Giappone-Messico, chi evita l’ultimo posto?

GIAPPONE – MESSICO | sabato ore 21:00

Pensando al Giappone può venire in mente l’efficienza, dici Messico e pensi alla siesta. Per quanto combinato dalle nazionali di calcio in questa Confederations Cup, gli accostamenti sembrano motivati. Tutte e due le squadre sono state già eliminate, ma il Giappone ha mostrato grande impegno e organizzazione tattica, giocando una ottima partita contro l’Italia persa solo per colpa della sfortuna e per qualche limite innegabile della difesa. Il Messico teoricamente non ha nulla da invidiare al Giappone, ma ha preso poco seriamente questa competizione. I risultati della nazionale sono stati pessimi già nelle partite di qualificazione ai mondiali, due 0-0 consecutivi contro Panama e Costa Rica che facevano pensare ad una squadra già in vacanza. Così è stato anche nella Confederations Cup. Sconfitta meritata contro l’Italia, che è sembrata brillante all’esordio per demeriti del Messico visto quanto poi fatto vedere contro il Giappone, e partita persa anche contro il Brasile, sebbene un po’ di impegno in più ci sia stato da parte dei giocatori messicani. Ieri poi il quotidiano messicano “Cancha” ha pubblicato una notizia secondo cui almeno nove giocatori della nazionale avrebbero passato la notte seguente alla sconfitta contro l’Italia in un night club, bevendo tanti alcolici in compagnia di molte donne. Non il massimo della professionalità, e le smentite della federazione calcio messicana non sono state molto decise.

Per tutti questi fattori il Giappone dovrebbe partire leggermente favorito in questa ultima partita, inutile per la classifica ma importante per l’orgoglio e la voglia di non finire il girone all’ultimo posto. La vittoria del Giappone è a quota 2.45 su Bet-at-home che accredita il 20% extra dell’importo del primo versamento (fino a un massimo di 50 euro).

L’alternativa è il “gol” (entrambe le squadre segnano) a quota 1.56 su Paddypower che accredita l’importo della prima scommessa effettuata, perdente o vincente che sia (fino a un massimo di 40 euro.)

Tra i possibili marcatori c’è Okazaki (quota 3.40 su Paddypower), che tornato contro l’Italia nel ruolo di mezza punta ha mostrato tutte le sue qualità. Honda e Kagawa partecipano più attivamente al gioco del Giappone, fanno girare il pallone e al momento giusto sfruttano i tagli proprio di Okazaki che è bravissimo negli inserimenti quando ha davanti a sè tanto spazio. Sacrificato nel ruolo di attaccante di riferimento nella partita di esordio, contro il Messico giocherà ancora sulla trequarti dove sa essere più pericoloso.


Probabili formazioni:
GIAPPONE: Kawashima, Uchida, Yoshida, Konno, Nagatomo, Endo, Nakamura, Honda, Kagawa, Ozakaki, Maeda.
MESSICO: Corona, Torres, Meza, Moreno, Mier, Torrado, Flores, Salcido, Giovani dos Santos, Guardado, Hernandez.

PRONOSTICO: 2-1