi la prima uscita del Barcellona 2013/2014 diventa proprio questa partita di beneficenza contro il Bayern Monaco (gli incassi saranno devoluti a favore di associazioni non profit), che il Barcellona giocherà ancora sotto la guida di Jordi Roura e Rub (Gerardo Martino sarà presentato nei prossimi giorni).

La partita sarà trasmessa da Sky su Sky Calcio HD dalle 18:00 (la danno anche su ZDF, che in Italia sul satellite sta a canale 546).

Come sta il Barcellona
Più che quella sulla condizione atletica e psicologica, la considerazione essenziale da fare a proposito del Barcellona è che giocherà senza i giocatori più importanti e rappresentativi, ancora in vacanza dopo l’impegno in Confederations Cup: mancheranno Xavi, Iniesta, Victor Valdés, Busquets, Piqué, Neymar e Dani Alves (e Puyol è infortunato). Dovrebbero esserci sia Messi sia Sánchez ma è molto improbabile che saranno impiegati per più di un tempo. Se pensiamo che l’ultima volta all’Allianz il Barcellona al completo ne prese quattro e ne segnò zero, ci sarebbe poco da scrivere. In verità sarà tutta un’altra partita: non vedremo lo stesso Bayern Monaco motivato e aggressivo della scorsa edizione di Champions, e probabilmente non vedremo nessun Barcellona conosciuto, dato che giocheranno un sacco di nuovi giocatori.

Nella difesa del Barcellona – insieme ad Adriano, una delle sorprese della scorsa stagione – ci saranno due titolari nazionali under-21 molto promettenti, Martin Montoya e Marc Bartra, guidati da Mascherano al centro del reparto: sarà un esperimento interessante, perché alcuni di questi giocatori potrebbero essere i titolari inamovibili del Barcellona da qui a qualche anno, e non è detto che possano far peggio della difesa titolare. A centrocampo è un po’ diverso: Alex Song, Jonathan dos Santos e Sergi Roberto, per quanto rispettabili, non saranno mai all’altezza degli assenti che sono chiamati a sostituire. Song, pagato 19 milioni l’anno scorso, è il quinto acquisto più caro del Barcellona sotto la presidenza di Sandro Rosell, ma per quello che (non) ha fatto vedere finora probabilmente è il primo nella lista dei giocatori più costosi e deludenti: questa sarà la stagione del riscatto o della bocciatura definitiva, a cominciare da questo impegno contro il Bayern Monaco, una di quella partite che certi giocatori dovrebbero prendere molto sul serio per cercare di impressionare gli osservatori e meritarsi un posto in squadra.

Come detto, ci sarà Messi ma – date le assenze di Xavi, Busquets e Iniesta – probabilmente arretrerà la sua posizione a centrocampo più spesso di quanto non gli capiti abitualmente, per cercare di “illuminare” la manovra; ma così facendo si allontanerà dalla porta, rischiando paradossalmente di diventare meno decisivo del solito. E quindi il compito di far gol dovrebbe ricadere soprattutto sulle spalle di Alexis Sánchez e Cristian Tello.

Come sta il Bayern Monaco
Il Bayern Monaco di queste prime uscite stagionali si è dato alle sperimentazioni tattiche senza alterare il risultato finale: vince sempre, vince comunque. Nelle sei partite giocate finora ha segnato 35 gol e ne ha subito soltanto uno (dal Borussia Monchengladbach, nel 5-1 finale). Proprio contro il Borussia Monchengladbach Guardiola ha provato a mettere Philipp Lahm a centrocampo, e anche in quel modo il Bayern ha impressionato per solidità e concretezza. Difesa a quattro, difesa a tre, centrocampo a tre, centrocampo a sei: in questo momento sembra che il Bayern possa essere schierato in qualsiasi modo senza grandi differenze tra un sistema di gioco e l’altro. Ma con la Coppa di Germania alle porte è probabile che Guardiola ritorni alla formazione che ritiene più affidabile e che dovrebbe ufficialmente essere il Bayern Monaco versione 2013-2014: 4-1-4-1 o 4-2-3-1.

Tornerà in porta Neuer: giocherà almeno un tempo, dopo aver saltato le ultime tre amichevoli. Porbabilmente Lahm tornerà a destra in difesa, e Dante lì al centro potrebbe giocare la sua prima partita con Guardiola allenatore. Schweinsteiger sarà tenuto a riposo per preservarlo da eventuali infortuni; Javi Martinez non ha ancora giocato un minuto con Guardiola, e probabilmente non giocherà nemmeno oggi. L’assenza di Luis Gustavo, che probabilmente sarà ceduto, lascia spazio a Toni Kroos e Thiago Alcântara, che hanno certamente talento ed esperienza, ma che insieme contro Messi non hanno mai giocato (Kroos non c’era nell’ultima parte della scorsa stagione). Ad ogni modo, se non dovessero andar bene, Guardiola dalla panchina potrà sempre pescare gente tipo Müller, Robben e Ribery. In attacco, dopo le brevi sperimentazioni a zero attaccanti di Guardiola, tornerà stabilmente Mario Mandzukic, giocatore imprescindibile.

Pronostici
Date le premesse, sarebbe partita da vittoria del Bayern Monaco (1.53 su Williamhill), GOL (1.62 su Eurobet) e OVER (1.50 su Paddypower), ma il fatto che sia un’amichevole e che sia una delle prime partite della stagione (la prima in assoluto per il Barcellona) potrebbe determinare dei ritmi più bassi e un andamento della partita un po’ insolito: pareggio 0-0 o 1-1 alla fine del primo tempo, e poi vittoria del Bayern nella ripresa, grazie agli innesti di Guardiola?

Formazioni ufficiali
BARCELLONA: Pinto, Montoya, Bartra, Mascherano, Adriano, Song, Sergi Roberto, Roman, Tello, Messi, Alexis.
BAYERN MONACO: Neuer, Rafinha, Dante, Boateng, Lahm, Alaba, Thiago Alcantara, Ribéry, Robben, Müller, Kroos.

PRONOSTICO: 2-1